Sassuolo-Inter, le pagelle nero verdi

Consigli 5,5 Marlon 5, Muldur 5, , Peluso 5, Tripaldelli 5, Duncan 6, Magnanelli 6, Obiang 6 , Traorè 6, Berardi 6, Caputo 6,5

Sostituzioni :

Obiang-Boga ( Boga 6,5 )

Traorè-Djuric ( Djuricic 6,5 )

Muldur-Tolijan ( Tolijan 5 )

Foto Wikipedia.

Sassuolo-Inter 3-4, partita infinita al Mapei

L’inter di Antonio Conte esce dal Mapei Stadium con i tre punti, non senza faticare contro un Sassuolo sicuramente cresciuto dal punto vista caratteriale, ma che difetta ancora nella fase difensiva.

Infatti è la squadra nero azzurra a passare in vantaggio dopo neanche due minuti, dagli sviluppi di un calcio d’angolo, Lautaro è bravo ad indovinare la traiettoria vincente con un tiro a giro che spiazza Consigli.

L’argentino potrebbe raddoppiare poco dopo, ma prima, indirizza il pallone a lato di Consigli, e gli viene annullato un gol per fallo di Lukaku in attacco.

Il Sassuolo non sembra aver accusato il colpo, e spinto da una cornice di pubblico gremito per l’occasione, trova il gol del pareggio con Berardi, bravo a finalizzare il contropiede neroverde.

L’inter subisce il colpo, e il Sassuolo capisce che può affondare : la squadra di De Zerbi prova a trovare la rete del vantaggio, prima con Traorè dalla distanza, poi con Caputo, al quale viene annullato un gol.

Al trentottesimo del primo tempo sale in cattedra Lukaku, dopo una partita di sacrificio e tanti errori, riesce a liberarsi tra le maglie nero verdi, e gira la palla alle spalle di Consigli, portando l’inter sul momentaneo vantaggio.

Ancora Lukaku, stavolta a fine primo tempo trasforma il calcio di rigore con estrema freddezza, spiazzando Consigli.

Cosi dunque si va al riposo, con un parziale di 1-3 a favore dell’Inter, che si è dimostrata cinica e quadrata, con un Lukaku determinante, al cospetto di un Sassuolo che gioca bene, costruisce, ma che evidenzia i soliti limiti a livello difensivo. Limiti che si possono individuare oltre che nella stessa ”fase”, ma sopratutto per una carenza di difensori di spessore.

L’avvio del secondo tempo è sulla falsa riga del primo, entrambe le squadre giocano e propongono calcio, il solito Lautaro è impreciso davanti alla porta, e Traore non riesce a superare ancora una volta dalla distanza Handanovic.

Al minuto settanta, Barella viene steso in area di rigore nero verde e Giacomelli indica il calcio di rigore a favore dell’inter, che Lautaro trasformerà in rete, fissando il risultato sul 1-4 in favore dei nero azzurri. Risultato ingiusto per la squadra di De Zerbi, che merita qualcosa in più.

Esce Lautaro e la partita cambia, sopratutto per i meriti del Sassuolo, che accorcia le distanze poco dopo, al settantaquattresimo con Djiuricic, che finalmente concretizza la grande mole di gioco che il Sassuolo nel secondo tempo produce.

Conte non legge bene la partita, e l’Inter con il passsare dei minuti si schiaccia sempre di più a ridosso della propria area, sotto gli attacchi costanti dei neroverdi.

Il Sassuolo continua ad attaccare anche prendendosi dei rischi in contropiede, ma è Boga a otto dal novantesimo a trovare il gol del 3-4, con una splendida azione in solitaria, che ricorda il gol del Papu nella giornata precedente.

Il Mapei è incandescente, il pubblico ci crede e vuole a gran voce il gol del pareggio, anche per onorare la scomparsa del Patron Squinzi, negli spalti sponda interista cresce la paura della remuntada.

Tuttavia non c’è più tempo, e dopo un secondo tempo all’attacco da parte del Sassuolo, l’Inter esce con il bottino pieno, la differenza in campo è stata fatta da due top player: Lautaro e Lukaku.

