Carpi-Venezia, le pagelle bianco rosse

Piscitelli 6; Buongiorno 4; Kresic 5,5 Poli 6; Pezzi 5,5; Coulibaly 7; Vitale 5,5 (sost. da Seric al 72° Seric 6); Crociata 6; Mustacchio 5,5 (sost. da Pachonik al 52° 6); Cisse 6,5; Marsura 6,5 (sost. da Concas al 72 ° 6).

Voto secondo allenatore : 5,5

Voto Squadra 5,5

Foto Wikipedia

Ennesima rimonta, il Carpi saluta la Serie B.

Bianco-rossi, già retrocessi ma alla ricerca di una vittoria di orgoglio che onorerebbe fino in fondo la competizione, crollano negli ultimi minuti e salutano la serie b con amarezza. Termina con un rocambolesco 2-3 il match Carpi-Venezia, valevole per la 38° e ultima giornata di serie b: gli uomini di Castori dopo aver trovato il doppio vantaggio firmato Cisse-Coulibaly, si fanno ribaltare nei minuti finali, complice anche l’inferiorità numerica maturata al 49° minuti, per l’espulsione di Buongiorno.

Primo tempo povero di emozioni ma con un Carpi molto più propositivo e in palla degli ospiti. La prima vera occasione arriva solo al 12°: tiro di Crociata da fuori area che esce di poco fuori alla sinistra di Vicario. Un minuto dopo, Marsura dopo aver rubato il pallone a Bruscagin, entra in area di rigore e viene abbattuto da Vicario: calcio di rigore per il Carpi e ammonizione per l’estremo difensore del Venezia. Sul dischetto si presenta Cisse che non sbaglia e fa 1-0. Non accadono altre occasioni o episodi rilevanti, se non l’ammonizione di Buongiorno al 42°, che risulterà decisiva per il proseguimento della partita.

Il secondo tempo vede un Carpi partire ancora con il piglio giusto e, infatti, trova subito il raddoppio al 48°: Coulibaly triangola con Crociata e poi sferra un destro dal limite dell’area di rigore, che non lascia scampo a Vicario: 2-0. Cosmi non perde tempo e inserisce subito Zigoni al 48° al posto di Basea per dare manforte all’attacco degli ospiti: mossa che risulterà decisiva. Al 49°, ingenuità di Buongiorno che già ammonito commette fallo sul rispettivo avversario: doppia ammonizione e Carpi in dieci uomini. A questo punto, il Carpi esce dal campo e gli ospiti riescono a compiere una rimonta clamorosa.  Gli uomini di Cosmi accorciano le distanze al 64°: lancio di Domizzi, sponda di testa di Bocalon per il nuovo entrato Zigoni, che davanti alla porta calcia di destro alle spalle di Piscitelli. Al 71°, il Venezia ha un’occasione d’oro per pareggiare: Lombardo mette un cross rasoterra arretrato, velo di Zigoni x Bocalon che ci prova a botta sicura, ma il suo tiro è centrale, e respinge di piede Piscitelli. Il Carpi non riesce più ad uscire e a rendersi pericoloso e così il Venezia trova il pareggio all’89°: cross dalla destra, sponda di testa di Bocalon x Zigoni che di testa la piazza all’angolino: 2-2. La partita sembra avviarsi verso il pareggio, ma dopo 5 minuti concessi dal direttore di gara, al 92° il Venezia trova il goal del 2-3 che ribalta le sorti del match: sugli sviluppi di un corner dalla destra battuto da Lombardi, Zigoni, lasciato colpevolmente solo, stacca di testa e segna il goal che completa la rimonta.

Il Carpi saluta la serie B.

Foto sito Carpi.

Carpi-Venezia, le probabili formazioni

Ultima di campionato di serie B, si gioca Carpi-Venezia di sabato undici maggio al Cabassi. Bianco rossi retrocessi vorranno salutare la cadetteria nel migliore dei modi, concludendo un ciclo durato sei anni. Sarà partita vera, in quanto il Venezia in caso di sconfitta resterebbe terz’ultimo raggiungendo gli emiliani e il Padova. Con una vittoria i lagunari potranno sperare nei play out a seconda degli altri risultati. Il Carpi ha scelto il silenzio stampa e nelle prossime settimane si programmerà la prossima stagione, tra partenze e arrivi. L’arbitro della gara è il signor. Illuzzi.

