Post in evidenza

Carpi, il riassunto della stagione

Numeri importanti, molto importanti, per un Carpi reduce dalla retrocessione in serie C, presa con grande umiltà e collaborazione tra società, allenatore e squadra, sempre molto giovane, con attenzione al portafoglio.

Tanti giovani interessanti e italiani, tra prestiti e rapporti idilliaci con le altre società, come da DNA del club bianco rosso. Tanti cambiamenti nella rosa partendo dal portiere titolare Tommaso Nobile, proveniente dalla Pro Vercelli, con le sue “riserve” Rossini e Celeste. In difesa il veterano Ligi, Varoli rispolverato dal settore giovanile, Sabotic, Pezzi e tante varianti su più fronti.

A centrocampo regnano Saric e Jelenic. Fofana giovanissimo molto interessante, voglioso di crescere e migliorare. Concludo con l’attacco dei record composto da Vano, Biasci, e Cianci su tutti, per una squadra ampia e ben compatte.

Ritiro molto positivo in estate, rispetto alla scorsa stagione completamente mal gestita sin dall’inizio e terminata ancor peggio. Sul campo ottima partenza in Coppa Italia di serie C, e in campionato pieno di gioco spumeggiante, record di vittorie e di goal, caratterizzato dal “fortino” Cabassi, la casa bianco rossa, e arma letale del Carpi.

Inizio tranquillo di campionato, tra vittorie interne e pareggi esterni; la prima sconfitta arriva alla fine di settembre al Mapei con un 2-0 a favore della Reggiana. Un altro periodo importante con diverse vittorie di fila, fino alla sconfitta ancora in un derby, contro il Modena che sbanca il Cabassi per merito di un goal su rigore di Tulissi. I bianco rossi rialzano subito la testa con la vittoria, e una serie infinita di succesi, fino al pareggio interno contro il Sudtirol a gennaio.

Successivamente in arrivo una mini crisi contro le corazzate Vicenza e Padova. Altro passo falso a febbraio in casa del Rimini con uno scialbo 2-2. Riolfo fa mente locale e prepara al meglio il derby da sold-out al Cabassi contro la Reggiana vinto dal Carpi con un travolgente 5-1.

Concludo con un punto interrogativo, sospensione inevitabile del campionato per i noti fatti riguardanti la salute pubblica mondiale, che riguarda inesorabilmente anche il calcio, come tutti gli altri sport, attualmente fermi. Si sta provando a salvare la fine dei campionati, altrimenti molto probabilmente verranno annullati. Il record bianco rosso anche se non passerà negli almanacchi resterà nella mente della società e dei propri tifosi.

Foto Wikipedia.

Post in evidenza

Sassuolo, la stagione in breve

Oggi parliamo in breve, della stagione nero verde, stagione interrotta per le note vicende che riguardano la salute pubblica generale, la quale ha visto tutti gli sport interrotti, ma per ora, non del tutto annullati.

Il Sassuolo ha svolto la preparazione atletica nella solita splendida location di Vipiteno, tra test all’avanguardia tra volti nuovi e nuovi, per una squadra tra le più giovani della serie A, e già molto competitiva. Partiamo dalla difesa, in arrivo in prestito da Cagliari e Napoli Romagna e l’esperto Chiriches. Interessanti novità nelle fasce con Toljan dal Borussia Dortmund e il greco Kyriakoupoulos. Conferme per Peluso, Ferrari, Marlon Santos e Muldur. A gennaio il rientro alla base di Magnani.

A centrocampo l’eterno Magnanelli, il talentuoso Locatelli, seguito dalle big italiane, Traorè proveniente dall’Empoli, e Obiang per l’esperienza in mezzo al campo. Conferme per Bourabia, Djuricic ( il secondo in netta crescita ) . In attacco uno strepitoso Boga, migliorato in maniera straordinaria in pochissimo tempo, rivelazione ! Ciccio Caputo sempre letale e affidabile. Presenti come al solito Berardi, record-man nero verde, e Defrel non molto incisivo, ma sicuro di sè. Nuovo giovane interessante preso nel mercato di riparazione : Lukas Haraslin, classse ’96 slovacco, nuova stella ?

