Euro 2020 calcio, urna amica per gli azzurri

Urna amica, sorteggiati ieri sera i gironi di Euro 2020, torneo che si giocherà nei vari stadi del nostro continente. L’Italia non avrà nessuna big nel girone, con le tre partite che si giocheranno all’Olimpico di Roma.

Turchia, Svizzera e Galles, squadre sulla carta meno favorite degli azzurri, che però non devono prendere sotto gamba l’impegno. Il ct fino a maggio studierà in maniera accuratissima i giocatori, più o meno giovani, da convocare per l’Europeo.

L’esordio venerdì dodici giugno alle 21:00 contro i bianco rossi della Turchia, poi via via le altre, cercando di arrivare più in alto possibile, per il trofeo, ma soprattutto per il ranking.

Tostissimo il girone F con Germania, Francia e Portogallo, anche il D molto spettacolare con Inghilterra, Croazia e Repubblica Ceca.

C’è tantissimo da aspettare da qui a giugno, l’Italia del Mancio arriverà preparata, e ci toglieremo belle soddisfazioni, FORZA AZZURRI !

Fonti e foto sito FIGC.

Italia-Armenia, le nove bellezze contro l’Armenia : festa azzurra a Palermo

Risultato eclatante, per alcuni sinonimo di professionalità, per altri di mancanza di rispetto. L’Italia ieri sera nell’ultima gara della qualificazione agli europei ha schiantato l’Armenia 9-1 a Palermo.

Festival del goal, tanti giocatori convocati, e tante belle sorprese, il Mancio affamato di risultato, finora le ha vinte tutte.

Ieri in campo così, con Sirigu tra i pali, protetto dalla difesa a quattro composta da Di Lorenzo, Romagnoli, Bonucci e Biraghi. Centrocampo a tre, con Jorginho, Barella e Tonali. Infine l’attacco a tre con Immobile superstar, e le ali Zaniolo e Chiesa entrambi letali.

Con un risultato così eclatante come un 9-1 c’è poco da commentare, Armenia non pervenuta. Piccolo riassunto per il tabellino : doppiette per Immobile e Zaniolo. A segno Jorginho su rigore, gioie anche per Barella, Romagnoli, e Orsolini. Per l’Armenia il goal della bandiera siglato da Babayan. Subentrano in corso d’opera Meret, Izzo e Orsolini.

Si conclude di fatto con una vittoria roboante la prima fase dell’era Mancini, fin qui a punteggio pieno, in attesa dei sorteggi per Euro 2020, l’Italia arriverà al top a quest’estate.

Fonti e foto sito FIGC.

Bosnia-Italia 0-3, ottima prestazione degli azzurri a Zenica

Partita senza sbavature per l’Italia del Mancio a Zenica, in Bosnia; vittoria tra gli applausi in casa della Bosnia di Dzeko e Pjanic. Azzurri scatenati, a segno Acerbi, Insigne nel primo tempo, e Belotti nel secondo.. Buona partenza dei padroni di casa, ma l’ Italia prende rapidamente le misure e domina in lungo e in largo. Con la vittoria di oggi gli azzurri diventano testa di serie di Euro 2020, traguardo importantissimo.

Grande prestazione di Gigio Donnarumma, che salva diverse volte la propria porta. Bosnia volenterosa, ma c’è troppo divario tecnico. Difesa a quattro composta da Florenzi e Emerson nelle fasce, e Acerbi-Bonucci al centro, sempre attenti.

Centrocampo solido e incisivo che vede protagonisti Jorginho, sempre pungente, ma ottima prova anche per Tonali, in campo dal primo minuto e Barella. Infine attacco a tre, Bernardeschi, Insigne e Belotti. Bernardeschi partita strepitosa, osannato dal pubblico di casa al momento del cambio per El Shaarawy. A partita in corso c’è spazio anche per Castrovilli e Gollini.

Decima vittoria consecutiva nell’era Mancini, e nona nel girone. Lunedì si torna in campo contro l’Armenia, per l’ultima partita del 2019 della nazionale italiana di calcio, FORZA AZZURRI !

Foto sito FIGC.

Nazionale calcio, i convocati di mr. Mancini

Al termine di questa giornata di campionato, ci sarà la sosta delle nazionali. Si torna in campo il venti tre novembre per la tredicesima di campionato. Ultimi impegni del girone per la nazionale maggiore di calcio, da non fallire. Tante conferme e alcuni debutti speranzosi, come da copione. Avversari abbordabili, Bosnia e Armenia, ma da non sottovalutare.

Roberto Mancini vuole concludere un pre-percorso sino ad ora perfetto, in attesa dell’ Europeo.

