Atletica, un po’ di gare in breve

Ancona, Ferrari di bronzo

Giornata entusiasmante e gara con elevatissimi contenuti tecnici quella sui 60 metri ad ostacoli ai campionati italiani Indoor Allievi che si sono disputati ad Ancona. Dalle batterie del mattino fino alla finale del pomeriggio, passando per le semifinali, è stata una sfida intensa fra Veronica Besana, laureatasi campionessa italiana, Larissa Iapichino, talento in erba e figlia di Fiona May, e la nostra Sandra Milena Ferrari. Per la portacolori gialloblu alla fine arriva un terzo posto ed il primato personale con 8.48, un risultato di prestigio considerando anche che la Ferrari è al primo anno in categoria. Si ferma, invece, in batteria la corsa dell’altra modenese, Ludovica Di Bitonto, ed anche quella di Ethan Mazzanti al maschile. Dieci nel complesso erano gli atleti geminiani in gara nella due giorni, tra i risultati migliori quello di Marlon Bettuzzi sugli 800 metri chiusi al settimo posto complessivo con il crono di 2:03.53. Più complicata la prova per Francesca Vercalli sulla medesima distanza ed anche quella dei velocisti Riccardo Valentini e Alessandra Morandi, che non sono riusciti a superare le batterie.


Spostandoci ai salti buon sesto posto per Giulia Cassanelli nell’asta, mentre nel triplo maschile Francesco Ferrari avvicina il proprio personale saltando 13.12 e chiude diciassettesimo a pochi centimetri da diversi atleti che lo hanno preceduto. Nell top ten della propria specialità anche Lucy Eseosa Omovbe, settima nel lancio del peso grazie alla misura di 12.50 raggiunta all’ultimo lancio.

Fattori e Romani campionesse regionali assolute

Due giorni di gare anche a Parma per assegnare i titoli regionali Indoor assoluti. Tripletta geminiana sui 50 metri femminili con Laura Fattori campionessa, per il terzo anno consecutivo, davanti a Federica Giannotti e Leonice Germini. In campo maschile il miglior gialloblu è Matteo Ansaloni, ai piedi del podio nella gara vinta dal fuori classifica, essendo di Pisa, Delmas Obou. Terzo un altro modenese, Matteo Corradini, nella Finale 2. Buon salto di 10.10 metri, invece, per la giovane allieva Martina Berni nella gara di triplo. Sempre in tema di salti secondo titolo regionale dopo quello Juniores per Nicole Romani che salta 1.71 nell’alto e chiude alla pari della fuori classifica Erica Marchetti della Bracco Atletica. Settima assoluta e miglior gialloblu nel lungo la Junior Bianca Mantovani con la misura di 5.27. Al maschile argento per Paolo Pavel Solieri nell’asta grazie ai 4 metri saltati al primo tentativo, mentre non trova la misura di 3.40 il classe 1945 Arrigo Ghi.

CdS campestre, Juniores campioni regionali al maschile e femminile

In mattinata a Castellarano è andata in scena anche la seconda prova valida per i Campionati di Società di corsa campestre a livello regionale. Come successo a fine gennaio nella gara inaugurale di Cesena i portacolori gialloblu si sono messi in luce in maniera particolare nella categoria Juniores, conquistando il successo di squadra sia tra i maschi che tra le femmine ed anche il successo individuale con Davide Rossi e Martina Cornia. In particolare in campo femminile da segnalare sette atlete nelle prime nove posizioni. Salendo alla categoria Senior è Maria Chiara Cascavilla ad imporsi nella prova femminile sui 6 chilometri, mentre tra i maschi sui 10 chilometri il migliore è Gianmarco Accardo che chiude sedicesimo. Per quanto riguarda le classifiche di società, invece, le donne sono terze a due soli punti da Forlì e a trentasei dalla Calcestruzzi Corradini, mentre noni sono gli uomini con 420 punti. Queste sono anche le classifiche definitive per queste categorie pertanto la Fratellanza 1874 è campione regionale in entrambe le categorie Junior. Terzo e quarto posto di società sono poi i piazzamenti della graduatoria dedicata ai Master dove si sono messi in luce Maurizio Gentile, terzo tra gli SM 50, Alessandro Bianchi, quinto tra gli SM45, Rossella Corradini, terza tra le SF55, e Solmi Renata, a sua volta sull’ultimo gradino del podio nelle SF65. Scendendo tra le più giovani, infine, la Fratellanza si conferma al secondo posto di società tra le Cadette dopo una gara dove la migliore è Tiziana Anobile, sesta al traguardo. Non valida per le classifiche, invece, la gara degli Allievi vinta dalla nostra Francesca Badiali al femminile. Quarto, invece, il miglior portacolori geminiano al maschile ovvero Gian Marco Ronchetti. Ultima prova in programma fra due settimane a Correggio.

