Il Sassuolo ferma la Roma (1-1): Pinamonti risponde ad Abraham

Nell’ultima gara casalinga prima della sosta per il Mondiale, il Sassuolo conquista un punto contro la Roma: succede tutto negli ultimi dieci minuti: Roma avanti con Abraham all’80’, pareggio di Pinamonti all’85’. Il Sassuolo sale così a quota 16 punti in classifica.

Per la gara contro la Roma, Dionisi conferma il consueto 4-3-3, in cui, in avanti, Pinamonti è supportato da Laurientè e dal giovanissimo D’Andrea, La Roma di Mourinho risponde con un 3-4-2-1, in cui Zaniolo e Volpato affiancano l’unica punta Shomurodov.

Al Mapei Stadium, il primo quarto d’ora è di studio, ma, passati i primi 15 minuti, la gara è vivace e ricca di occasioni da gol. Apre le danze delle occasioni il Sassuolo, con una conclusione di D’Andrea bloccata da Rui Patricio al 16′, poi è Pinamonti ad avere la migliore palla gol per i neroverdi nella prima frazione di gioco: il numero 9 del Sassuolo salta anche Rui Patricio dopo essere stato servito in profondità da Laurientè, ma si allunga troppo la palla, potendo solo provare a rimetterla in mezzo, quando ormai, però, la difesa ospite aveva recuperato la posizione. Sul ribaltamento di fonte, la Roma si rende pericolosissima in contropiede: Zaniolo serve Shomurodov, che calcia in porta a tu per tu con Consigli, bravo a dirgli di no in uscita. Nel finale di tempo, ancora pericoloso il Sassuolo: prima, con una conclusione dal limite di Laurientè finita a lato; poi, al 41′, con un colpo di testa di Frattesi su azione da calcio d’angolo. L’ultima occasione del primo tempo, però, è della Roma: al 44′, cross di Celik per Zalewski e il giovane calciatore giallorosso sfiora un bellissimo gol con una conclusione di sinistro al volo terminata, però, alta sopra la traversa.

Nella ripresa, ritmi blandi e poche occasioni fino al 70′, poi la partita si accende dopo il valzer di cambi da una parte e dall’altra: nel Sassuolo entrano prima Traorè e Thorstvedt per D’Andrea e Harroui, poi Obiang per un Lopez nervoso e già ammonito. La Roma inserisce le punte Abraham e Belotti. Al 70′ ci prova per il Sassuolo Pinamonti, ma il suo colpo di testa su cross di Kyriakopoulos è debole e centrale. Al 75′, risponde la Roma: cross di Zaniolo per Bove, colpo di testa e palla alta. Un minuto più tardi, occasionissima per il Sassuolo: contropiede di Laurientè, che si invola in velocità nella metàcampo avversaria e serve Traorè, che, tutto solo davanti a Rui Patricio, centra, però, il portiere ospite. Gol sbagliato, gol subito è una delle leggi non scritte del calcio e si applica all’80’, quando la Roma passa in vantaggio con un preciso colpo di testa di Abraham su cross dalla destra di Mancini. Il Sassuolo, però, non ci sta e riprende ad attaccare alla ricerca del pari: ricerca premiata all’85’, quando arriva come una liberazione il pareggio firmato da Pinamonti, che non trovava il gol da diverse giornate ed esulta in modo incontenibile togliendosi anche la maglia e rimediando il cartellino giallo. Dopo il gol del pari, c’è spazio tra le fila del Sassuolo anche per il ritorno in campo dopo l’infortunio di Berardi, oltre che per l’ingresso di Rogerio. Non ci sono, però, altre occasioni, e la gara termina così sul punteggio di 1-1 dopo sei minuti di recupero.

Il tabellino:

Sassuolo-Roma 1-1

Reti: 80′ Abraham (R), 85′ Pinamonti (S).

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Ayhan, Ferrari, Kyriakopoulos (88′ Rogerio); Harroui (66′ Thorstvedt), Lopez (75ì Obiang), Frattesi; D’Andrea (66′ Traorè), Pinamonti, Laurientè (88′ Berardi). A disposizione: Pegolo, Zacchi, Marchizza, Hnerique, Alvarez, Ceide, Antiste, Romagna, Erlic, Tressoldi. Allenatore: Alessio Dionisi.