Il Sassuolo ha poco da recreminare, di fronte a se ha trovato una grande squadra, nonostante ciò ha dimostrato di potersela giocare a testa alta con chiunque, anche se sono ancora troppo gravi le amenesie difensive e la mancanza di cattiveria agonistica, che spesso fa la differenza.

Nonostante il risultato, la prestazione fa ben sperare, sopratutto in vista della trasferta di Verona, contro una delle squadre più in forma del campionato, match che potrebbe risollevare la squadra di De Zerbi.

Fonti e foto dal vivo.

U.S Sassuolo, la sfida impossibile all’ Inter, i convocati

In campo domani alle 12:30 Sassuolo-Inter, la prima senza Giorgio Squinzi. Un Mapei sold out in ogni ordine di posto, per provare a fare punteggio contro la seconda in classifica.

L’ ultima giornata ha visto il rinvio di Brescia-Sassuolo, che si giocherà il diciotto dicembre, l’ Inter invece ha perso in casa contro la Juve. Entrambe con voglia di vincere, ma il Sassuolo ha infiniti motivi per vincere.

Ecco i convocati di mr. De Zerbi

PORTIERI

  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 63 Stefano TURATI
  • 64 Alessandro RUSSO

DIFENSORI

  • 2 MARLON
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MÜLDÜR
  • 19 Filippo ROMAGNA
  • 22 Jeremy TOLJAN
  • 33 Alessandro TRIPALDELLI
  • 35 Stefano PICCININI
  • 77 Giorgos KYRIAKOPOULOS

CENTROCAMPISTI

  • 4 Francesco MAGNANELLI
  • 8 Alfred DUNCAN
  • 10 Filip DJURICIC
  • 14 Pedro OBIANG
  • 23 Junior TRAORÈ
  • 44 Andrea GHION
  • 73 Manuel LOCATELLI

ATTACCANTI

  • 7 Jeremie BOGA
  • 9 Francesco CAPUTO
  • 11 Gregoire DEFREL
  • 18 Giacomo RASPADORI
  • 25 Domenico BERARDI

Si prevede una partita scoppiettante.

Fonti e foto sito Sassuolo.

U.S Sassuolo, si avvicina l’ Inter

Terminate le partite delle nazionali il Sassuolo è al lavoro per l’ Inter. Sassuolo-Inter, la prima senza Giorgio Squinzi, si gioca domenica venti alle 12:30. Sperando di recuperare più nazionali possibili, la squadra pedala al Mapei Center.

Allenamenti di preparazione specifici dallo sviluppo, poi la manovra, e la classica partitella.

Per domani allenamento nel pomeriggio a porte chiuse, aspettando la super sfida di domenica.

Fonti e foto sito Sassuolo.

U.S Sassuolo, mattinata di allenamenti, la squadra torna al lavoro martedì

Sabato mattina di allenamento per il Sassuolo di mr. De Zerbi. Riscaldamento, forza e campo. Assenti i nazionali; week end di riposo e martedì si torna al lavoro in vista dell’ Inter.

Da segnalare un gradito ritorno nello staff nero verde : Paolo Bianco, come collaboratore tecnico. Esperienze a Sassuolo dal 2010 al 2015 come giocatore, e anche sulla panchina della Primavera dal 2015 al 2017.

Fonti e foto sito Sassuolo e Wikipedia.

U.S Sassuolo, si prova a tornare alla normalità, per preparare l’ Inter

Si prova a tornare alla ” normalità ” ; dopo i giorni di lutto ora la squadra prova a ripartire, con quella che sarà la prima partita senza Giorgio Squinzi.

Questo week end c’è la sosta per le nazionali, in attesa della partita del venti ottobre. Si giocherà alle ore 12:30 in casa contro l’ Inter.

Oggi la squadra ha svolto una doppia seduta, concludendo con una partitella a campo ridotto. Per domani stesso programma di allenamento.

Fonti e foto sito Sassuolo.