Atletica, Coppa Europa in Portogallo, settimo posto !

La Coppa Europa

La Fratellanza non è alle prime esperienze con questa prestigiosa manifestazione, che è accessibile ai vincitori dello scudetto in occasione della festa del cross. A Gubbio nel 2018 le Junior vinsero la classifica a squadre, trainate dalla fortissima Martina Cornia che fu seconda al traguardo lo scorso marzo. La storia recente della Fratellanza alla Coppa Europa per Club è iniziata qualche anno fa quando furono sempre le Junior, accompagnate da Gianni Ferraguti, a correre in Spagna. Nel 2015 invece la squadra pavullese seguita da Mauro Bazzani mise al collo la medaglia di bronzo in quel di Guadalajara e oggi un ottimo settimo posto.

Le atlete in gara

A guidare le junior giallo-blu non poteva mancare Martina Cornia, vice campionessa italiana di cross e campionessa italiana dei 10 km su strada e dei 3000 metri in pista. Con lei Bernadette Pulpito, Chiara Tognin e Chiara De Giovanni.

La gara

La partenza della squadra della Fratellanza dal box n°15 è stata favorevole essendo uno dei più esterni e in linea con la prima traiettoria. Dopo 300 metri sostenuti le atlete hanno notevolmente abbassato il ritmo impostando una gara tattica. Martina Cornia non ha accolto lo spunto delle avversarie: “La gara tattica non è il mio forte, ho preferito andare avanti per i fatti miei e tirare”. Gesto sinonimo di una certa maturità agonistica della modenese che ha iniziato a sfoltire il gruppo di testa facendo selezione, riducendo la testa della gara a solo sei atlete. Al secondo giro la turca Emine Akbingol, già terza all’Eurocross di Tillburg lo scorso dicembre, ha preso il comando della gara incrementando il ritmo. La Cornia, un po’ più cauta, ha lasciato qualche metro di vantaggio alle avversarie chiudendo in progressione gli ultimi 600 metri di gara che ha concluso al quarto posto finale con 15’17, arrivando a soli 10” dalla prima classificata. Molto bene anche il 24esimo posto di Bernadette Pulpito in 16’34”, a seguire 40esima Chiara Tognin 17’19”, 49esima Chiara De Giovanni 17’43”, per uno score finale di 117 punti. “Questa è stata una delle gare più belle di sempre, abbiamo dato il massimo per difendere al meglio i colori della Fratellanza” hanno raccontato in coro le ragazze, entusiaste dell’esperienza affrontata.

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, campionati italiani indoor

Dall’asta il miglior piazzamento di giornata

Non partiva coi favori del pronostico, ma con la decisa volontà di portare a casa un risultato importante l’astista della Fratellanza Sara Corradin, che ha chiuso al quinto posto la propria prova nella categoria Promesse. La gialloblù ha eguagliato il proprio personale valicando la misura di 3.40, prima di fermarsi coi tre errori a 3.55. Top ten e nono posto anche per l’altra portacolori modenese in gara, Anna Cicognani, con la misura di 3.20. Rimanendo sempre nell’asta undicesimo posto con 4.30 per Davide Tumbarello negli Juniores e diciassettesimo per Paolo Pavel Solieri. Sempre in tema di salti, ma passando all’alto gara difficile per Kelvin Purboo che si ferma a 1.94 e chiude sesto tra le Promesse. Medesimo piazzamento nelle Juniores per Nicole Romani, che valica tutte le misure fino all’1.67 al primo salto per poi arrestarsi all’1.70. Assieme a lei in gara Faye Tiddi, undicesima e Anna Bondi ventesima. Ultima gara di salti a tinte gialloblù il lungo femminile Juniores, con Bianca Mantovani quindicesima grazie alla misura di 5.32.

Velocità, sesti Iori e Fornasari

Livello che sale rispetto a dodici mesi fa nelle gare di velocità, ma gli atleti della Fratellanza si confermano nei piazzamenti di finale. Eleonora Iori non è al meglio della condizione e non riesce a confermare il successo del 2018 sui 60 piani Promesse, ma accede comunque alla finale che chiude al sesto posto in 7.67. Ottava la compagna Laura Fattori, mentre per un centesimo rimane fuori dalle prime otto Leonice Germini. Nella stessa categoria al maschile tre prove sostanzialmente identiche per Freider Fornasari, che centra la finale e conquista a sua volta il sesto posto in 6.93. Dodicesimo in 7.01 Matteo Ansaloni, mentre tra gli Junior non riesce ad esprimere il suo meglio Jeremy Caiumi che si ferma con 7.23 in semifinale. Chiudono il quadro dei velocisti le ragazze della categoria Junior, con Alessia Conciliano che si guadagna la Finale 2 dove chiude seconda in 7.85, mentre diciottesimo posto finale per Irene Pini con 7.97. In gara oggi anche le protagoniste della prova veloce più lunga ovvero i 400 metri: Elena Pradelli è dodicesima in 56.82 tra le Promesse, mentre ventesima in 58.57 è Anna Cavalieri nella stessa categoria.