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio; Ibanez, Smalling, Mancini; Celik (65′ Karsdorp), Cristante, Matic, Zalewski (66′ El Shaarawy); Volpato (73′ Bove), Zaniolo (78′ Belotti); Shomorudov (66′ Abraham). A disposizione: Boer, Svilar, Vina, Camara, Kumbulla, Tripi, Tahirovic, Cherubini, Faticanti. Allenatore: Josè Mourinho.

Arbitro: Sig. Ayroldi di Molfetta. Assistenti: Sig. Bottegoni – Sig. Liberti. Quarto ufficiale: Sig. Doveri. VAR: Sig. Abisso – Sig. Banti.

Note: Ammoniti: Zaniolo (R), Laurientè (S), Ayhan (S), Lopez (S), Kyriakopoulos (S), Cristante (R), Pinamonti (S), Mancini (R).

Sassuolo 2-2 Roma, i neroverdi cedono all’ultimo

Dopo la sconfitta ai quarti di finale di Coppa Italia contro la Juventus di Massimiliano Allegri, i neroverdi tornano tra le mura di casa. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia si sfidano Sassuolo e Roma, turno numero 25 della Serie A Tim 2021/2022. Le squadre sono state eliminate in settimana dalla Coppa Italia, rispettivamente da Juventus ed Inter. Per entrambe spicca dunque la voglia di tornare alla vittoria il prima possibile in campionato.

Orfani dei giovani Raspadori e Scamacca, entrambi fuori per scontare il turno di squalifica, i neroverdi si schierano con un 4-3-3: Consigli è protetto da Muldur, Chiriches, Ferrari e Kyriakopoulos, mentre a centrocampo si schierano Frattesi, Lopez ed Henrique. Davanti, ad aiutare Berardi, c’è spazio per Traore e Defrel.

Image
[credit: profilo Twitter ufficiale U.S. Sassuolo Calcio]

Mourinho deve fare a meno di Zaniolo dopo l’espulsione rimediata nel finale di partita contro il Genoa. Il tecnico portoghese schiera i suoi uomini con il 3-4-1-2: Rui Patricio tra i pali; nella difesa a tre prendono posto Mancini, Smalling, Kumbulla . Sergio Oliveira e l’ex Pellegrini completano la mediana, mentre sulle linee laterali so posizionano Karsdorp e Viña. Mkhitaryan gioca sulla trequarti a sostegno di Tammy Abraham e Afena-Gyan.

Fischietto affidato a Marco Guida della sezione di Torre Annunziata, alla nona presenza stagionale, la numero 173 in carriera in Serie A. Il primo a provarci è Domenico Berardi, ma il tiro è debole e sporca solo i guantoni a Rui Patricio. All’8′ minuto Traore trova la porta ma il goal viene annullato. I neroverdi sembrano essere partita con una marcia in più grazie ai guizzi di Berardi. Tanto fraseggio ma davvero poche occasioni da un parte e dall’altra. Al 33′ anche la Roma trova il goal del vantaggio con Abraham sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma l’inglese era in posizione di fuorigioco. Nel finale di primo tempo viene fischiato un calcio di rigore per la Roma. Sul dischetto si presenta Abraham che calcia centrale e beffa Consigli. Dopo due cartellini gialli indirizzati a Lopez e Berardi arriva il duplice fischio da parte di guida, si va agli spogliatoi sul risultato di 0-1.

Il rigore segnato da Abraham.