Inizio di stagione piena di alti e bassi, sconfitta a Torino, contro il toro, vittoria netta al Mapei contro un’inerme Sampdoria, poi arriva una pesantissima sconfitta in casa della Roma. Vittoria netta in casa contro la Spal, sconfitta nel derby contro il Parma e batosta casalinga contro una strepitosa Atalanta 1-4. A fine ottobre partita pirotecnica al Mapei, Lukaku e Martinez che affondano 4-3 il Sassuolo, spettacolo puro. Alti e bassi, ma la classifica rimane tranquilla, lontana dalle zone calde. L’otto novembre 3-1 sonora vittoria in casa, contro il Bologna, fiducia per Magnanelli e compagni. Un’altra prestazione importante contro una lanciatissima Lazio, che sbanca il Mapei al 90°. In arrivo un ciclo infuocato Juve, Cagliari, Milan, nessuna sconfitta, ed entusiasmo alle stelle, spazio anche per un giovanissimo Turati tra i pali, sicuro e pronto per un esordio da favola in casa della Juve.

Dopo le vacanze di Natale un po’ di calo, con la sconfitta allo scadere in casa del Genoa, e un pesantissimo 3-0 in casa dell’Udinese. Si ritorna subito a macinare punti importanti : l’uno febbraio forse una delle più belle prestazioni del Sassuolo negli ultimi anni, 4-2 al Mapei contro la Roma, non c’è partita ! Per i noti problemi di salute pubblicate rinviate Atalanta-Sassuolo e Sassuolo-Brescia. Con le rondinelle la partita si disputa il nove marzo con un secco 3-0 dei nero verdi ai danni del Brescia, e poi l’inevitabile stop al campionato, e tanti punti interrogativi…

Foto Wikipedia.

Post in evidenza

Modena Volley, la stagione in breve

La stagione in breve; vista l’inevitabile sosta circa i fatti attuali riguardanti gli enormi problemi di salute di tutto il mondo, anche la pallavolo, come gli altri sport si è fermata. Modena aspetta, provando a riposarsi, in vista di una difficoltosa ripresa, ma la cosa non sarà semplice, per usare un’eufemismo. Inoltre per l’estate 2020 erano previste le Olimpiadi in Giappone anch’esse grosso un punto interrogativo.

Parliamo un po’ del campionato in sintesi. A inizio stagione forte entusiasmo dalle parti del Pala Panini con i tre americani Christenson, Anderson e Holt, super stars della pallavolo made in USA. Squadra molto competitiva sulla carta, e anche sul campo con Andrea Giani coach. Confermati Zaytsev e Bednorz, così come Pinali e Kaliberda riserve. Estrada Mazorra piacevole novità, baby talento cubano, spesso chiamato in causa da Andrea Giani, subito beniamino del Pala Panini. Rossini confermato al centro con Iannelli sua riserva. Salsi secondo alzatore, e diversi giovani della “cantera” giallo blu cercando di imparare tanto dai più esperti. Al centro oltre a Holt a turno Mazzone-Bossi.

La stagione inizia con la Supercoppa italiana, e la vittoria di Modena in semifinale contro la Lube, che però viene sconfitta in finale al tie-break contro il Perugia.

Anche in campionato inizio straordinario con un bel filotto di vittorie, filotto stoppato alla sesta giornata, da Civitanova. Modena si rimbocca le maniche e torna a vincere a Milano, in casa contro Trento, e a Monza da tre punti. Passo falso inaspettato l’otto dicembre in casa con Verona, e la giornata successiva ancora una sconfitta a Perugia.

Prima della sosta natalizia pesantissima sconfitta di gioco e atteggiamento, con un sonoro 3-1 a favore di Padova. Zaytsev e compagni rialzano subito la testa con un paio di vittorie. Un altra data importante il cinque febbraio, che vede luogo un vittoria casilinga per 3-0 contro la Lube, estasi giallo blu.

Ancora vittorie con Milano e a Trento, la seconda il sedici di febbraio, da tre punti in ottica Final Four di Coppa Italia, spettacolo garantito ! La Coppa Italia si gioca a Bologna, e vede nella prima semifinale la sfida Civitanova-Trento, vinta in rimonta dai marchigiani 3-2. Seconda semifinale in prima serata è ancora Perugia-Modena, Leon e compagni vincono ancora senza limiti 3-0 e vola in finale. La Lube continua a giocare una pallavolo di un altro pianeta, 3-2 contro gli umbri, e trofeo in cascina.

Modena presente anche in Coppa CEV, ampio turn-over e spazio un po’ a tutti, affrontando Olympiakos, Ostrava e Ajaccio, quest’ultima senza giocare il ritorno. Prossimo ? Avversario ? Galatasaray ? Tanti punti interrogativi per un finale di stagione che può non concludersi.

Foto add. stampa Modena.

Post in evidenza

Modena Calcio, la stagione in breve

Campionati fermi, e non si sa al momento se riprenderanno, in attesa che migliori la situazione nel nostro paese. Il Modena questa stagione è tornato tra i professionisti, in serie C, dopo un’estate travagliata con i ripescaggi molto discussi. La squadra è stata allestita per essere competitiva, tanti giovani interessanti, e qualche esperto inevitabile : Narciso, Perna e Sodinha su tutti.

