Primo esame stagionale superato a pienissimi voti. Il Sassuolo espugna il centro sportivo Vismara battendo 2-0 il Milan nella 4^ giornata di Serie A femminile. Le ragazze di mister Piovani, ancora a punteggio pieno, continuano ad infrangere barriere che fino a poco tempo fa parevano insormontabili. Le neroverdi non erano mai riuscite a vincere contro le rossonere in Serie A, al massimo avevano strappato un pareggio contro l’attuale seconda potenza del campionato italiano. La favola dell’anno scorso pian piano comincia a tramutarsi in realtà affermata: il colpaccio contro il Milan è un avviso, le altre contendenti sono mezze salvate, almeno per ora.


Mister Piovani opta per un cambio di modulo, passando dal 4-3-1-2 al 3-5-2 provato nel secondo tempo contro la Sampdoria prima della sosta. Mihashi va a supporto di Dongus e Filangeri per fare guardia alla porta difesa da Lemey; sulle fasce Santoro e Philtjens avanzano a centrocampo, dove troviamo Dubcova, Parisi e Tomaselli; Clelland e Cantore la coppia d’attacco. La fascia di capitano passa da Filangeri a Parisi, tornata finalmente in piena forma dopo l’infortunio al crociato. Pochi cambi nell’undici di partenza delle rossonere, se non a centrocampo dove Cimini e Grimshaw trovano spazio per la prima volta da titolari in questa stagione. Molto pericoloso il tridente d’attacco: Boquete, Thomas e la capocannoniera del campionato Valentina Giacinti sommano insieme 10 gol in tre partite.


Il Milan parte per fare la partita, la difesa a tre neroverde funziona per resistere all’offensiva. Ma i primi 10 minuti non sono lo specchio dell’incontro che sta per prospettarsi. Se quell’inizio frenato è servito al Sassuolo per prendere le misure, allora bisogna dire che queste ragazze le hanno prese alla perfezione. Al 15° minuto Sofia Cantore riesce ad entrare in area e a servire con un cross morbido Dubcova, che con un pallonetto scavalca l’estremo difensore del Milan e della nazionale italiana. Il vantaggio delle neroverdi sorprende tutti e gela le avversarie: mai in questa stagione il Sassuolo femminile aveva sbloccato le marcature così presto e mai da inizio campionato le rossonere avevano mostrato un segno di cedimento. Ci si aspetta una reazione dalle padrone di casa, che non arriva per meriti di un’attentissima retroguardia neroverde, anche se talvolta ricorre a maniere troppo forti. Ma se è vero che in meno di mezz’ora di gioco Tomaselli e Dongus finiscono nel taccuino del direttore di gara, dall’altro lato della medaglia Giacinti e compagne vengono disinnescate per quasi tutta la partita. A quel punto il Sassuolo prova a sfruttare le ripartenze in velocità e sfiora il raddoppio in più occasioni, prima sfruttando ancora l’asse Cantore-Dubcova (palo), poi su contropiede di Clelland (fuori).


Il secondo tempo rispetta il copione del primo. Continua la chiusura impeccabile del Sassuolo in difesa, ma soprattutto dall’altra parte del campo arriva il raddoppio delle neroverdi su calcio d’angolo. Ancora una volta l’assist è di Cantore, Dongus di testa insacca e al 55° mette definitivamente in crisi le rossonere. È un Sassuolo che piace a tutti perché continua ad attaccare anche dopo il 70° nonostante il doppio vantaggio, oltretutto contro una big del genere. Sul finale di gara la stanchezza prende il sopravvento e le rossonere sciupano qualche occasione buona per accorciare le distanze, ma la palla non vuole entrare in rete.


Tanto per dare un’idea sull’impatto della vittoria, prima del fischio d’inizio il Milan si presentava con la miglior difesa del torneo, avendo subito soltanto tre tiri in porta (vuoi anche per avversarie di caratura inferiore); in 90 minuti il Sassuolo ha cancellato la statistica con cinque conclusioni nello specchio. Merito di una squadra solida dove, di partita in partita, qualcuna diversa spicca su tutte. Stavolta è il turno di Sofia Cantore, senza dubbio la migliore in campo per la sua capacità di stordire le tre centrali rossonere, e Tamar Dongus, muro in difesa e torre sui calci piazzati.


Aspettando la Lazio la prossima settimana, la domanda diventa lecita: questo Sasòl può davvero ambire a qualcosa di più del terzo posto della precedente stagione?

TABELLINO

MILAN-SASSUOLO 0-2

Marcatrici: 15’ Dubcova, 55’ Dongus

MILAN: Giuliani, Codina Panedas, Fusetti (59’ Arnadottir), Bergamaschi, Adami (72’ Andersen), Giacinti, Grimshaw (46’ Jane), Thomas (59’ Stalpelfeldt), Tucceri (72’ Longo), Agard, Boquete

A disposizione: Rizza, Morleo, Fedele,Cortesi

Allenatore: Ganz

SASSUOLO: Lemey, Philtjens, Parisi (82′ Brignoli), Mihashi, Dubcova, Cantore (87′ Ferrato), Tomaselli (73’ Orsi), Clelland (82′ Benoit), Santoro, Dongus, Filangeri

A disposizione: Da Canal, Pellinghelli, Cambiaghi, Binini, Lauria

Allenatore: Piovani

Arbitro: Sig. Bitonti di Bologna, assistenti Licari di Marsala e Nigri di Trieste

IV Ufficiale: Calzavara di Varese

Note: ammonite Tomaselli, Dongus, Codina Panedas

Fonte foto: sito Sassuolo