Dopo un solo minuto il Sassuolo trova la rete del pareggio grazie all’errore di Rui Patricio sul tiro di Traore, il quale liscia il pallone con le mani e lo guarda sorpassare lentamente la linea di porta. Al 66′ una grande azione manovrata porta alla conclusione di Frattesi che calcia male. Subito dopo entra Harroui al posto di Henrique. Mourinho decide dunque di sostituire Oliveira e Afena-Gyan per Cristante e Shomurodov. Al 73′ il Sassuolo la ribalta con l’aggancio e la conclusione in porta di Traore sul cross perfetto di Berardi: 2-1 al Mapei Stadium, incolpevole Rui Patricio. Altro doppio cambio per la Roma: escono Viña e Mancini per Veretout e Maitland-Niles. Al 78′ Ferrari prende il secondo giallo e lascia i suoi uomini in dieci, concedendo una punizione da posizione interessante. Dionisi approfitta dell’ interruzione e sostituisce Defrel e Frattesi con Tressoldi e Ayhan. Ultimo cambio per la Roma: Mourinho dà spazio a Perez sostituendo Karsdorp. Poco dopo Berardi lascia spazio a Ceide. Mhkitaryan si trova la palla per il pareggio all’interno dell’area di rigore ma spara alto. La Roma pareggia con il colpo di testa di Cristante, rete assegnata grazie alla goal line technology, inutile il tentativo di salvataggio di Lopez. Arriva il triplice fischio di Guida: al Mapei Stadium finisce 2-2.

Dopo le sconfitte subite in Coppa Italia, Sassuolo e Roma entrano in campo con la stessa voglia di vincere, ma la partita risulta equilibrata, con i padroni di casa pronti a difendersi nel finale con un uomo in meno. Un punto conquistato per entrambe. Testa ora al prossimo turno: i neroverdi saranno in direzione Milano per la sfida a San Siro contro l’Inter di Simone Inzaghi.

Image
[credit: profilo Twitter ufficiale U.S. Sassuolo Calcio]

LE PAGELLE NEROVERDI
Consigli 6
Muldur 6,5
Chiriches 6
Ferrari 5,5
Kyriakopoulos 6
Frattesi 6
Lopez 6
Henrique 6,5
Berardi 7
Defrel 6,5
Traore 7

SOSTITUZIONI

Harroui (Henrique) 6
Tressoldi (Defrel) 5,5
Ayhan (Frattesi) s.v.
Ceide (Berardi) s.v.

Sassuolo-Roma, i convocati di mr. Dionisi

Vigilia di campionato. Scende in campo domani, di domenica tredici febbraio il Sassuolo, che sfida al “Mapei” di Reggio Emilia alle ore 18:00 la Roma di Josè Mourinho, sfida valevole per la 25° giornata di campionato. In campionato i padroni di casa vengono da un bel pareggio (1-1) in casa del Torino, ma anche da una roboante sconfitta dal finale pesante di 4-0 contro la Sampdoria a Genova. La Roma del celebre tecnico portoghese invece è reduce da una decisa vittoria (2-4) in casa dell’Empoli, e da uno 0-0 interno (inaspettato) contro il Genoa. In classifica i ragazzi di mr. Dionisi si trovano dodicesimi a quota ventinove punti raccolti sinora. I giallorossi invece sono settimi a quota trentanove in cerca di qualificazioni europee. L’arbitro della partita è il signor. Marco Guida di Torre Annunziata, assistito da Lo Cicero, e Prenna.

Ecco i CONVOCATI di mr. Dionisi

PORTIERI

  • 24 Giacomo SATALINO
  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 56 Gianluca PEGOLO

DIFENSORI

  • 5 Kaan AYHAN
  • 6 ROGERIO
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MULDUR
  • 21 Vlad CHIRICHES
  • 31 Gian Marco FERRARI
  • 44 Ruan TRESSOLDI
  • 77 Giorgos KYRIAKOPOULOS

CENTROCAMPISTI

  • 4 Francesco MAGNANELLI
  • 8 Maxime LOPEZ
  • 16 Davide FRATTESI
  • 20 Abdou HARROUI
  • 23 Hamed TRAORE
  • 97 Matheus HENRIQUE

ATTACCANTI

  • 7 Brian ODDEI
  • 11 Riccardo CIERVO
  • 15 Emil CEIDE
  • 25 Domenico BERARDI
  • 29 Luigi SAMELE
  • 92 Gregoire DEFREL

Fonti, e foto sito Sassuolo Calcio.

Roma-Sassuolo 2-1, pochi centimetri negano il pareggio ai neroverdi

Dopo la sosta Nazionali, il campionato riprende anche per Roma e Sassuolo, le quali scendono in campo all’Olimpico per il posticipo della terza giornata di Serie A Tim. Divise solamente da due lunghezze, le squadre cercano i tre punti per restare in scia delle big del nostro campionato.