Foto pagina FB Fratellenza.

Atletica, italiani indoor, vicinissimi al podio in più gare

Prima giornata di gare senza podi, ma con una lunga serie di importanti piazzamenti per gli atleti della Fratellanza ai campionati italiani Indoor per le categorie Juniores e Promesse. Miglior risultato il 3.40 nell’asta Promesse di Sara Corradin, che eguaglia il proprio personale e chiude quinta. Nella seconda giornata beffate per un nulla e ai piedi del podio Costanza Gavioli e la staffetta 4×1 giro Juniores donne.

Beffa per Gavioli e 4×1 giro Juniores donne


La Fratellanza non ha ottenuto podi nelle gare disputate, ma quarti posti che lasciano amaro in bocca, seppur contornati da prestazioni che dal punto di vista tecnico dimostrano il buon lavoro fatto nella preparazione invernale. Nel salto triplo promesse sfuma davanti agli occhi di Costanza Gavioli la possibilità di salire sul podio. La triplista giallo-blu, quarta nella classifica ufficiosa prima dell’ultima prova ha trovato al sesto salto la buona misura di 12,42 metri portandosi in testa alla gara e vedendo suo per pochi istanti il titolo italiano. Dopo di lei hanno saltato anche le avversarie segnando rispettivamente 1,2 e 8 centimetri più della Gavioli che nella classifica finale resta ai piedi del podio nella gara vinta dalla Giuliante con 12,50 metri fatto all’ultima prova. 
Stessa beffarda sorte per la staffetta 4×1 Juniores donne. Il quartetto formato da Conciliano, Martignani, Ferracuti e Pini ha chiuso ai piedi del podio per soli 36 centesimi di secondo.

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, Coppa Europa in Portogallo, settimo posto !

La Coppa Europa

La Fratellanza non è alle prime esperienze con questa prestigiosa manifestazione, che è accessibile ai vincitori dello scudetto in occasione della festa del cross. A Gubbio nel 2018 le Junior vinsero la classifica a squadre, trainate dalla fortissima Martina Cornia che fu seconda al traguardo lo scorso marzo. La storia recente della Fratellanza alla Coppa Europa per Club è iniziata qualche anno fa quando furono sempre le Junior, accompagnate da Gianni Ferraguti, a correre in Spagna. Nel 2015 invece la squadra pavullese seguita da Mauro Bazzani mise al collo la medaglia di bronzo in quel di Guadalajara e oggi un ottimo settimo posto.

Le atlete in gara

A guidare le junior giallo-blu non poteva mancare Martina Cornia, vice campionessa italiana di cross e campionessa italiana dei 10 km su strada e dei 3000 metri in pista. Con lei Bernadette Pulpito, Chiara Tognin e Chiara De Giovanni.