Foto Fratellanza pagina FB

Atletica/Podismo, la corrida di S.Geminiano

Nzikwinkunda vince all’esordio


In un percorso accorciato di circa 400 metri a causa del ghiaccio, che ha reso impraticabile il sottopasso pedonale della tangenziale nei pressi del cinema Raffaello, ad imporsi nella combattuta gara maschile è stato il burundiano, in forza all’Atletica Casone Noceto, Onesphore Nzikwinkunda. L’atleta, tra i favoritissimi della vigilia, ha subito fatto selezione assieme al ruandese Primien Manirafasha, terzo nel 2018, e a Lorenzo Dini. Questo è stato anche l’ordine d’arrivo finale, che vede così il ritorno sul podio di un italiano che mancava da diverso tempo. Dini, atleta della Fiamme Gialle, è da qualche tempo seguito da Stefano Baldini, ultimo vincitore italiano della manifestazione nel lontano 1995, e si è trasferito assieme al fratello in Emilia per allenarsi proprio al Campo Comunale di Modena. Primo atleta modenese, invece, è Riccardo Tamassia, giunto decimo a tre minuti dal vincitore.

La carica dei non competitivi
Ma la Corrida non è solo una sfida fra atleti competitivi. A riscaldare una giornata iniziata con il sole e poi mutata in un clima tipicamente invernale ci hanno pensato i circa 4000 modenesi che hanno animato prima le strade del centro storico e poi il percorso che portava fino a Cognento e ritorno. Tante anche le famiglie ed i bambini che hanno preso parte alla Mini Corrida sui tre chilometri, per un fiume in piena di persone che ha affollato per quasi due ore la zona d’arrivo posta all’interno del Parco Novi Sad.

Foto Wikipedia.

Atletica/Podismo, la corrida di S. Geminiano

La Corrida dei Big


Da sempre la Corrida di San Geminiano è sinonimo di quantità e qualità degli iscritti. Si contano già più di 5000 partenti, tra di loro spiccano una decina di nomi che stanno facendo scrivere la storia dell’atletica italiana. In campo femminile sarà una gara piena come non mai di contenuti tecnici e sarà battaglia aperta tra Valeria Straneo della Laguna Running SSD, seguita da quest’anno dal campione olimpico di maratona Stefano Baldinj, Anna Incerti delle Fiamme Azzurre, Giovanna Epis dei Carabinieri. Oltre a loro ci saranno le giovani leve del mezzofondo azzurro, ma già capaci di distinguersi in manifestazioni internazionali come la siepista Isabel Mattuzzi e la soldatessa Ilaria Fantinel. Per la Fratellanza proverà ad emergere Maria Chiara Cascavilla. 

Al maschile occhi puntati sul finanziere Lorenzo Dini, il livornese molte volte in maglia azzurra che da qualche mese ha preso pianta stabile in Emilia per collaborare, dal punto di vista tecnico, con Stefano Baldini avvalendosi del Campo Comunale di via Piazza. Ad animare la sfida ci sarà anche Giuseppe Gerratana dell’Areonautica e non mancheranno gli africani, tra cui il ruandese Primien Manirafasha, capace di conquistare la terza piazza lo scorso anno e segnalato in ottimo stato di forma. All’esordio alla Corrida, ma sicuramente tra i favoriti, ci sarà l’atleta nativo del Burundi e attualmente in forza all’Atletica Casone Noceto Onesphore Nzikwinkunda, vincitore dei campionati italiani assoluti su strada sui 10 chilometri andati in scena ad Alberobello nello scorso 2018. Per lui anche un personale di 2h12:11 nella maratona realizzato a novembre ad Istanbul.

Foto Wikipedia.

Atletica, indoor Modena sempre presente

Indoor Modena


Continuano i bei risultati targati Fratellanza nell’impianto indoor del Campo scuola di Modena. La schiera giallo-blu è riuscita a salire sul podio anche in diverse gare dei concorsi che si sono svolti nella domenica pomeriggio. Nel salto triplo vittoria per la promessa Costanza Gavioli con 12,34 metri realizzati al sesto tentativo, misura che ha dato un valore tecnico alla gara, ma che Costanza non necessitava per vincere la gara già in pugno dal quarto salto, dove con la misura di 12,05 aveva messo il suo nome in cima alla lista della classifica finale di gara. Negli Allievi seconda piazza per Francesco Ferrari che saltando 13,14 metri migliora notevolmente il suo record personale. Nel salto con l’asta Junior secondo posto per Davide Tumbarello che ha valicato i quattro metri e venti al primo tentativo, mentre tra le Promesse donne Sara Corradin conquista un altro titolo superando nettamente, con 3.10 la rivale del Cus Parma Francesca Foppiani

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, appuntamenti del week end

La pista Indoor di Modena assegna i primi titoli del 2019
Prime gare del 2019 che assegnano titoli nell’impianto Indoor di Modena che, come ogni anno, è già teatro di una fitta serie di meeting invernali. Nel weekend al Campo Comunale di atletica leggera si disputeranno i campionati regionali validi per le categorie giovanili Allievi, Juniores e Promesse con oltre 550 atleti in gara. Come solito il programma prevede nella giornata di domani le prove di velocità sui 60 metri e il salto in alto maschile e femminile, mentre domenica spazio a tutte le restanti gare di salto.

