Il punto sul Carpi

La stagione è terminata, con la retrocessione in serie C. I bianco rossi si stanno allenando e lo faranno fino alla metà giugno. Nei giorni scorsi è arrivata la notizia di Bonacini : la sua gestione è conclusa. Inizio di una nuova era, e la fine di un ciclo.

Bonacini ha mostrato la delusione, ma anche parlato di fattori positivi. Nelle sue mani il Carpi era in C, arrivando fino in serie A, giocando anche a buon livello in B, con i conti a posto puntando sempre sui giovani.

Ora come spesso accade con le retrocessioni, molti pezzi pregiati lasceranno l’Emilia, per andare in serie B o addirittura in A, il mercato deve ancora iniziare, ma sarà un’estate rovente a tinte bianco rosse.

Bisogna anche trovare un allenatore in grado di riportare il Carpi in B , e ritrovare serenità.

Siamo solo alla fine di maggio, tra giugno e luglio capiremo giorno per giorni gli sviluppi e la ricostruzione del nuovo Carpi, sperando che ritorni protagonista a buoni livelli, una squadra, una favola, ammirata dall’intero panorama calcistico italiano.

Foto sito Carpi.

Carpi, è finita l’era Bonacini

Le dichiarazioni principali dell’azionista di maggioranza e Ad biancorosso Stefano Bonacini nella conferenza stampa di questa mattina:

“Dopo 11 anni, il nostro percorso di esaurisce qui, dopo una retrocessione amarissima. Abbiamo iniziato tra amici, abbiamo fatto un percorso straordinario, una favola che resterà sempre nei nostri cuori. Ma è venuto il momento di passare la mano. Lasciamo una Società sana, ma purtroppo la città non ha assecondato e condiviso il nostro progetto”.

“La città ha perso una grandissima occasione con la Serie A e la Serie B. Negli ultimi tempi ne ho sentite troppe. Accetto le critiche su centravanti, portieri o altre scelte tecniche sbagliate. Ma quando sento dire che noi soci abbiamo usufruito di risorse del Carpi non lo accetto. Chi dice che senza Giuntoli non abbiamo fatto nulla, ricordo che abbiamo fatto 38 punti in Serie A e raggiunto una finale play-off di B. Abbiamo lasciato nelle casse del Carpi tutti i ricavi, dal paracadute alla famigerata cessione di Lasagna. Avremo anche fatto degli errori ma non accetto sentire dire che ci siamo arricchiti alle spalle del Carpi. Non ci siamo mai distribuiti un utile, dalle plusvalenze al paracadute. Queste voci ci hanno fatto disamorare”. 

“Mi auguro che il Carpi trovi una proprietà nuova che investa in stadio, centri sportivi, che faccia risultati. A questa Società ho voluto bene e dispiace lasciare il campo davanti a certe infamate. Quest’anno purtroppo è andata male, ma non possiamo farci sentir dare dei delinquenti dopo 11 anni così. Evidentemente non si è mai costruito un rapporto, io non voglio tappeti rossi ma non di essere additato come una persona che lucra alle spalle del Carpi. E’ stata comunque un’esperienza fantastica, ho conosciuto un mondo che forse non avrei mai potuto conoscere. Ci siamo fatti apprezzare in tutta Italia tranne che in questa città. Questa è la verità, ma non c’è problema e togliamo il disturbo”. 

“E’ giunto il momento che altri imprenditori della città si prendano questa eredità. Auguro a chi verrà di fare quello che abbiamo fatto noi. Noi abbiamo preso il Carpi in D e lo lasciamo in C, per cui il bilancio è positivo. Abbiamo fatto 11 anni di luna park, siamo stati a Disneyland”.

Foto sito Carpi.

Serie B, risultati e classifica ultima giornata

Risultati :

Brescia-Benevento 2-3 ; Carpi-Venezia 2-3 ; Crotone-Ascoli 3-0 ; Verona-Foggia 2-1 ; Lecce-Spezia 2-1 ; Padova-Livorno 1-1 ; Palermo-Cittadella 2-2 ; Perugia-Cremonese 3-1 ; Pescara-Salernitana 2-0

RIPOSA COSENZA.

Classifica :

Brescia 67 ; Lecce 67 ; Palermo 63 ; Benevento 60 ; Pescara 55 ; Verona 52 ; Cittadella, Spezia 51 ; Perugia 50 ; Cremonese 49 ; Cosenza 46 ; Crotone, Ascoli 43 ; Livorno 39 ; Venezia, Salernitana 38 ; Foggia 37 ; Padova 31 ; Carpi 29

Foto Wikipedia.

Carpi-Venezia, le pagelle bianco rosse

Piscitelli 6; Buongiorno 4; Kresic 5,5 Poli 6; Pezzi 5,5; Coulibaly 7; Vitale 5,5 (sost. da Seric al 72° Seric 6); Crociata 6; Mustacchio 5,5 (sost. da Pachonik al 52° 6); Cisse 6,5; Marsura 6,5 (sost. da Concas al 72 ° 6).

Voto secondo allenatore : 5,5

Voto Squadra 5,5

Foto Wikipedia

Ennesima rimonta, il Carpi saluta la Serie B.

