GP Barcellona, vittoria per Marquez il gp della Catalogna

Moto3 : Gara ad eliminazione per guasti tecnici e cadute in serie. Passo lento fino a 6 giri dalla fine quando i primi cominciano ad allungare il passo. Al termine di un ultimo giro da infarto, primo Ramirez, secondo Canet e terzo Celestino Vietti. Canet nuovo leader del Mondiale. 


Moto2: Marquez, Luthi, Navarro compongono il podio di Barcellona, peccato per le cadute di Baldassarri e Di Giannantonio che erano in lotta per il podio, quinto  Bastianini e sesto Marini sono la magra consolazione della pattuglia Italica. 

MotoGp: Incomprensibile errore di Lorenzo che in frenata travolge Dovizioso e Vinales facendo cadere anche Rossi che incolpevole centra la Ducati a terra rompendo la pedana del cambio. Marquez si salva e va a vincere senza avversari, dietro le “scaramucce” tra Petrucci, Quartararo e Rins permettono al leader del Mondiale di impostare una gara solitaria. Peccato perché questa poteva essere una battaglia ad allontanare spettacolare tra i migliori piloti del mondo invece…..

Si conclude un tris di gare amaro per le Moto ed i piloti Italiani, sul podio, sul gradino più alto, solo spagnoli.

Foto Wikipedia.

Formula Uno, in Canada vince Hamilton tra mille polemiche

Una super Ferrari domina la gara con Vettel primo e Leclerc terzo ma inspiegabilmente la direzione gara ruba letteralmente la vittoria a Vettel per consegnarla ad Hamilton in modo ignobile. Vettel è andato lungo alla prima chicane ed ha tenuto la macchina sull’erba,  Hamilton invece di stringere ha allargato chiedendo poi subito la penalità . Gara rovinata, spettacolo falsato.  Vettel infuriato leva il cartello del primo dalla Mercedes e lo mette sulla Ferrari.Il pubblico fischia il podio falso. 

Foto Wikipedia.

Ferrari GP Canada, risorgono le Ferrari

Risorge la Ferrari sul circuito dedicato all’indimenticabile Gilles Villeneuve. Vettel conquista la Pole position con un ultimo giro magistrale davanti ad Hamilton e Leclerc. Verstappen non è nemmeno nei primi dieci mentre Bottas fa un errore e parte quinto. Ferrari molto veloci in rettilineo e stavolta le gomme sembrano funzionare bene.

Foto Wikipedia.

Moto GP Mugello, festa azzurra con la vittoria di Petrucci

Moto3: La legge del Mugello premia Tony Arbolino che esce dall’ultima curva incollato a Lorenzo Dalla Porta che aveva dominato fin lì. La scia porta Tony a vincere per 29 millesimi di secondo. Completa il podio lo spagnolo Masia che getta il cuore e la ruota davanti oltre ogni Ostacolo. Da rimarcare la condotta di Foggia e Canet che con le KTM avevano un motore inferiore al parterre di Honda velocissime. Grave svista della direzione Gara che sfuma l’inno Italiano. ..nel Gp.Italiano…vinto da pilota Italiano. 


Moto2: Pesca il jolly Alex Marquez che tra i due litiganti, Marini e Luthi, gode prendendo un vantaggio risicato ma sufficiente a conquistare la vittoria al Mugello.  Prestazione esaltante di Baldassarri che partendo diciottesimo termina quarto e Di Giannantonio che dopo un contatto al via risale a suon di sorpassi come Bastianini.  Classifica mondiale compressa e grande spettacolo.  

MotoGp: Come per Arbolino in Moto3 Danilo Petrucci si piazza al primo posto davanti a Marquez e Dovizioso. Quarto Rins che tiene il passo in curva buscandole sonoramente in rettilineo. Tutta la gara in fila e tirando allo spasimo, è mancato Valentino Rossi a completare la lotta tra Titani umiliato da una Yamaha inguidabile fino al l’inevitabile caduta. Bravissimo anche Pecco Bagnaia fino all’errore alla Bucine, veloce quanto i primi della classe. 

Foto Wikipedia.

Formula Uno, Ferrari arrancano anche oggi

Scongiurato il previsto trenino da imprevisti che hanno vivacizzato non poco il gran premio. Pochi decimi di secondo hanno separato i primi quattro al traguardo. 

Hamilton prende il via dalla Pole position e guida la corsa a ritmo blando ma dietro, al primo pit stop, Verstappen e Bottas vanno a contatto in corsia box, Verstappen viene penalizzato mentre Bottas fora e finisce dietro Vettel.

Il podio quindi vede la Ferrari seconda e sul podio finalmente mentre Leclerc ci fa sognare con due sorpassi da Campionissimo prima di cedere le armi anche lui per una foratura con danni al fondo dell’auto. Hamilton si invola in Campionato ma oggi la Ferrari ha salvato degnamente l’onore del suo nome. 

Foto Wikipedia.

Vince sempre lui : Marquez !

Moto3: al via prende la testa il Giappo-Riccionese Suzuki del Team Sic 58 e sembra averne il controllo fino a 6 giri dalla fine quando scivola in variante. Il gruppo si ricompatta e va a vincere in volata lo scozzese McPhee davanti a Dalla Porta e Canet. 

Moto2: Alex Marquez brucia il Pole Man Navarro al via e si invola dominando la gara. Cadono tutti I piloti italiani di vertice anche se non piove, così il podio si completa con Augusto Fernandez. Ottimo Bastianini che parte 18esimo ed arriva ottavo e miglior Rookie. 

MotoGp : Nulla possono le velocissime Ducati contro Marquez che vince anche qui nonostante la bagarre iniziale con Miller. Rossi fa miracoli portando al quinto posto una Yamaha motorizzata con un 50 cc Piaggio e comunque prima Yamaha al traguardo. Sensazionale anche Pol Espargaro con la Ktm che finalmente ottiene un prestigioso 6 posto. Dovizioso e Petrucci salgono quindi del podio dopo alcuni sorpassi sempre sicuri e leali, da bravi compagni di squadra. 

Foto Wikipedia.

Le Ferrari deludono anche in Spagna

Qualifiche dominate dalle due Mercedes con Bottas che parte in Pole position grazie ad un errore di Hamilton nel giro decisivo. Tra le funzioni Ferrari si inserisce Verstappen a causa di un dritto di Leclerc che rovina il fondo dell’auto. La gara non ha storia se non per determinare la vittoria di Hamilton che passa subito Bottas al via poi va liscio fino al traguardo. Verstappen resta terzo nonostante un’ errata strategia di gomme poi risolta grazie all’uscita della safety car. Inutili le strategie e le doti di guida dei Piloti di Maranello, le Ferrari anche oggi erano di serie B.

Foto Wikipedia.