Ping Pong, torneo dello scorso week end

Manzolino, Campionati Regionali 2019

Il miglior risultato, per i modenesi, è stato centrato da Tommaso Seidenari, il quale, a conferma delle ottime prestazioni fornite durante la stagione nel campionato di B1, si è aggiudicato l’oro nella competizione di Terza Categoria, con una strabiliante rimonta da 0-2 a 3-2 in
semifinale contro il bolognese D’Amore, per poi aver ragione in finale del giovane forlivese Monaco con un agevole 3-0.

Buona gara di Tommy Seidenari anche nell’Assoluto, dove, nel girone di qualificazione, ha
addirittura battuto il campagno di squadra Federico Bacchelli che era dato tra i favoriti e che alla fine si è dovuto accontentare del bronzo, dopo la sconfitta per mano del parmense Carboni, a sorpresa, vincitore del titolo.

Campionato Nazionale Forense: il pala-tennistavolo di Via del Lancillotto ha visto darsi battaglia i giuristi provenienti da tutta Italia. Il foro modenese, presente con ben due formazioni, ha ottenuto un ottimo argento con la squadra formata da Giovanni Bisi, Fabio Benatti e Michele Corradi, che hanno superato, in sequenza, Bologna nei quarti e Genova in semifinale, prima di arrendersi in finale ai colleghi del Salento, al termine di un avvincente incontro perso con un tirato 3-2.

Open di Forte dei Marmi : Vittorio Mirabella ha raggiunto i quarti di finale.

Foto Wikipedia.

Ping Pong, 5° giornata di ritorno

A2: Lo scontro al vertice per incoronare la candidata alla promozione nella massima serie si è risolto a favore della formazione di Genova. Alla Widiba, non sono bastate le mura amiche e un super Marco Sinigaglia, autore di una memorabile doppietta, per avere ragione dei liguri, i quali, imponendosi per 4-2, diventano gli indiziati assoluti per la vittoria finale del girone, mentre i rossoneri sono scivolati adesso al terzo posto, superati anche da Torino. A secco, purtroppo, Federico Bacchelli e, stranamente, Matteo Gualdi, ma occorre considerare il valore assoluto degli avversari.

B1: sconfitta interna anche per la Zerosystem, anche se il 5-3 rimediato con Brescia non sposta gli equilibri in classifica essendo oramai matematica la salvezza. Due punti per Tommy Seidenari, uno per Lorenzo Guercio, a vuoto Alessandro Bisi.

B2: retrocessione certa, per la Cast Group, che, falcidiata dagli infortuni, ha perso anche col fanalino di coda Chiavari per 5-3, non sono stati sufficienti, difatti, i due punti di Matteo Pecchi e quello di capitan Liambo, data l’indisponibilità di Mundo e Casini.

C1: importante successo per 5-1, contro Chiavari, della Metalparma, che mantiene così vivo un ultimo lumicino di speranza in ottica salvezza. Solito en plein di Marco Roncaccioli, prima doppia stagionale per Marco Piacente e un punticino anche per Vittorio Mirabella. La Keratrans ha incassato invece un prevedibile 5-2 in casa della capolista Verona, ancora imbattuta in campionato: punti della bandiera messi a segno solo da Michele Mirabella, stranamente al palo, invece, Lorenzo Cammarano e Daniele Rossi.

C2: dopo la sconfitta a Cortemaggiore per 5-3 nello scontro diretto, la Bper ha visto sfumare in modo definitivo la possibilità di agguantare i play off; due centri per Giancarlo Patera, uno per Tiziano Bacchelli, in bianco invece Carlo Presta.

D1: entrambe vittoriose, al foto finish, le formazioni villadoriane di D1 ed entrambe ancora in corsa per gli spareggi promozione. La Pfm ha vinto per 5-4 a Cadelbosco con una gran tripletta di Stefano Varisco, cui si sono aggiunti i punti di Fabio Benatti e Rino Liambo. L’Alfa Auto ha avuto invece ragione per 5-4 di Ferrara, contro cui hanno timbrato due volte Johnny Contreras e Riccardo Franchini e una volta Marco Sanfilippo.

