Atletica, ” La ragazza e il ragazzo più veloci di Modena . “

Anche quest’anno torna l’appuntamento con “ La ragazza ed il ragazzo più veloci di Modena ”, la manifestazione sportiva riservata agli studenti delle scuole medie inferiori e superiori della città che incoronerà i giovani più rapidi sulla distanza dei 60 metri piani. L’appuntamento, organizzato dalla Fratellanza e giunto ormai alla sua 33esima edizione, rappresenta un mix perfetto fra sport ed istruzione e sarà impreziosito quest’anno dalla partecipazione del Gruppo Hera, in qualità di main sponsor e promotore di un progetto di educazione ambientale.

La gara

Confermato, con pochissime variazioni, il format della competizione. Mercoledì 20 febbraio scenderanno in pista, all’interno dell’impianto Indoor del Campo Comunale di Modena, gli studenti delle classi seconde e terze degli istituti medi inferiori, mentre giovedì 21 febbraio sarà la volta del primo biennio delle medie superiori. Ogni scuola potrà schierare un massimo di 8 atleti e di questi i migliori 5 contribuiranno a portare punti per la classifica a squadre. Per quanto riguarda la classifica individuale, invece, i primi dodici per ogni annata supereranno il turno accedendo alle finali. Per ogni giornata saranno premiati i vincitori individuali ed i tre migliori istituti delle categorie maschile e femminile. A tutti i partecipanti verranno consegnate la maglietta celebrativa della manifestazione e, grazie alla partnership con Hera, una borraccia personalizzata.

Il programma della due giorni

Il programma è il medesimo per entrambe le giornate di gara. Dalle ore 9 alle 9:45 è previsto il ritrovo e la conferma delle iscrizioni pervenute entro la giornata di venerdì. Alle 10 prenderanno il via le gare, con tutte le batterie sulla distanza dei 60 metri piani. I ragazzi e le ragazze con i migliori tempi si qualificheranno per le finali previste dalle ore 11:45 e, successivamente, si terranno le premiazioni.

Foto add. stampa.

Atletica, per Lukudo conferme e soddisfazioni

Seconda ed ultima giornata di gare con tanti piazzamenti, ma solo finali sfiorate per le atlete e gli atleti di casa Fratellanza in gara ai campionati italiani Indoor di Ancona. Festa, invece, per Raphaela Lukudo che si è confermata campionessa battendo Ayomide Folorunso nella finale dei 400 metri piani.

Poker di velociste in semifinale

Si conferma come una formazione di ottimo livello la squadra di velociste della Fratellanza che ai campionati italiani di questo weekend ha portato ben quattro atlete nonostante l’assenza per infortunio di Eleonora Iori. Le atlete gialloblu hanno tutte superato le batterie, qualificandosi per le semifinali, con le conferme per il trio Giannotti, Fattori, Germini fresche di podio regionale a Parma. A dimostrare nuovamente tutto il suo potenziale, inoltre, è anche la classe 2003 Sandra Milena Ferrari che prima in batteria e poi in semifinale ritocca per due volte il personale, realizzando un 7.67 prima e un 7.65 che le valgono il quindicesimo posto al pari di Germini e ad un centesimo da Federica Giannotti. In campo maschile, invece, oltre all’assenza di Fornasari per le non perfette condizioni fisiche a marcare visita ai blocchi di partenza è anche Andrei Zlatan nonostante figurasse regolarmente tra i partenti.

Lukudo si conferma campionessa

Se la Fratellanza non ha potuto festeggiare nessun titolo in maniera diretta in questa rassegna, le soddisfazioni sono arrivate da Raphaela Lukudo. L’atleta modenese in forza all’Esercito, ma tutt’ora in maglia gialloblu in occasione dei Campionati di Società, ha conquistato per il secondo anno consecutivo l’alloro italiano sui 400 metri piani. Dopo una batteria vinta in controllo ieri, la Lukudo ha cambiato marcia in finale fermando il cronometro sul tempo di 53.14 e regolando la rivale nonché compagna di staffetta Ayomide Folorunso per otto centesimi.

Gavioli e Puliserti a un passo dalla finale

Salti e lanci di finale sfiorati, invece, per Costanza Gavioli e Lorenzo Puliserti. Andando con ordine, per la saltatrice arrivata a vestire la casacca gialloblu in questo 2019 la gara di triplo ha regalato solo conferme. Il 12.38 realizzato alla seconda prova è a pochi centimetri dal suo personale, più volte ritoccato in questa stagione Indoor, ed anche a pochi centimetri dall’ottavo posto che sarebbe valso l’accesso ai tre salti conclusivi. Nono, primo degli esclusi, Lorenzo Puliserti nel peso maschile. Anche per lui il risultato migliore arriva al secondo lancio, con 14.46 metri.