Josè Mourinho raggiunge la panchina numero 1000 con le squadre di club e cerca la 638° vittoria, la terza consecutiva con la Roma dopo quelle contro Fiorentina e Salernitana. Il tecnico portoghese schiera i suoi uomini con un 4-2-3-1: tra i pali il connazionale Rui Patricio difeso da Karsdorp, Mancini, Ibañez e Viña. Veretout e Cristante completano la linea sulla mediana, mentre davanti a loro si schierano Zaniolo, l’ex Pellegrini e Mhkitaryan; unica punta centrale il nuovo acquisto Tammy Abraham.

“Rispondere presente”: queste le parole di Dionisi in conferenza stampa pre-partita. Il neo tecnico del Sassuolo risponde specularmente a Mourinho: 4-2-3-1 con Consigli tra i pali difeso da Toljan, Chiriches, Ferrari e Rogerio. Davanti alla difesa prendono posto l’altro ex della partita, Frattesi, e Lopez. Alle spalle del giovane Raspadori giocano Berardi, Djuricic e Boga.

Fischietto affidato al signor Simone Sozza, alla decima presenza in Serie A, la seconda nel campionato in corso. Entrambe le squadre giocano a viso aperto e con linee difensive piuttosto avanzate, con la Roma che adotta spesso la trappola del fuorigioco. La prima occasione del match è per i neroverdi: al 12’ Raspadori libera con il tacco Berardi, il quale colpisce con il mancino da dentro l’area ma il tiro è debole e centrale. Dopo un interminabile check al Var, il Sassuolo si vede annullare il goal di Berardi a causa di un fuorigioco millimetrico di Raspadori sul passaggio filtrante di Ferrari. Al 34’ Abraham spaventa i neroverdi anticipando in scivolata Chiriches con Consigli immobile; il tiro finisce fuori a pochi centimetri dal secondo palo. Il goal per i giallorossi, però, non tarda ad arrivare. Tre minuti più tardi Pellegrini chiama lo schema da calcio di punizione servendo Cristante in profondità, il quale si inserisce in maniera impeccabile e trafigge Consigli. Uno schema ideato da Mourinho che beffa così la linea difensiva troppo alta del Sassuolo. Il primo tempo si conclude sul punteggio di 1-0 per i padroni di casa.

Dal corridoio dell’Olimpico rientrano in ventuno: Dionisi effettua la prima sostituzione e fa entrare Scamacca al posto di Raspadori. Sulla testa di Ferrari l’occasione del pareggio sul calcio d’angolo battuto da Rogerio; il capitano del Sassuolo colpisce male il pallone che termina largo. Al 55’ il subentrato Scamacca prova a sorprendere l’estremo difensore giallorosso con un tiro potente e angolato da fuori area, Rui Patricio devia in calcio d’angolo. Al 57’ lo stesso Scamacca serve bene Berardi, il quale si libera con una giocata magistrale e serve in mezzo per Djuricic con un pallone forte e teso. Il serbo insacca in maniera fortuita e fa 1-1. La Roma non ci sta e, accompagnata dal continuo canto della curva sud, costruisce con Pellegrini e Abraham due occasioni, con l’attaccante inglese che colpisce il palo da posizione ravvicinata. Al 68’ il miracolo di Rui Patricio tiene in parità il risultato grazie alla parata sul tiro a colpo sicuro di Berardi liberato dall’ottima incursione di Boga. El Shaarawy al posto di Mhkitaryan è il primo cambio adottato da Mourinho. L’ex Pellegrini arriva ad un passo dal goal ad un quarto d’ora dalla fine dopo una pregevole azione personale, liberandosi in area a tu per tu con Consigli; il centrocampista spedisce alto di poco sopra la traversa. Mourinho vuole i tre punti e richiama gli stanchi Veretout e Zaniolo per Carles Perez e Shomurodov. Dionisi risponde inserendo l’ex Defrel al posto di un ispirato Berardi, autore dell’assist per la rete del pareggio. Al 78’ Boga si divora il goal del vantaggio solo contro Rui Patricio, con il portoghese chiamato ancora agli straordinari e omaggiato dagli applausi dei 30.000 dell’Olimpico per il secondo miracolo in dieci minuti. Tre minuti più tardi il pallone sosta pericolosamente vicino alla linea di porta del Sassuolo, con Ferrari che spazza via. Le squadre si allungano e Dionisi chiama in causa Traore e Ayhan al posto di Djuricic e Frattesi. Il Sassuolo pareggia anche i legni colpiti con il tiro da fuori all’87’ di Traore. Poca lucidità ma tante occasioni negli ultimi minuti con i due portieri chiamati a respingere i tentativi degli attaccanti delle due squadre. Reynolds entra al posto di Karsdorp, mentre nel Sassuolo Kyriakopoulos sostituisce uno stremato e convincente Boga. Al 91’ El Shaarawy colpisce al volo con un tiro a giro, il pallone finisce prima sul palo e poi in rete: 2-1 a due minuti dalla fine, impazzisce la curva sud ed esulta Mourinho. All’ultimo secondo l’eurogoal di Scamacca viene annullato per la posizione di fuorigioco.