D2: bel successo per i rossoneri contro Cadelbosco, con un 5-2 che lascia ancora aperte le porte per i play off. Due punti per Michele Maiellano e Francesco Cammarano e uno per Giuseppe Sturiale.

D3: orfana di capitan Tioli, la squadra ha perso per 5-1 contro Reggio Emilia, punto della bandiera di Michele Corradi, a secco Kevin Iacono e Davide Monari.

Foto Wikipedia.

Ping Pong, Lignano Sabbiadoro, campionato giovanile

Lignano Sabbiadoro (Udine): dal 20 al 24 marzo, si è svolta a Lignano Sabbiadoro un’importante manifestazione giovanile di tennistavolo, l’Italian Junior & Cadet Open Premium Circuit, che ha visto scendere in campo le promesse provenienti dai più importanti paesi del mondo sotto il profilo pongistico, Cina inclusa.

Unico rappresentante villadoriano, Daniele Rossi, che ha fatto così il suo esordio sul
prestigioso palcoscenico internazionale. Lorenzo Ragni, suo tecnico per l’importante appuntamento, si è dichiarato soddisfatto, anche se l’impresa è stata solo sfiorata. Il rossonero, difatti, nella gara individuale Cadet, in girone, ha perso col fortissimo spagnolo Lillo, poi ha vinto in rimonta da 0-2 contro lo sloveno Smodis, ma si è fatto scippare la qualificazione al tabellone principale dall’ungherese Szantosi, al termine di
un tiratissimo incontro perso per 3-2.

Daniele ha inoltre partecipato anche alla gara a squadre, ma la formazione azzurra è uscita sconfitta per 3-1 contro la Slovacchia e per 3-0 contro la Svizzera. Meglio è andata in doppio, dove l’atleta modenese, in coppia col lombardo Luca Bersan, ha superato per 3-2 la coppia anglo-sanmarinese Rayner-Morri, per poi essere eliminata dagli inarrivabili romeni Bujor-Chirita.

Torneo regionale giovanile Manzolino. Nella gara Ragazzi, Davide Monari e Kevin Iacono hanno superato i propri gironi di competenza prima di fermarsi al primo turno del tabellone principale. Riccardo Franchini, tra gli Juniores, non è invece andato oltre il girone di qualificazione.

Foto Wikipedia.

Quarta giornata di ritorno Ping Pong

A2: grazie al bel successo interno per 4-1 su Castelgoffredo, la Widiba ha riconquistato la vetta del girone. Un successo della squadra, dato che tutti sono andati a segno: capitan Sinigaglia due volte, Matteo Gualdi, ancora imbattuto nel girone di ritorno, e Federico Bacchelli, autore di una rimonta da cardiopalma contro Bressan.

Nel frattempo, i “cugini” di Reggio Emilia hanno battuto a sorpresa la capolista Genova,
consentendo il sorpasso da parte dei rossoneri e Torino, con una situazione al vertice alquanto complicata, che vede adesso quattro squadre in due punti a contendersi il primato ed il prossimo turno, ad inizio aprile,vedrà proprio la Widiba di fronte ai liguri (che devono comunque recuperare una partita).

B1: dopo tre successi consecutivi, la Zerosystem si è dovuta arrendere, in casa, al cospetto di Novara, prima della classe, per 5-2, non senza qualche rimpianto per un paio di match sfuggiti di un soffio a Lorenzo Guercio e Tommy Seidenari, dopo la bella prestazione, in partenza, di capitan Vai contro il fuoriclasse egiziano Kalem.

B2: nulla ha potuto la Cast Group, che in formazione ampiamente rimaneggiata ha incassato un sonoro 5-1 casalingo da Castelgoffredo, punto della bandiera di Matteo Pecchi e retrocessione ad un passo.