Cadetti a Modena

Dopo il meeting dedicato a Ragazzi ed Esordienti, oggi i Cadetti della regione hanno affollato il palazzetto di via Piazza per contendersi i titoli regionali di categoria nella velocità e nei concorsi. La Fratellanza ha incassato un buon bottino tra podi e medaglie. Partendo dal salto con l’asta è stato Filippo Spaggiari a schiacciare la concorrenza e a vincere la gara con 3.40 metri ed un distacco enorme sul secondo classificato, Filippone di Imola con 2.95. Terzo per la Fratellanza Andrea Ferrari con 2.90 metri. Nella gara femminile quarta Asia Tognoli con 2.20 metri. Quarta anche Benedetta Merzi nel salto triplo con la misura di 9.76.

L’altra medaglia d’oro è arrivata nel lancio del peso grazie a Luisa Gozzi, capace di vincere con 10.14 metri realizzato al quarto lancio, con un vantaggio di ben 30 centimetri sulle avversarie. Sesta Silvia Scaltriti con 9.06 metri, stessa misura della quinta classificata. Nona Elena Dotti e sesta Claudia Sarr.

Nei 60 metri dopo le batterie Giulia Bernardi ha centrato il quarto tempo di qualifica, fermando il cronometro sull’8.18. La finale l’ha vista chiudere lo sprint con 8.20 per un quinto posto al photofinish, avendo siglato lo stesso tempo della quarta classificata. Nella gara maschile primo della finale B Andrea Ferrari con il tempo di 7.76.

Nei 60 metri ostacoli buona la performance di Claudia Coppi, che dopo esser stata la più veloce delle batterie con 9.60 ha chiuso la finale al terzo posto con 9.63. Quarta Cecilia Rubino con 9.75, mentre nel salto in alto sempre lei ha trovato il podio e più precisamente il secondo posto con la misura di 1.48 valicata al secondo tentativo dopo una gara condotta senza errori. Nella gara maschile quarto Gabriele Borellini con 1.63 metri, che poi ha anche conquistato l’ottava piazza nella gara di lancio del peso. Nel salto in lungo nono Silvio Feola con 5.10 metri.

Foto add. stampa Fratellanza

Atletica, indoor nazionali

Si è chiusa con una festa di sport a Modena e con le prove di Lucia Quaglieri ad Ancona la prima giornata di gare del weekend. Un ideale filo conduttore che parte dagli atleti più piccoli fino ad arrivare ai protagonisti italiani della disciplina.

Conferme per Lucia Quaglieri

Sfiora la finale del peso e sfodera una prestazione a livello del primato personale negli ostacoli la portacolori gialloblù in gara oggi Lucia Quaglieri. La specialista delle prove multiple ha dimostrato di valere risultati interessanti nelle due specialità correndo la batteria dei 60 ostacoli in 8.77, ad un centesimo dal personale realizzato lo scorso anno sempre ad Ancona. Per lei quarto posto in batteria e quattordicesimo complessivo a sedici centesimi dalla finale. Nel peso, invece, dopo essersi sensibilmente migliorata pochi giorni fa, l’atleta della Fratellanza ha superato ancora una volta i 12 metri, arrivando a dieci centimetri dalla finale e conquistando il decimo posto.

Lukudo vince la batteria dei 400 metri

Missione di giornata compiuta, invece, per Raphaela Lukudo. La modenese di casa Fratellanza, attualmente portacolori dell’Esercito, ha vinto la propria batteria imponendosi senza spingere al massimo con il tempo di 54.24, terzo crono di giornata alle spalle della compagna Chiara Bazzoni e di Ayomide Folorunso, la principale rivale nella corsa al successo finale.

Modena, Esordienti e Ragazzi alle prese con le prove multiple

Campo Comunale di Modena nuovamente affollato dopo un fine settimana di riposo. Nella giornata di oggi a sfidarsi in un innovativo format di gare i piccolissimi, Esordienti e Ragazzi, in gare di biathlon e triathlon. Per i più piccoli, le tre fasce di Esordienti ovvero i nati dal 2008 al 2013, le specialità prescelte sono la corsa sui 40 metri piani ed il salto in lungo, mentre per maschi e femmine delle annate 2006 e 2007 la formula prevedeva di misurarsi sui 60 metri piani, salto in alto e lancio del peso. Una giornata particolarmente intensa per gli atleti in erba ed anche per tutta l’organizzazione ed i giudici che hanno portato avanti il programma delle gare.