Con Zironelli i giallo blu partono a rallenty, eliminati in Coppa Italia con le gambe imballate dalla preparazione di Fanano. Anche in campionato inizio complicato, con diverse sfide affascinanti che erano tanto mancate in serie D. Si parte con il Vicenza, poi uno sfortunato 2-1 in casa del Piacenza, deciso tutto sul finale di gara. Arriva un’altra sconfitta interna contro il Padova, come il Vicenza molto quotato per la promozione diretta. Tre risultati utili consecutivi contro Imolese, Feralpi Salò e Samb. A ottobre partita molto emozionante, in casa del Sudtirol che batte un distratto Modena 4-3.

Il Modena continua a macinare punti, fino alla fine di ottobre, con il derby vinto al Cabassi per merito di un rigore trasformato da Tulissi al fotofinish, festa giallo blu ! Nella giornata successiva la Reggiana espugna il Braglia tra mille polemiche, visto un goal annullato ai canarini sul finale. A novembre dopo tre/quattro risultati importanti arriva la sconfitta nel derby contro il Cesena al Manuzzi. I canarini riprendono coraggio, e rialzano la testa.

Visti gli alti e bassi c’è spazio anche per l’esonero di mr. Zironelli, e al suo posto arriva mr. Mignani, esperto tecnico della serie C, abituato in diversi anni con il Siena a lottare per i play-off. Il 2020 parte con una sconfitta a testa alta contro uno scatenato Vicenza, in stato di grazia. Il diciannove di gennaio vittoria targata Ferrario in casa del Padova, morale a mille ! Nella ventiseiesima giornata probabilmente la peggior partita dell’anno, con un 2-0 passivo in casa del Rimini, disastro.

Il Modena comunque sta disputando un discreto campionato prima dell’inevitabile sospensione di esso. Salvezza ormai in mano, puntando ai play-off…

Foto dal vivo.

Post in evidenza

Tre infortuni in casa nero verde

A seguito della rottura del tendine rotuleo sinistro riportata nel corso di Sassuolo-Brescia, questa mattina il prof. Francesco Benazzo, direttore della Sezione Chirurgia Protesica ad Indirizzo Robotico dell’Unità di Traumatologia dello Sport dell’Istituto Ospedaliero Fondazione Poliambulanza di Brescia, ha sottoposto il difensore neroverde Filippo Romagna ad un intervento di riparazione del tendine rotuleo sinistroL’operazione è perfettamente riuscita.

In seguito agli infortuni riportati sempre nel corso di Sassuolo-Brescia sono stati sottoposti ad accertamenti diagnostici Domenico Berardi e Jeremy Toljan: per Berardi è emersa una grave contusione al polpaccio e lesione all’adduttore sinistro, per Toljan una lesione all’adduttore sinistro.

Fonte e foto sito Sassuolo e Wikipedia.

Post in evidenza

Sassuolo-Brescia, le pagelle nero verdi

Sassuolo 6,5

Consigli 6 Toljan 6,5 ; Romagna 6 ; Ferrari 6,5 ; Rogerio 5,5 ; Bourabia 6 ; Locatelli 6,5; Berardi 6 ; Djuricic 6,5 ; Boga 6,5 ; Caputo 7.

Sostituzioni :

Berardi-Defrel ( Defrel 6 )

Toljan-Muldur ( Muldur 6 )

Romagna-Marlon ( Marlon 5,5 )

All. De Zerbi 6

Foto Wikipedia.

Post in evidenza

Sassuolo-Brescia, doppio Caputo e Boga firmano l’incontro

E’ il signor. Gianluca Manganiello della Sezione AIA di Pinerolo a dirigere la partita Sassuolo-Brescia, 26 esima giornata della Serie A TIM 2019/20 in programma lunedì nove Marzo alle ore 18.30. Assistenti sono stati designati il Sig. Passeri di Gubbio e il Sig. Alassio di Imperia. Quarto Ufficiale il Sig. Volpi di Arezzo. Sono stati designati in qualità di assistenti VAR il Sig. Calvarese di Teramo e il Sig. Liberti di Pisa.

Il Sassuolo di Roberto De Zerbi scende in campo con il solito 4-2-3-1, la difesa è composta da Toljan, Romagna, Ferrari, Rogerio, a centrocampo ci sono Locatelli e Bourabia, mentre in attacco vengono confermati Berardi, Duricic, Boga e Caputo.