Le probabili formazioni .

Carpi : Piscitelli, Pachonik, Kresic, Poli, Pezzi, Mustacchio, Coulibaly, Vitale, Marsura, Crociata, Arrighini. All. Castori.

Venezia : Vicario, Bruscagin, Modolo, Domizzi, Mazan, Segre, Bentivoglio, Besea, Pimenta, Bocalon, Lombardi. All. Cosmi

Foto sito Carpi.

Carpi-Venezia i convocati bianco rossi

Dopo l’ultima conferenza stagionale del mr. bianco rossi, amareggiato per il finale di stagione è vigilia. Domani si gioca Carpi-Venezia, padroni di casa per l’onore, e nero verdi in caso di sconfitta piomberebbero in serie C insieme a Padova e appunto il Carpi. Ecco i convocati di Castori per la sfida al Venezia.

PORTIERI :

12 Sambo29 Colombo, 35 Piscitelli

DIFENSORI :

2 Suagher, 3 Marcjanik, 5 Pezzi, 6 Buongiorno13 Poli23 Barnofsky, 25 Pachonik, 34 Kresic

CENTROCAMPISTI :

7 Concas, 8 Vitale10 Piscitella21 Saric24 Rizzo,27 Rolando, 30 Crociata, 31 Coulibaly

ATTACCANTI :

9 Cissè11 Marsura15 Vano, 16 Romairone, 17 Mustacchio, 18 Arrighini

Foto sito Carpi.

Mr. Castori, alla vigilia dell’ultima gara in bianco rosso : ” Annata sfortunata, potevamo salvarci . “

 Le dichiarazioni di Fabrizio Castori alla vigilia di Carpi-Venezia:

“Ci teniamo a chiudere al meglio possibile questo campionato, facendo risultato domani per noi e per onorare il campionato. C’è qualche acciaccato come Cissè e Rolando, poi mancheranno i soliti infortunati compreso Sabbione squalificato. Sarà convocato Rizzo, vedremo se giocherà. Ci sono tanti ragazzi che meriterebbero di giocare e hanno le giuste motivazioni”.

“Il silenzio dopo Livorno? Avevamo poca voglia di parlare, l’amarezza ha superato ogni pensiero razionale. Purtroppo abbiamo perso ed è finita così. Adesso pensiamo alla partita di domani, ne va della nostra onorabilità e del nostro buon nome. Vogliamo chiudere a testa alta, davanti ai nostri tifosi”.

“Rimpianti? Mi prendo la mia parte di responsabilità per questa retrocessione, in quella dalla A alla B la mia media punti fu da salvezza. Adesso c’è davvero grande dispiacere, le emozioni che ho vissuto qui sono troppo forti e il dolore è doppio. Il mio rammarico è essere passato da una Finale Play-off persa a una retrocessione. Mi dispiace molto per quello che è successo, ma ci sarà tempo per fare altre analisi”.

“Quando sono tornato credevo che la squadra avesse il potenziale per salvarsi, ma è stata un’annata molto sfortunata, pregiudicata da tanti episodi negativi come rigori sbagliati, gol annullati e infortuni continui”.

“Mollare non esiste nel mio vocabolario. La sconfitta contro la Cremonese è stata decisiva perchè a dieci minuti dalla fine stavamo vincendo e abbiamo perso per due gol strani. Era come rivedere un film già visto nel corso del campionato. Siamo retrocessi anche perchè ci sono stati troppi episodi negativi: i rigori sbagliati contro Brescia, Foggia e Cosenza, i gol annullati a Crotone e in casa contro l’Ascoli, i rigori non concessi contro il Perugia. Io ci ho sempre creduto e non ho mai mollato, ma questi episodi negativi chiaramente non hanno aiutato il gruppo a trovare autostima”.