C1: la Metalparma non ha saputo capitalizzare la memorabile tripletta di Marco Roncaccioli contro Prato, terza in classifica, per un 5-4 che ha lasciato molto amaro in bocca, un solo punto di Vittorio Mirabella, a secco Marco Piacente e situazione di classifica sempre più delicata.

La Keratrans ha interrotto la sua lunga striscia positiva nel derby contro Reggio Emilia che si è imposta per 5-3: due punti di Michele Mirabella, uno di Daniele Rossi, al palo Lorenzo Cammarano, che peraltro ha perso i rispettivi incontri al foto finish.

C2: la Bper, grazie al successo per 5-2 a Piacenza, torna a respirare aria di play off: ancora una tripletta per Giancarlo Patera, un punto per Tiziano Bacchelli e primo centro stagionale per Carlo Presta.

D1: confermano la seconda piazza nei rispettivi gironi, anche se in coabitazione, le formazioni di D1. La Pfm grazie al successo per 5-2 nel derby contro Carpi (tre centri Stefano Varisco, due Fabio Benatti, in bianco capitan Liambo); l’Alfa Auto grazie al 5-0 rifilato a Rimini (doppia di Maurizio Piccinini e Johnny Contreras e un punto anche per Riccardo Franchini).

D2: raggiunto il secondo posto in classifica dopo il cappotto per 5-0 nel derby contro la Cdr Taccini, con due centri per Cammarano Francesco e Michele Maiellano e uno per Giuseppe Sturiale.

D3: i rossoneri hanno perso per 5-1 a Parma, punto della bandiera di capitan Tioli, a vuoto Kevin Iacono e Michele Corradi.

Foto Wikipedia.

Torneo di Terni, ping pong assoluto !

Terni Assoluto: Matteo Gualdi ha superato il proprio girone come secondo, ma si è fermato al primo turno contro il giovane nigeriano Hassan; stessa sorte per Federico Bacchelli, sconfitto dal vincitore finale del torneo, il genovese Puppo, col quale dovrà presto vedersela anche in campionato di A2 per lo scontro promozione decisivo; fuori al primo turno pure Marco Sinigaglia, eliminato dal lombardo Bressan.

Non è andata meglio a Lorenzo Guercio e Roberto Vai, che non hanno superato il proprio girone e si sono fermati al secondo turno del tabellone di consolazione.

Terni Terza categoria: hanno superato i rispettivi gironi Alessandro Bisi e Michele Mirabella, sconfitti poi nei sedicesimi di finale, e Matteo Pecchi, che è arrivato sino agli ottavi.

Nove (Vicenza) Quarta categoria: Tiziano Bacchelli, veramente per un soffio, non ha superato il proprio girone.

Foto Wikipedia.

Ping Pong, campionato : quarta di ritorno

A2: grazie al bel successo interno per 4-1 su Castelgoffredo, la Widiba ha riconquistato la vetta del girone. Un successo della squadra, dato che tutti sono andati a segno: capitan Sinigaglia due volte, Matteo Gualdi, ancora imbattuto nel girone di ritorno, e Federico Bacchelli, autore di una rimonta da cardiopalma contro Bressan. Nel frattempo, i “cugini” di Reggio Emilia hanno battuto a sorpresa la capolista Genova, consentendo il sorpasso da parte dei rossoneri e Torino, con una situazione al vertice alquanto complicata, che vede adesso quattro squadre in due punti a contendersi il primato ed il prossimo turno, ad inizio aprile, vedrà proprio la Widiba di fronte ai liguri (che devono comunque recuperare una partita).

B1: dopo tre successi consecutivi, la Zerosystem si è dovuta arrendere, in casa, al cospetto di Novara, prima della classe, per 5-2, non senza qualche rimpianto per un paio di match sfuggiti di un soffio a Lorenzo Guercio e Tommy Seidenari, dopo la bella prestazione, in partenza, di capitan Vai contro il fuoriclasse egiziano Kalem.