Il Sassuolo domina il primo tempo con un 72 percento di possesso palla, nonostante ciò il Brescia riesce ad essere pericoloso più volte in contropiede.  A sbloccare la partita è Caputo, che al 45 esimo trova il diagonale vincente che batte Joronen, portando i nero verdi in vantaggio.

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo, con il dominio del Sassuolo che aumenta minuto dopo minuto. Al 60 esimo il Sassuolo trova il raddoppio sempre con il solito Ciccio Caputo, che servito da Bourabia trova l’angolo giusto.

La squadra di De Zerbi macina calcio per tutto il secondo tempo, e chiude i conti al 75 esimo con boga, che servito da Locatelli sigla il suo ottavo gol stagionale. Record personale per boga.

 Il  Sassuolo in questo weekend surreale raggiunge quota 32 punti in classifica, in attesa di ritorna a giocare !

Foto sito Sassuolo.

Post in evidenza

Parma-Spal 0-1, vincono i ferraresi nel deserto del Tardini

I Ducali incassano una sconfitta che allontana la squadra di
D’Aversa zona Europa, i ferraresi invece portano via tre
punti d’oro in chiave salvezza, ora distante sette punti. Il
prossimo turno il Parma affronterà in trasferta il Genoa,
mentre la Spal riceverà al Paolo Mazza il Cagliari, sempre
che martedì non arrivi la decisione dalla Lega Calcio di
sospendere il campionato.


La partita si gioca a porte chiuse e inizia 75 minuti dopo
rispetto all’orario previsto, in quanto il ministro dello Sport
Spadafora ha richiesto alla Figc di valutare la sospensione
di campionato. Alle 13:12 arriva il verdetto definito: si
gioca.


Il Parma si schiera con il consolidato 4-3-3, in porta
confermato Colombi, i centrali sono Iacoponi e Bruno
Alves, a destra Darmian a sinistra Gagliolo. In cabina di
regia agisce Brugman supportato da Kurtic e Grassi.
Davanti Gervinho e Kulesevski agiscono alle spalle di
Cornelius.


Al 18’ la prima occasione del match, Gagliolo servito da
Kurtic incrocia con il mancino: fuori di poco. Dieci minuti dopo
prima occasione della Spal con Fares che conclude
trovando la pronta risposta di Colombi. L’ultimo tentativo
del primo tempo, avviene nel recupero con un lancio lungo
per Gervinho che non riesce ad agganciare, si va a riposo
sullo zero a zero, primo tempo avaro di emozioni.


Nella ripresa Kulusevski ci prova subito ma la palla finisce a
lato, risponde la Spal con Valoti che trova Colombi attento.
Al 65’minuto Gervinho si divora il vanraggio, svirgolando il
pallone a due metri dalla porta di Berisha. Un minuto dopo
viene concesso dall’arbitro un rigore dubbio alla Spal, che il
VAR conferma. Petagna spiazza Colombi e porta avanti i
ferraresi. Gervinho completa la sua giornata negativa,
mangiandosi un altro gol clamoroso, cross di Darmian e
stacco di testa dell’ivoriano in area piccola, para facilmente
Berisha.

Nonostante i sette minuti di recupero non succede
più nulla. La Spal vince con merito, rilanciando le sue
ambizioni di salvezza.
La squadra di D’Aversa il prossimo turno affronterà
probabilmente la squadra più in forma del campionato: il
Genoa di Nicola reduce dalla vittoria altisonante a San Siro
con il Milan. La Spal giocherà in casa contro il Cagliari, che
proprio in settimana ha affidato la panchina a Walter Zenga,
dopo 11 turni senza vittoria.

Articolo Giorgio Campisi, foto sito Parma.

Post in evidenza

Verso Sassuolo-Brescia, i convocati nero verdi

Si prova a tornare a giocare, più precisamente il recupero della ventiseiesima giornata di serie A. Si gioca oggi pomeriggio al Mapei di Reggio Emilia alle 18:30 Sassuolo-Brescia a porte chiuse.

Il Sassuolo in caso di vittoria si avvicinerebbe alla salvezza, le rondinelle bresciane invece sono un in grande difficoltà nel gioco e nel risultato.