“Il futuro? Non ne abbiamo ancora parlato con la Società. Finito il campionato, la mia priorità sarà occuparmi della mia salute per poter ricominciare con la determinazione di sempre. Questa retrocessione mi ha ferito”.

“La reazione dei tifosi alla retrocessione? Una piazza civile come Carpi ci ha già dimostrato varie volte il suo affetto, senza drammatizzare troppo per questa situazione”.

Foto sito Carpi.

Squadra al lavoro in attesa delle decisioni post-retrocessione

Campionato finito, o meglio ultima giornata sabato pomeriggio. Al Cabassi arriva il Venezia terzultimo. Il Carpi onorerà la partita, come ha sempre fatto quest’anno anche nei momenti più difficili. Il Venezia invece essendo in bilico punta alla vittoria se no farà compagnia agli emiliani e al Padova.

Aerobica, tattica e partitella al Cabassi. Domani ultimo allenamento Pasciuti e Serraiocco sottoposti a terapie. Fine di un ciclo, nelle prossime settimane si lavorerà per risalire presto in serie B.

Foto sito Carpi.

L’arbitro di Carpi-Venezia è il signor. Illuzzi

Carpi ai saluti, ma il Venezia in caso di sconfitta verrà anch’esso retrocesso. Si gioca sabato alle 15:00 al Cabassi.

E’ Lorenzo Illuzzi di Molfetta l’arbitro designato alla direzione di Carpi-Venezia di sabato 11 maggio. Sarà coadiuvato dagli assistenti Vito Mastrodonato di Molfetta e Marcello Rossi di Novara e dal quarto ufficiale Marco Ricci di Firenze.

Foto Wikipedia.

Carpi, obbiettivo chiudere con una vittoria davanti al proprio pubblico

Campionato ormai al termine, Brescia in serie A, con Lecce e Palermo si contendo il secondo posto valido per la promozione diretta. Griglia play off da definire, nella quale regna l’equilibrio, spettacolo garantito. Per le zone basse, Padova e Carpi in serie C, manca la terza e il play out.

Bianco rossi sabato alle 15:00 al Cabassi ospitano il Venezia, nero verdi in caso di sconfitta tornerebbero in C.

Squadra al lavoro, Pasciuti e Serraiocco a terapie, Sabbione squalificato. Onorare l’ultimo impegno, poi si parlerà del futuro.

Foto sito Carpi.

Sabato Carpi-Venezia, bianco rossi per l’onore e lagunari per la salvezza

Ultima giornata di Regular Season in serie B, si gioca sabato undici maggio al Cabassi. Carpi-Venezia, con i bianco rossi già retrocessi che vogliono vincere per l’onore e l’orgoglio. Il Venezia è invece terz’ultimo e spera fino alla fine.

Carpi si allena sempre lasciando le parole dopo al termine delle ostilità. Allenamenti basati sullo scarico e partitella, ma il morale è naturalmente sotto i tacchi. Domani seduta pomeridiana,

Foto sito Carpi.

Serie B, risultati e classifica 37° giornata

Risultati :

Ascoli-Palermo 1-2 ; Cremonese-Brescia 0-0 ; Spezia-Crotone 2-0 ; Venezia-Pescara 2-2 ; Cittadella-Verona 3-0 ; Benevento-Padova 3-3 ; Livorno-Carpi 1-0 ; Salernitana-Cosenza 1-2 ; Foggia-Perugia 1-0 .

RIPOSA LECCE

Classifica :

BRESCIA ( Promossa ) ; Lecce 63 ; Palermo 62 ; Benevento 57 ; Pescara 52 ; Spezia 51 ; Cittadella 50 ; Cremonese, Verona 49 ; Perugia 47 ; Cosenza 46 ; Ascoli 43 ; Crotone 40 ; Livorno, Salernitana 38 ; Foggia 37 ; Venezia 35 ; PADOVA 3, CARPI 29 ( RETROCESSE )

Foto Wikipedia.