B2: nulla ha potuto la Cast Group, che in formazione ampiamente rimaneggiata ha incassato un sonoro 5-1 casalingo da Castelgoffredo, punto della bandiera di Matteo Pecchi e retrocessione ad un passo.

C1: la Metalparma non ha saputo capitalizzare la memorabile tripletta di Marco Roncaccioli contro Prato, terza in classifica, per un 5-4 che ha lasciato molto amaro in bocca, un solo punto di Vittorio Mirabella, a secco Marco Piacente e situazione di classifica sempre più delicata.

La Keratrans ha interrotto la sua lunga striscia positiva nel derby contro Reggio Emilia che si è imposta per 5-3: due punti di Michele Mirabella, uno di Daniele Rossi, al palo Lorenzo Cammarano, che peraltro ha perso i rispettivi incontri al foto finish.

C2: la Bper, grazie al successo per 5-2 a Piacenza, torna a respirare aria di play off: ancora una tripletta per Giancarlo Patera, un punto per Tiziano Bacchelli e primo centro stagionale per Carlo Presta.

D1: confermano la seconda piazza nei rispettivi gironi, anche se in coabitazione, le formazioni di D1. La Pfm grazie al successo per 5-2 nel derby contro Carpi (tre centri Stefano Varisco, due Fabio Benatti, in bianco capitan Liambo); l’Alfa Auto grazie al 5-0 rifilato a Rimini (doppia di Maurizio Piccinini e Johnny Contreras e un punto anche per Riccardo Franchini).

D2: raggiunto il secondo posto in classifica dopo il cappotto per 5-0 nel derby contro la Cdr Taccini, con due centri per Cammarano Francesco e Michele Maiellano e uno per Giuseppe Sturiale.

D3: i rossoneri hanno perso per 5-1 a Parma, punto della bandiera di capitan Tioli, a vuoto Kevin Iacono e Michele Corradi.

Foto Wikipedia.

Ping Pong, Campionati Assoluti 1° marzo

A Bolzano, sono scesi in campo i migliori giocatori italiani per contendersi il titolo tricolore 2019. Folta la schiera dei modenesi che hanno partecipato alla più importante manifestazione pongistica della stagione, ma, ancora una volta, l’unico a salire a podio è stato Paolo Bisi, che ha così aggiunto altri titoli al suo già invidiabile palmares: argento nel doppio misto in coppia con l’altoatesina Debora Vivarelli; bronzo nel
doppio maschile, in coppia col lombardo Marco Rech.

Infine, podio sfiorato nel singolo maschile, dato che la sua corsa si è interrotta ai quarti di finale per mano del cinque volte campione d’Italia Bobocica.


Non hanno invece superato i propri gironi Marco Sinigaglia, Lorenzo Ragni, per un soffio, e Matteo Gualdi, quest’ultimo, peraltro, proveniente dagli estenuanti turni di qualificazione, che sono invece stati fatali per Lorenzo Guercio.

Foto Wikipedia.

Ping Pong, tornei febbraio

Terni Assoluto: tra i numerosi atleti modenesi presenti, quello che ha ottenuto il risultato migliore è stato Paolo Bisi (che milita nella formazione di Roma di serie A1), battuto ai quarti di finale dal fortissimo cinese
Chen, poi finalista. Lorenzo Ragni e Marco Sinigaglia, invece, dopo essersi aggiudicati i rispettivi gironi di qualificazione, si sono fermati solo al secondo turno dell’eliminazione diretta.

Roberto Vai e Federico Bacchelli non hanno superato i propri gironi e si sono dovuti accontentare del tabellone di consolazione, in cui sono andati avanti, rispettivamente, sino al secondo e primo turno.

Terni Terza Categoria: Matteo Pecchi, secondo nel proprio girone, non è andato oltre il primo turno dell’eliminazione diretta.

Coccaglio (Bs) Quarta Categoria: Francesco Mundo e Daniele Rossi, in doppio, hanno raggiunto i quarti di finale. Poi Rossi è arrivato sino alla finale, giocandosela alla pari anche col numero uno del ranking, il
sedicenne lombardo Stefano Moras, vittorioso alla fine con un tirato 3-2. Mundo, invece, si è fermato appena al primo turno del tabellone principale.