All’Olimpico vince la Roma con il risultato finale di 2-1. I giallorossi si portano in testa a nove punti insieme al Milan e al Napoli, con Mourinho che festeggia nel migliore dei modi la panchina numero 1000 e spende, a fine partita, parole di stima per Dionisi e per i neroverdi. Il Sassuolo esce a testa altissima pur restando ferma a quattro punti. Da salvare assolutamente la prestazione, con Dionisi orgoglioso per il gioco espresso dai suoi uomini. Testa alla prossima giornata di campionato, con i neroverdi che apriranno il quarto turno di campionato con l’anticipo di venerdì sera in casa contro il nuovo Torino plasmato da Jurić.

LE PAGELLE NEROVERDI

Consigli 6,5

Toljan 6,5

Chiriches 6

Ferrari 6

Rogerio 6,5

Frattesi 6,5

Lopez 6

Berardi 7

Djuricic 7

Boga 7

Raspadori 6

SOSTITUZIONI

Scamacca (46’ Raspadori) 6,5

Defrel (77’ Berardi) 6

Traore (84’ Djuricic) 6,5

Ayhan (84’ Frattesi) s.v.

Kyriakopoulos (89’ Boga) s.v.

Foto: sito ufficiale U.S. Sassuolo Calcio.

Roma-Sassuolo, i convocati di mr. Dionisi

Terza giornata di serie A, e un match molto interessante in programma, Roma-Sassuolo. Si gioca domani sera all’ “Olimpico” di Roma alle ore 20:45. La Roma di Josè Mourinho viene da una vittoria al debutto sul finale di 3-1 nei confronti della Fiorentina, e la scorsa giornata ovvero la seconda, ha vinto 0-4 in casa della Salernitana. Anche il Sassuolo di mr. Dionisi, tecnico emozionato dal duello ravvicinato con lo “Special One”, viene da un buon inizio di campionato: 2-3 in casa del Verona alla prima, e 0-0 al Mapei contro la Sampdoria.

L’arbitro della gara è il signor. Simone Sozza di Seregno, assistito da Tolfo, e Vono. Ecco invece i convocati neroverdi.

PORTIERI

  • 24 Giacomo SATALINO
  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 56 Gianluca PEGOLO

DIFENSORI

  • 3 Edoardo GOLDANIGA
  • 5 Kaan AYHAN
  • 6 ROGERIO
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MULDUR
  • 21 Vlad CHIRICHES
  • 22 Jeremy TOLJAN
  • 31 Gian Marco FERRARI
  • 77 Giorgos KYRIAKOPOULOS

CENTROCAMPISTI

  • 4 Francesco MAGNANELLI
  • 8 Maxime LOPEZ
  • 10 Filip DJURICIC
  • 16 Davide FRATTESI
  • 20 Abdou HARROUI
  • 23 Hamed TRAORE
  • 97 Matheus HENRIQUE

ATTACCANTI

  • 7 Jeremie BOGA
  • 18 Giacomo RASPADORI
  • 25 Domenico BERARDI
  • 91 Gianluca SCAMACCA
  • 92 Gregoire DEFREL

Fonti e foto sito Sassuolo Calcio.

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