La gara

La partenza della squadra della Fratellanza dal box n°15 è stata favorevole essendo uno dei più esterni e in linea con la prima traiettoria. Dopo 300 metri sostenuti le atlete hanno notevolmente abbassato il ritmo impostando una gara tattica. Martina Cornia non ha accolto lo spunto delle avversarie: “La gara tattica non è il mio forte, ho preferito andare avanti per i fatti miei e tirare”. Gesto sinonimo di una certa maturità agonistica della modenese che ha iniziato a sfoltire il gruppo di testa facendo selezione, riducendo la testa della gara a solo sei atlete. Al secondo giro la turca Emine Akbingol, già terza all’Eurocross di Tillburg lo scorso dicembre, ha preso il comando della gara incrementando il ritmo. La Cornia, un po’ più cauta, ha lasciato qualche metro di vantaggio alle avversarie chiudendo in progressione gli ultimi 600 metri di gara che ha concluso al quarto posto finale con 15’17, arrivando a soli 10” dalla prima classificata. Molto bene anche il 24esimo posto di Bernadette Pulpito in 16’34”, a seguire 40esima Chiara Tognin 17’19”, 49esima Chiara De Giovanni 17’43”, per uno score finale di 117 punti. “Questa è stata una delle gare più belle di sempre, abbiamo dato il massimo per difendere al meglio i colori della Fratellanza” hanno raccontato in coro le ragazze, entusiaste dell’esperienza affrontata.

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, campionati italiani indoor

Dall’asta il miglior piazzamento di giornata

Non partiva coi favori del pronostico, ma con la decisa volontà di portare a casa un risultato importante l’astista della Fratellanza Sara Corradin, che ha chiuso al quinto posto la propria prova nella categoria Promesse. La gialloblù ha eguagliato il proprio personale valicando la misura di 3.40, prima di fermarsi coi tre errori a 3.55. Top ten e nono posto anche per l’altra portacolori modenese in gara, Anna Cicognani, con la misura di 3.20. Rimanendo sempre nell’asta undicesimo posto con 4.30 per Davide Tumbarello negli Juniores e diciassettesimo per Paolo Pavel Solieri. Sempre in tema di salti, ma passando all’alto gara difficile per Kelvin Purboo che si ferma a 1.94 e chiude sesto tra le Promesse. Medesimo piazzamento nelle Juniores per Nicole Romani, che valica tutte le misure fino all’1.67 al primo salto per poi arrestarsi all’1.70. Assieme a lei in gara Faye Tiddi, undicesima e Anna Bondi ventesima. Ultima gara di salti a tinte gialloblù il lungo femminile Juniores, con Bianca Mantovani quindicesima grazie alla misura di 5.32.

Velocità, sesti Iori e Fornasari

Livello che sale rispetto a dodici mesi fa nelle gare di velocità, ma gli atleti della Fratellanza si confermano nei piazzamenti di finale. Eleonora Iori non è al meglio della condizione e non riesce a confermare il successo del 2018 sui 60 piani Promesse, ma accede comunque alla finale che chiude al sesto posto in 7.67. Ottava la compagna Laura Fattori, mentre per un centesimo rimane fuori dalle prime otto Leonice Germini. Nella stessa categoria al maschile tre prove sostanzialmente identiche per Freider Fornasari, che centra la finale e conquista a sua volta il sesto posto in 6.93. Dodicesimo in 7.01 Matteo Ansaloni, mentre tra gli Junior non riesce ad esprimere il suo meglio Jeremy Caiumi che si ferma con 7.23 in semifinale. Chiudono il quadro dei velocisti le ragazze della categoria Junior, con Alessia Conciliano che si guadagna la Finale 2 dove chiude seconda in 7.85, mentre diciottesimo posto finale per Irene Pini con 7.97. In gara oggi anche le protagoniste della prova veloce più lunga ovvero i 400 metri: Elena Pradelli è dodicesima in 56.82 tra le Promesse, mentre ventesima in 58.57 è Anna Cavalieri nella stessa categoria.

