A vincere la Sprint Qualifyng Race è Bottas davanti a Max Verstappen, e a uno stupendo Daniel Ricciardo, ma la pole position l’ha conquistata l’olandese della Red Bull. A causa della sostituzione della power unit, in regime di parco chiuso, il finnico della Mercedes è costretto a partire dal fondo delle griglia. La garetta da 100 km ha visto un colpo di scena alla partenza quando Lewis Hamilton ha fatto pattinare le ruote posteriori, facendosi superare da Verstappen, e dalla coppia McLaren Ricciardo-Norris. Il fatto curioso è che Lewis non sia riuscito a superare l’inglese del team di Woking, ottenendo una magra quinta posizione. Qualora il sette volta campione del mondo non dovesse riuscire a superare Norris per tutta la durata della gara, sarà una bella batosta in ottica mondiale. Anche per Max si presenterà un’occasione d’oro al fine di allungare nella classifica piloti. 

Le Ferrari invece sono riuscite a disputare una buona sprint race, limitando i danni arrivando con Charles Leclerc sesto, e Carlos Sainz settimo. Per la casa di Maranello ci saranno ottime possibilità di disputare una buona gara, lottando sia per i punti, che per il podio, considerando che la sfida sarà molto complicata. Ben figura il nostro Antonio Giovinazzi, terminato ottavo, in attesa della gara di domani. Assenti le due Alpine con Fernando Alonso, che è riuscito a piazzare la sua monoposto undicesima, e il francese Esteban Ocon tredicesimo.

Non è stata una sprint race fortunata per Pierre Gasly, finito fuori pista appena dopo la prima variante, provocando danni alla sua monoposto, ma per fortuna senza conseguenze, stesso discorso per Kubica.

Articolo Stefano Penner, foto Wikipedia.