Bianco-rossi, già retrocessi ma alla ricerca di una vittoria di orgoglio che onorerebbe fino in fondo la competizione, crollano negli ultimi minuti e salutano la serie b con amarezza. Termina con un rocambolesco 2-3 il match Carpi-Venezia, valevole per la 38° e ultima giornata di serie b: gli uomini di Castori dopo aver trovato il doppio vantaggio firmato Cisse-Coulibaly, si fanno ribaltare nei minuti finali, complice anche l’inferiorità numerica maturata al 49° minuti, per l’espulsione di Buongiorno.

Primo tempo povero di emozioni ma con un Carpi molto più propositivo e in palla degli ospiti. La prima vera occasione arriva solo al 12°: tiro di Crociata da fuori area che esce di poco fuori alla sinistra di Vicario. Un minuto dopo, Marsura dopo aver rubato il pallone a Bruscagin, entra in area di rigore e viene abbattuto da Vicario: calcio di rigore per il Carpi e ammonizione per l’estremo difensore del Venezia. Sul dischetto si presenta Cisse che non sbaglia e fa 1-0. Non accadono altre occasioni o episodi rilevanti, se non l’ammonizione di Buongiorno al 42°, che risulterà decisiva per il proseguimento della partita.

Il secondo tempo vede un Carpi partire ancora con il piglio giusto e, infatti, trova subito il raddoppio al 48°: Coulibaly triangola con Crociata e poi sferra un destro dal limite dell’area di rigore, che non lascia scampo a Vicario: 2-0. Cosmi non perde tempo e inserisce subito Zigoni al 48° al posto di Basea per dare manforte all’attacco degli ospiti: mossa che risulterà decisiva. Al 49°, ingenuità di Buongiorno che già ammonito commette fallo sul rispettivo avversario: doppia ammonizione e Carpi in dieci uomini. A questo punto, il Carpi esce dal campo e gli ospiti riescono a compiere una rimonta clamorosa.  Gli uomini di Cosmi accorciano le distanze al 64°: lancio di Domizzi, sponda di testa di Bocalon per il nuovo entrato Zigoni, che davanti alla porta calcia di destro alle spalle di Piscitelli. Al 71°, il Venezia ha un’occasione d’oro per pareggiare: Lombardo mette un cross rasoterra arretrato, velo di Zigoni x Bocalon che ci prova a botta sicura, ma il suo tiro è centrale, e respinge di piede Piscitelli. Il Carpi non riesce più ad uscire e a rendersi pericoloso e così il Venezia trova il pareggio all’89°: cross dalla destra, sponda di testa di Bocalon x Zigoni che di testa la piazza all’angolino: 2-2. La partita sembra avviarsi verso il pareggio, ma dopo 5 minuti concessi dal direttore di gara, al 92° il Venezia trova il goal del 2-3 che ribalta le sorti del match: sugli sviluppi di un corner dalla destra battuto da Lombardi, Zigoni, lasciato colpevolmente solo, stacca di testa e segna il goal che completa la rimonta.

Il Carpi saluta la serie B.

Foto sito Carpi.

Carpi-Venezia, le probabili formazioni

Ultima di campionato di serie B, si gioca Carpi-Venezia di sabato undici maggio al Cabassi. Bianco rossi retrocessi vorranno salutare la cadetteria nel migliore dei modi, concludendo un ciclo durato sei anni. Sarà partita vera, in quanto il Venezia in caso di sconfitta resterebbe terz’ultimo raggiungendo gli emiliani e il Padova. Con una vittoria i lagunari potranno sperare nei play out a seconda degli altri risultati. Il Carpi ha scelto il silenzio stampa e nelle prossime settimane si programmerà la prossima stagione, tra partenze e arrivi. L’arbitro della gara è il signor. Illuzzi.

Le probabili formazioni .

Carpi : Piscitelli, Pachonik, Kresic, Poli, Pezzi, Mustacchio, Coulibaly, Vitale, Marsura, Crociata, Arrighini. All. Castori.

Venezia : Vicario, Bruscagin, Modolo, Domizzi, Mazan, Segre, Bentivoglio, Besea, Pimenta, Bocalon, Lombardi. All. Cosmi

Foto sito Carpi.

Carpi-Venezia i convocati bianco rossi

Dopo l’ultima conferenza stagionale del mr. bianco rossi, amareggiato per il finale di stagione è vigilia. Domani si gioca Carpi-Venezia, padroni di casa per l’onore, e nero verdi in caso di sconfitta piomberebbero in serie C insieme a Padova e appunto il Carpi. Ecco i convocati di Castori per la sfida al Venezia.

PORTIERI :

12 Sambo29 Colombo, 35 Piscitelli

DIFENSORI :

2 Suagher, 3 Marcjanik, 5 Pezzi, 6 Buongiorno13 Poli23 Barnofsky, 25 Pachonik, 34 Kresic

CENTROCAMPISTI :

7 Concas, 8 Vitale10 Piscitella21 Saric24 Rizzo,27 Rolando, 30 Crociata, 31 Coulibaly

ATTACCANTI :

9 Cissè11 Marsura15 Vano, 16 Romairone, 17 Mustacchio, 18 Arrighini

Foto sito Carpi.