Foto Fratellanza pagina FB

Atletica, indoor Modena sempre presente

Indoor Modena


Continuano i bei risultati targati Fratellanza nell’impianto indoor del Campo scuola di Modena. La schiera giallo-blu è riuscita a salire sul podio anche in diverse gare dei concorsi che si sono svolti nella domenica pomeriggio. Nel salto triplo vittoria per la promessa Costanza Gavioli con 12,34 metri realizzati al sesto tentativo, misura che ha dato un valore tecnico alla gara, ma che Costanza non necessitava per vincere la gara già in pugno dal quarto salto, dove con la misura di 12,05 aveva messo il suo nome in cima alla lista della classifica finale di gara. Negli Allievi seconda piazza per Francesco Ferrari che saltando 13,14 metri migliora notevolmente il suo record personale. Nel salto con l’asta Junior secondo posto per Davide Tumbarello che ha valicato i quattro metri e venti al primo tentativo, mentre tra le Promesse donne Sara Corradin conquista un altro titolo superando nettamente, con 3.10 la rivale del Cus Parma Francesca Foppiani

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, appuntamenti del week end

La pista Indoor di Modena assegna i primi titoli del 2019
Prime gare del 2019 che assegnano titoli nell’impianto Indoor di Modena che, come ogni anno, è già teatro di una fitta serie di meeting invernali. Nel weekend al Campo Comunale di atletica leggera si disputeranno i campionati regionali validi per le categorie giovanili Allievi, Juniores e Promesse con oltre 550 atleti in gara. Come solito il programma prevede nella giornata di domani le prove di velocità sui 60 metri e il salto in alto maschile e femminile, mentre domenica spazio a tutte le restanti gare di salto.

Per quanto riguarda la Fratellanza, come sempre folto l’elenco dei partecipanti alle varie prove in calendario. Per quanto riguarda la velocità le maggiori speranze sono riposte nella categoria Junior, con Jeremy Caiumi accreditato del miglior tempo, e in quella Promesse con Matteo Ansaloni. In campo femminile, invece, si attendono conferme tra le Allieve da Sandra Milena Ferrari, vincitrice a Parma e Modena delle prime gare disputate in maglia gialloblù rispettivamente sui 50 metri e sui 60 ostacoli. Salendo di età e arrivando alle Juniores duello casalingo fra Alessia Conciliano ed Irene Pini, per poi arrivare alle Promesse dove comanda il terzetto modenese formato da Eleonora Iori, Leonice Germini e Laura Fattori. Negli ostacoli voglia di riscatto per Ethan Mazzanti dopo la caduta in finale nel meeting della scorsa settimana, mentre tra le donne ci saranno Ludovica Di Bitonto nella categoria Allieve e Hope Maiolo tra le Juniores.

Ultima gara di domani sarà quella di salto in alto. Benedetto Tincani è il miglior accredito in casa gialloblù tra gli Allievi, mentre tra le Juniores attenzione puntata sulla crescita di Nicole Romani e sulla prova di Faye Tiddy alle prime gare in categoria. Per quanto riguarda gli appuntamenti di domenica, invece, si preannunciano gare importanti nell’asta con Davide Tumbarello e Paolo Pavel Solieri che si presentano con il medesimo accredito tra gli Junior, mentre Francesco Lama è il miglior accredito tra le Promesse. Tra le donne, invece, si attende la prova di Giulia Cassanelli nelle Allieve e Sara Corradin nelle Promesse. Per i salti in estensione, infine, al maschile in gara Francesco Ferrari nel triplo Allievi e Patrick Girotti in entrambe le prove Juniores. Decisamente più folta, invece, la pattuglia al femminile con Martina Berni miglior accredito al femminile nel lungo Allieve, Alessia Corni nel triplo Allieve, Bianca Mantovani nel lungo Juniores e Costanza Gavioli nel triplo Promesse.

Foto pagina FB Fratellanza.

Atletica, il meglio dell’indoor di sabato !

Giornata di sabato ricca di ottimi risultati in campo Indoor. A Modena Iori e Zlatan guidano la pattuglia dei velocisti, mentre negli ostacoli sugli scudi Quaglieri e Ferrari. Podi anche nell’alto per Purboo, Romani e Tiddy. A Parma nelle gare sperimentali di Prove Multiple per Ragazzi e Cadetti diversi i successi gialloblu.