Per quanto riguarda la Fratellanza, come sempre folto l’elenco dei partecipanti alle varie prove in calendario. Per quanto riguarda la velocità le maggiori speranze sono riposte nella categoria Junior, con Jeremy Caiumi accreditato del miglior tempo, e in quella Promesse con Matteo Ansaloni. In campo femminile, invece, si attendono conferme tra le Allieve da Sandra Milena Ferrari, vincitrice a Parma e Modena delle prime gare disputate in maglia gialloblù rispettivamente sui 50 metri e sui 60 ostacoli. Salendo di età e arrivando alle Juniores duello casalingo fra Alessia Conciliano ed Irene Pini, per poi arrivare alle Promesse dove comanda il terzetto modenese formato da Eleonora Iori, Leonice Germini e Laura Fattori. Negli ostacoli voglia di riscatto per Ethan Mazzanti dopo la caduta in finale nel meeting della scorsa settimana, mentre tra le donne ci saranno Ludovica Di Bitonto nella categoria Allieve e Hope Maiolo tra le Juniores.

Ultima gara di domani sarà quella di salto in alto. Benedetto Tincani è il miglior accredito in casa gialloblù tra gli Allievi, mentre tra le Juniores attenzione puntata sulla crescita di Nicole Romani e sulla prova di Faye Tiddy alle prime gare in categoria. Per quanto riguarda gli appuntamenti di domenica, invece, si preannunciano gare importanti nell’asta con Davide Tumbarello e Paolo Pavel Solieri che si presentano con il medesimo accredito tra gli Junior, mentre Francesco Lama è il miglior accredito tra le Promesse. Tra le donne, invece, si attende la prova di Giulia Cassanelli nelle Allieve e Sara Corradin nelle Promesse. Per i salti in estensione, infine, al maschile in gara Francesco Ferrari nel triplo Allievi e Patrick Girotti in entrambe le prove Juniores. Decisamente più folta, invece, la pattuglia al femminile con Martina Berni miglior accredito al femminile nel lungo Allieve, Alessia Corni nel triplo Allieve, Bianca Mantovani nel lungo Juniores e Costanza Gavioli nel triplo Promesse.

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, un po’ di risultati

Si è chiuso con una domenica di successi il weekend di gare per gli atleti della Fratellanza 1874. Nella seconda giornata del Meeting di Modena, dedicata ai salti, si impongono Francesco Lama nell’asta e Costanza Gavioli nel salto triplo. Ad Ancona si scaldano i quattrocentisti.

Modena, successi di Lama e Gavioli
Una vecchia conoscenza che torna a vestire il gialloblu ed una nuova arrivata subito vincente. Nella domenica dedicata ai salti al Meeting di Modena a prendersi il proscenio sono Francesco Lama nel salto con l’asta e Costanza Gavioli nel salto triplo. Per Lama inizia con il piede giusto il 2019 che lo vede di nuovo in forza alla società geminiana dopo l’esperienza in Aereonautica. La misura di 4.60, trovata al secondo tentativo, è sufficiente a garantirgli il successo finale. Da segnalare anche il quinto posto dello Junior Davide Tumbarello con il suo 4.20. Ancora in pieno rodaggio Sara Corradin nell’asta femminile, che raggiunge la quota di 2.95 per il sesto posto in classifica.


Il secondo successo di giornata, invece, arriva dal salto triplo con Costanza Gavioli che migliora la prestazione di una settimana fa salendo a 12.21 metri. Un avvio di stagione Indoor ottimo per la neo gialloblù, poi a completare il quadro il salto in lungo dove Bianca Mantovani chiude terza assoluta con 5.50 metri, eguagliando il primato personale. Una prestazione che gli vale anche il primo posto tra le Juniores in gara.

Ancona, iniziano i test veri per i quattrocentisti :


Rappresentativa gialloblu in gara ieri anche sulla pista Indoor di Ancona, che ha visto protagonista tra gli altri il velocista azzurro numero uno Filippo Tortu. Sui 60 metri piani si sono misurate Irene Pini e Alessia Conciliano che hanno chiuso le batterie con i crono rispettivamente di 7.89 e 7.96 per un tredicesimo e diciannovesimo posto assoluto. Tanti, invece, i quattrocentisti in gara: in campo maschile il migliore è Luca Calvano, tredicesimo con il tempo di 50.61, mentre in quello femminile la prima modenese è Elena Pradelli, dodicesima, con 57.99.

Giacobazzi 14esimo alla Vallagarina :


Ancora una sfida internazionale per Alessandro Giacobazzi, in gara al 42° Cross della Vallagarina. Alle porte di Rovereto è andato in scena il tradizionale appuntamento che in campo assoluto maschile ha visto trionfare l’etiope Telahun Bekele, già vincitore dell’ultima edizione. Il maratoneta pavullese, attualmente in forza all’Aereonautica Militare, ha concluso con un ottimo quattordicesimo posto i nove chilometri del percorso con il tempo di 29:21.

Foto pagina FB Fratellanza.