In seguito la lista dei convocati :

Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Pierluigi Gollini (Atalanta), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino);

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Cristiano Biraghi (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Andrea Cistana (Brescia), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Armando Izzo (Torino), Gianluca Mancini (Roma), Alessio Romagnoli (Milan), Leonardo Spinazzola (Roma);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Gaetano Castrovilli (Fiorentina), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Rolando Mandragora (Udinese), Marco Verratti (Paris Saint Germain). Nicolò Zaniolo (Roma);

Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Fiorentina), Stephan El Shaarawy (Shanghai Shenua), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Riccardo Orsolini (Bologna).

Fonti e foto sito FIGC e Wikipedia.

Skipass, Modena-Fiera sinonimo di garanzia e longevità

Ritorna lo Ski-Pass, come ogni anno da ventisei anni a questa parte. Nei padiglioni di Modena-Fiere l’ evento italiano più longevo sul turismo e sugli sport invernali. Evento aperto al pubblico a partire da domani alle dieci, fino alla sera di domenica tre novembre.

Tutte le novità sulle principali località sciistiche d’ Italia più o meno conosciute, tanti stand e negozi dove poter acquistare materiale all’ ultimo grido. Imbarazzo della scelta nei settori trattati, in primo piano quello delle Olimpiadi Milano-Cortina del 2026, e naturalmente spazio anche per la sezione Atleti Paralimpici.

La tecnologia migliora di anno in anno a vista d’ occhio, un esempio eclatante le go-pro per sbizzarrirsi in modo social anche sulle piste. Immancabile la pista di pattinaggio, e un circuito per lo sci di fondo. Si parla naturalmente nello specifico con il Nordic Walking alla portata di tutti; possibilità di provare anche camminate su roccia e tante altre chicche per gli appassionati più o meno impavidi.

La fiera non finisce qui, gare acrobatiche di sci e snowboard, con atleti da tutta Europa per dare spettacolo, tra birra, cibo e buona musica. Come ogni anno SKI-PASS non deluderà le aspettative : TUTTI A MODENA-FIERE.

Foto Wikipedia.

Calcio a 7 Reya ASD, una sconfitta che da autostima

Sconfitta per la Reya, nel quarto turno di campionato. Si è giocato a Vignola, trasferta lontana e ricca di insidie, degno del più bel campionato russo. In porta un rinvigorito Romandini. Difesa a tre con Gigio, Angelo e Gala. In zona goal, Manu e Matte a supporto di Marco.

Avversario tosto, d’ esperienza, ma i ragazzi di mr. Franceschini sono scesi in campo con il piglio giusto, soprattutto nel secondo tempo, nel quale si sono visti due miracoli del nostro estremo difensore.

Gli avversari in goal dopo cinque minuti, con un po’ di fortuna, non ci voleva ! Al dodicesimo del primo tempo arriva il 2-0, ma la Reya è ancora sul pezzo, nelle difficoltà della serata.

Il secondo tempo è ricco di emozioni, dopo due minuti subito 3-0, ma Galati e Gualdi tra il quinto e il decimo permettono alla Reya di tornare in partita sul punteggio parziale di 3-2. Nervosismo in campo, e qualche intervento al limite, con alcuni errori del direttore di gara. I minuti passano, fino al ventunesimo, 4-2 e partita chiusa.

Girandola di cambi, e un po’ di sfortuna. La Reya paga il gap iniziale, il nostro portiere in crescita, per le prossime uscite. Sul finale con un goletto in più ora potevamo parlare di un altro risultato. VIETATO ABBATTERSI, TESTA ALLA PROSSIMA, LUNEDI’ TARGATO REYA, DAYE !

Foto dal vivo.

Nazionale calcio, l’ Italia del Mancio non si ferma più !

Continua alla grande l’ era della nazionale di Roberto Mancini. Con la qualificazione in tasca l’ Italia non si accontenta, e rifila una ” manita ” in casa del modesto Liechtenstein.

Si è giocato ieri sera a Vaduz, con ampio turn over naturale per testare le seconde linee se necessario. Ottava vittoria consecutiva nel girone.

Azzurri in campo con il 4-3-3, Sirigu in porta, supportato da Di Lorenzo, Mancini, Romagnoli e Biraghi. Centrocampo a tre composto da Zaniolo, Cristante e Verratti. Attacco composto dal tridente Gifo, Bernardeschi e Belotti, quest’ ultimo autore di una splendida doppietta.

Subentrano Bonucci, El Shaarawy e il giovanissimo Tonali. In reti anche Bernardeschi dopo soli due minuti di gioco, El Shaarawy e Romagnoli.

Cinque goal e si continua sulla strada giusta per Euro 2020, AVANTI AZZURRI !

Fonti e foto sito FIGC.