Modena, velocisti beffati al fotofinish
Una schiera infinita di atleti, per un totale di ben 33 serie, ha affollato la pista Indoor del Campo Scuola di Modena nella gara maschile sui 60 metri che vedeva riunite le categorie Allievi, Juniores, Promesse e Senior. Subito in pista i migliori e subito testa a testa fra il portacolori di casa Fratellanza Andrei Zlatan e lo Junior Samuele Ceccarelli. Per entrambi il crono si ferma sul 6.75 che vale una finale che vedrà in gara per i colori gialloblù anche Freider Fornasari. Alla fine saranno secondo e quarto i modenesi, con Zlatan alle spalle di Ceccarelli per tre centesimi. In campo femminile, invece, entrano nelle prime sei Eleonora Iori e Laura Fattori, con la prima che sfiora poi il successo salvo chiudere al fotofinish alle spalle di Margherita Zuecco e dell’azzurra Audrey Alloh.

Ostacoli, vince Ferrari e podio per Quaglieri
Negli ostacoli al maschile sfortunato Ethan Mazzanti che raggiunge la finale Allievi con il terzo tempo, ma impatta sul primo ostacolo e non riesce a giocarsi le sue chance per il successo finale. In campo femminile, invece, cresce la condizione per Lucia Quaglieri che migliora la performance cronometrica della scorsa settimana ad Ancona e chiude terza con 8.87. Tra le allieve, invece, trionfa Sandra Milena Ferrari firmando un 8.63 che è anche il miglior tempo fra tutte le finaliste di ogni categoria.

Alto, podi per Purboo, Romani e Tiddy
Assieme alle gare di velocità nella giornata di sabato si sono disputate anche quelle di salto in alto. Proprio in quest’ultima specialità si rivede sul podio Kelvin Purboo al maschile, secondo saltando la misura di 2.01. In campo femminile, invece, continua il proprio percorso di ripresa dopo un anno difficile la classe 2000 Nicole Romani, seconda con 1.67 davanti ad un’altra portacolori gialloblu, ovvero Faye Tiddy, con 1.64.

Prove multiple giovanili a Parma
I protagonisti del sabato pomeriggio al palazzetto Indoor di Parma sono stati i giovani appartenenti alle categorie Ragazzi e Cadetti, alle prese rispettivamente con tetrathlon e triathlon. Le gare Cadetti hanno visto gli atleti mettersi in gioco nei 60 metri ostacoli, nel salto in alto, nel getto del peso e nei 1000 metri per i maschi, mentre per le donne erano in programma i 400 metri. I ragazzi invece hanno affrontato le gare di 60 metri e 600 metri ed il salto in lungo.

Ragazzi, Costanzini primo e Martignani seconda
Nelle gare del triathlon ragazzi, mai disputate prima d’ora, i vincitori oltre che la medaglia d’oro hanno anche siglato il primato regionale, che al maschile è andato a Samuele Costanzini della Fratellanza, vincitore anche di tutte le singole gare. Al femminile titolo regionale per la Oury del Cus Bologna e seconda la portacolori della Fratellanza Emma Martignani, vincitrice anche della gara di salto in lungo.

Cadetti, Coppi trionfa in campo femminile
Nei cadetti Gabriele Borellini ha ottenuto buoni piazzamenti nelle varie specialità ed ha chiuso al settimo posto finale, mentre nelle cadette una folta schiera di atlete si è alternata ai vertici delle singole gare. Sempre restando in casa gialloblù la vittoria di Claudia Coppi nei 600 metri è servita a totalizzare una marea di punti che l’ha portata così a superare le avversarie che la precedevano fino all’ultima prova e a vincere la gara, quarta la Rubino e quinta Cecilia Mosca.

Foto add. stampa Fratellanza.