Provinciale Modena: tra le mura amiche, si è imposto Luigi Sala nella gara Terza e Quarta Categoria, dopo aver superato, tra l’altro, il compagno di club Marco Piacente.

Foto Wikipedia.

Ping Pong, le ultime sul tennis-tavolo

Doppio maschile: Francesco Mundo e Daniele Rossi si sono laureati campioni regionali 2019 di doppio maschile quarta Categoria, al termine di un’accesa finale, in cui hanno superato per 3-2 la testa di serie numero uno della manifestazione, i forlivesi Tosatti e Venturini. Fuori al primo turno, invece, Vittorio Mirabella e Tiziano Bacchelli.

Singolo maschile: Francesco Mundo e Daniele Rossi, dopo essersi aggiudicati i rispettivi gironi, si sono fermati solo agli ottavi di finale, Mundo sconfitto dall’espertissimo bolognese Onofri e Rossi dal carpigiano
Campagnoli, al termine, peraltro, di un match assai combattuto. Vittorio Mirabella ha perso al primo turno in tabellone, Tiziano Bacchelli non ha superato il proprio girone di qualificazione.

Foto Wikipedia.

Ping Pong, ultima giornata del girone di andata

A2: la Widiba ha ottenuto l’ennesimo pareggio della propria stagione sul campo del forte Cus Torino, rimanendo, se non altro, in contatto con le zone alte della classifica. Due punti del solito Marco Sinigaglia e uno di Matteo Gualdi, mentre è andato in bianco Federico Bacchelli, questi ultimi due, peraltro, entrambi battuti dal fortissimo campione slavo Sorbalo.


B1: la Zerosystem, orfana di capitan Vai, ha rimediato un sonoro 5-0 a Biella dove sono scesi in campo Tommaso Seidenari, Lorenzo Guercio e Alessandro Bisi.


B2: la Cast Group, assente Alessandro Casini, è stata sconfitta per 5-1 a Cortemaggiore e si ritrova così al penultimo posto in classifica. Punto della bandiera per Matteo Pecchi, a vuoto Francesco Mundo e capitan
Raffa Liambo.


C1: oscar della giornata per Marco Roncaccioli, che ha trascinato alla vittoria la Metalparma nel decisivo scontro salvezza sul campo dello Spezia. Il combattuto 5-4 è maturato grazie alla sua memorabile tripletta,
infarcita dalla prima doppietta stagionale del redivivo Luigi Sala, al palo capitan Mirabella.


Battuta d’arresto, invece, per la Keratrans, sconfitta in casa per 5-2 dal Castelgoffredo: solo un punticino per ciascuno da parte di Lorenzo Cammarano e Michele Mirabella, a secco Daniele Stanga.


C2: la Bper ha superato per 5-2 il fanalino di coda Sermide e continua a volare alto. Ancora un en plein da parte di Giancarlo Patera e due punti anche per Tiziano Bacchelli, mentre resta alla ricerca del primo
successo Carlo Presta.


D1: l’Alfa Auto è andata a vincere per 5-2 sul parquet della Fortitudo Bologna, triplete per Johnny Contreras e due per Maurizio Piccinini, nulla da fare invece per Umberto Bertacchi. L’altra formazione rossonera si è
imposta invece per 5-3 sul Casalgrande grazie ad una bella prova di squadra: due centri per Cristina Triboi e Stefano Varisco e uno per Fabio Benatti.


D2: punti pesanti, a Manzolino, con un 5-3 che porta ancora la firma di Willy Maugeri (tre punti) e Michele Maiellano (due centri), a vuoto Giuseppe Sturiale.


D3: contro il Cadelbosco, non sono bastati i tre punti di capitan Tioli, perché i giovanissimi Davide Monari e Kevin Iacono non hanno portato, stavolta, fieno in cascina

Foto Wikipedia.