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, altre gare del week end

Ancora gare nel weekend per gli atleti della Fratellanza. Una rappresentativa gialloblu ha preso parte alla seconda prova regionale del campionato invernale di lanci a Carpi, mentre un’altra è scesa in pista a Padova.

Lanci, Saltini vince il giavellotto Senior

Quattro atleti impegnati in sei gare nella domenica dedicata al campionato invernale di lanci a Carpi. La Promessa classe 1997 Anita Bonetti ha chiuso terza il lancio del martello raggiungendo dopo tre nulli la misura di 44.67. Salendo di categoria passiamo ai maschi e più precisamente al giavellotto Senior dove Dario Saltini vince con la misura di 49.41 realizzata subito al primo lancio. Infine martello e disco donne Senior, gara a cui hanno preso parte le Master modenesi Giuliana Gherardi e Valentina Montemaggiori. Per la prima, SF70, le misure raggiunte sono rispettivamente 16.29 e 14.79, mentre per la seconda, SF50, sono 26.99 e 26.09.

Quaglieri e Martignani in gara a Padova

Come successo a Parma per l’Emilia Romagna, anche a Padova si sono disputati i campionati regionali assoluti per il Veneto nel weekend. Iscrizioni aperte a tutti come per la nostra regione e, dunque, buona occasione per un altro interessante test che hanno deciso di sfruttare due atlete gialloblu. La notizia di giornata è sicuramente il primato personale realizzato da Lucia Quaglieri nel lancio del peso. La specialista delle prove multiple ha chiuso seconda con 12.21 alle spalle della pluricampionessa azzurra Chiara Rosa. Sui 400 metri, invece, in gara la Junior Lisa Martignani che chiude quindicesima assoluta e quarta di categoria con il tempo di 59.14, a sua volta nuovo personale.

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, un po’ di gare in breve

Ancona, Ferrari di bronzo

Giornata entusiasmante e gara con elevatissimi contenuti tecnici quella sui 60 metri ad ostacoli ai campionati italiani Indoor Allievi che si sono disputati ad Ancona. Dalle batterie del mattino fino alla finale del pomeriggio, passando per le semifinali, è stata una sfida intensa fra Veronica Besana, laureatasi campionessa italiana, Larissa Iapichino, talento in erba e figlia di Fiona May, e la nostra Sandra Milena Ferrari. Per la portacolori gialloblu alla fine arriva un terzo posto ed il primato personale con 8.48, un risultato di prestigio considerando anche che la Ferrari è al primo anno in categoria. Si ferma, invece, in batteria la corsa dell’altra modenese, Ludovica Di Bitonto, ed anche quella di Ethan Mazzanti al maschile. Dieci nel complesso erano gli atleti geminiani in gara nella due giorni, tra i risultati migliori quello di Marlon Bettuzzi sugli 800 metri chiusi al settimo posto complessivo con il crono di 2:03.53. Più complicata la prova per Francesca Vercalli sulla medesima distanza ed anche quella dei velocisti Riccardo Valentini e Alessandra Morandi, che non sono riusciti a superare le batterie.


Spostandoci ai salti buon sesto posto per Giulia Cassanelli nell’asta, mentre nel triplo maschile Francesco Ferrari avvicina il proprio personale saltando 13.12 e chiude diciassettesimo a pochi centimetri da diversi atleti che lo hanno preceduto. Nell top ten della propria specialità anche Lucy Eseosa Omovbe, settima nel lancio del peso grazie alla misura di 12.50 raggiunta all’ultimo lancio.

Fattori e Romani campionesse regionali assolute

Due giorni di gare anche a Parma per assegnare i titoli regionali Indoor assoluti. Tripletta geminiana sui 50 metri femminili con Laura Fattori campionessa, per il terzo anno consecutivo, davanti a Federica Giannotti e Leonice Germini. In campo maschile il miglior gialloblu è Matteo Ansaloni, ai piedi del podio nella gara vinta dal fuori classifica, essendo di Pisa, Delmas Obou. Terzo un altro modenese, Matteo Corradini, nella Finale 2. Buon salto di 10.10 metri, invece, per la giovane allieva Martina Berni nella gara di triplo. Sempre in tema di salti secondo titolo regionale dopo quello Juniores per Nicole Romani che salta 1.71 nell’alto e chiude alla pari della fuori classifica Erica Marchetti della Bracco Atletica. Settima assoluta e miglior gialloblu nel lungo la Junior Bianca Mantovani con la misura di 5.27. Al maschile argento per Paolo Pavel Solieri nell’asta grazie ai 4 metri saltati al primo tentativo, mentre non trova la misura di 3.40 il classe 1945 Arrigo Ghi.

CdS campestre, Juniores campioni regionali al maschile e femminile

In mattinata a Castellarano è andata in scena anche la seconda prova valida per i Campionati di Società di corsa campestre a livello regionale. Come successo a fine gennaio nella gara inaugurale di Cesena i portacolori gialloblu si sono messi in luce in maniera particolare nella categoria Juniores, conquistando il successo di squadra sia tra i maschi che tra le femmine ed anche il successo individuale con Davide Rossi e Martina Cornia. In particolare in campo femminile da segnalare sette atlete nelle prime nove posizioni. Salendo alla categoria Senior è Maria Chiara Cascavilla ad imporsi nella prova femminile sui 6 chilometri, mentre tra i maschi sui 10 chilometri il migliore è Gianmarco Accardo che chiude sedicesimo. Per quanto riguarda le classifiche di società, invece, le donne sono terze a due soli punti da Forlì e a trentasei dalla Calcestruzzi Corradini, mentre noni sono gli uomini con 420 punti. Queste sono anche le classifiche definitive per queste categorie pertanto la Fratellanza 1874 è campione regionale in entrambe le categorie Junior. Terzo e quarto posto di società sono poi i piazzamenti della graduatoria dedicata ai Master dove si sono messi in luce Maurizio Gentile, terzo tra gli SM 50, Alessandro Bianchi, quinto tra gli SM45, Rossella Corradini, terza tra le SF55, e Solmi Renata, a sua volta sull’ultimo gradino del podio nelle SF65. Scendendo tra le più giovani, infine, la Fratellanza si conferma al secondo posto di società tra le Cadette dopo una gara dove la migliore è Tiziana Anobile, sesta al traguardo. Non valida per le classifiche, invece, la gara degli Allievi vinta dalla nostra Francesca Badiali al femminile. Quarto, invece, il miglior portacolori geminiano al maschile ovvero Gian Marco Ronchetti. Ultima prova in programma fra due settimane a Correggio.

Foto pagina FB Fratellenza.

Atletica, allievi e senior con Lukudu come spettatrice

Oltre ai campionati italiani Indoor riservati alle categorie Juniores e Promesse ed alla Coppa Europa di corsa campestre, nel weekend si è gareggiato ancora una volta anche al Campo Comunale di Modena. In pista principalmente gli atleti delle categorie Allievi e Senior, per affinare la preparazione in vista dei rispettivi principali appuntamenti. Spettatrice d’eccezione Raphaela Lukudo.

Rappresentanza gialloblu anche a Padova

Quattro atleti di casa Fratellanza in competizione anche nella domenica di gare a Padova. La più giovane è l’Allieva Francesca Vercalli, nona assoluta sugli 800 metri con il tempo di 2:22.47. Per il resto solo atleti Master con Alessandro Bianchi trentaduesimo sulla medesima distanza della Vercalli davanti a Jorge El Vasquez Jurado che chiude nelle retrovie. Quest’ultimo era in gara anche sui 200, mentre nei 3000 si è cimentata Lucia Pansardi.

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, italiani indoor, vicinissimi al podio in più gare

Prima giornata di gare senza podi, ma con una lunga serie di importanti piazzamenti per gli atleti della Fratellanza ai campionati italiani Indoor per le categorie Juniores e Promesse. Miglior risultato il 3.40 nell’asta Promesse di Sara Corradin, che eguaglia il proprio personale e chiude quinta. Nella seconda giornata beffate per un nulla e ai piedi del podio Costanza Gavioli e la staffetta 4×1 giro Juniores donne.

Beffa per Gavioli e 4×1 giro Juniores donne


La Fratellanza non ha ottenuto podi nelle gare disputate, ma quarti posti che lasciano amaro in bocca, seppur contornati da prestazioni che dal punto di vista tecnico dimostrano il buon lavoro fatto nella preparazione invernale. Nel salto triplo promesse sfuma davanti agli occhi di Costanza Gavioli la possibilità di salire sul podio. La triplista giallo-blu, quarta nella classifica ufficiosa prima dell’ultima prova ha trovato al sesto salto la buona misura di 12,42 metri portandosi in testa alla gara e vedendo suo per pochi istanti il titolo italiano. Dopo di lei hanno saltato anche le avversarie segnando rispettivamente 1,2 e 8 centimetri più della Gavioli che nella classifica finale resta ai piedi del podio nella gara vinta dalla Giuliante con 12,50 metri fatto all’ultima prova. 
Stessa beffarda sorte per la staffetta 4×1 Juniores donne. Il quartetto formato da Conciliano, Martignani, Ferracuti e Pini ha chiuso ai piedi del podio per soli 36 centesimi di secondo.

Foto pagina FB Fratellanza.