Ecco i convocati di mr. De Zerbi

PORTIERI

  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 56 Gianluca PEGOLO
  • 63 Stefano TURATI

DIFENSORI

  • 2 MARLON
  • 6 ROGERIO
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MÜLDÜR
  • 19 Filippo ROMAGNA
  • 21 Vlad CHIRICHES
  • 22 Jeremy TOLJAN
  • 31 Gian Marco FERRARI
  • 32 Giangiacomo MAGNANI
  • 77 Giorgos KYRIAKOPOULOS

CENTROCAMPISTI

  • 10 Filip DJURICIC
  • 14 Pedro OBIANG
  • 44 Andrea GHION
  • 66 Mehdi BOURABIA
  • 73 Manuel LOCATELLI

ATTACCANTI

  • 7 Jeremie BOGA
  • 9 Francesco CAPUTO
  • 11 Gregoire DEFREL
  • 18 Giacomo RASPADORI
  • 25 Domenico BERARDI
  • 27 Lukas HARASLIN

Fonti e foto sito Sassuolo e Wikipedia.

Post in evidenza

Serie A volley, risultati e classifica 10° di ritorno

Risultati :

Civitanova-Trento 3-2 ; Top Volley Cisterna-Verona 2-3 ; Milano-Padova non disputata ; MODENA-Monza 3-1 ; Piacenza-Sora gara non disputata ; Ravenna-Vibo 3-2.

La classifica :

Civitanova 53 ; MODENA 52 ; Perugia 51 ; Trento 45 ; Milano 36 ; Ravenna 26 ; Padova 25 ; Verona 24 ; Monza 23 ; Piacenza 18 ; Cisterna, Vibo 16 ; Sora 5

Riposa Perugia.

Post in evidenza

Motomondiale Qatar, non molto bene i piloti italiani

Moto 3: Arenas conferma il buon passo delle prove e il salto di qualità dei motori KTM vincendo davanti a Me Phee ed Ogura, Masia che era passato terzo sul traguardo è incappato in una penalità.Non bene gli Italiani già in difficoltà dall’inizio Week end, Arbolino e Vietti addirittura buttato fuori da contatti di gara.


Moto 2 : I due Pole Men Roberts e Marini sono stati traditi dalle gomme che non hanno retto qui di va a vincere d’astuzia Nagashima su Ktm davanti ai nostri Baldassarri e Bastianini.

Articolo Stefano Roli.

Post in evidenza

Modena-Monza 3-1, i canarini vincono nel deserto del Pala Panini

Atmosfera spettrale in un Pala Panini completamente deserto per la nota situazione che riguarda la salute pubblica. Modena-Monza si è giocata oggi di domenica otto marzo alle 18:00, con due arbitri modenesi per motivi logistici : Rossella Piana e Matteo Selmi.

Andrea Giani mette in campo la solita formazione, Christenson in regia, Zaytsev, Bednorz e Anderson schiacciatori. Mazzone-Holt al centro, chiudendo con Rossini libero. Unico ingresso in corso d’opera Salsi, sufficiente.

Fabio Soli, coach di Monza risponde con l’ex Orduna in palleggio, Kurek, Louati e Dzavoronok schiacciatori. Al centro Galassi e Yosifov. Libero Goi.

I primi due set vengono portati a casa senza problemi da Zaytsev e compagni, con il punteggio di 25-16 e 25-18. Molto bene il nove giallo blu e Bednorz, discreta prova di Holt al centro; in complesso una buona prova corale, gestita da un ottimo Christenson.

Per gli ospiti sontuosa prestazione di Louati, sempre convincente con ottime percentuali, Yosifov e Dzavoronok propositivi, mentre Kurek è discontinuo. Terzo set vinto da Monza 25-23.

Modena chiude quindi la partita al quarto set, vinto 25-21. Set equilibrato spezzato sul 23-19 per merito di un grande muro di Mazzone su Kurek.

Foto Wikipedia.

Post in evidenza

Motori, tanti dubbi e un po’ di azzurro !

Avvio a mezzo servizio per il Campionato Mondiale di Motociclismo in Qatar.

Salta la classe MotoGP a causa delle restrizioni sanitarie che impediscono l’ingresso del personale dei Team.

 Moto3: Buona la prima per il Team Sic 58 di Paolo Simoncelli che piazza in Pole Tatsuki Suzuki  anche se il compagno di squadra Antonelli è costretto ad uno stop causa guasto alla pompa benzina. Secondo ad 8 millesimi Fernandez poi Arenas del Team di Biaggi.

Moto2: Luca Marini stampa lo stesso tempo di Joe Roberts e si prende la prima fila insieme a Bastianini

Roberts segna la pole grazie al secondo miglior tempo.

Meglio gli Italiani in questa categoria rispetto alla debacle di Moto3 con Baldassarri e Bezzecchi in ottima forma.

Ancora incerto il calendario per i prossimi appuntamenti.

Articolo di Stefano Roli.

Post in evidenza

Parma-Spal, i convocati di mr. D’Aversa

Ventiseiesima giornata, si torna in campo, nonostante le porte chiuse dopo quasi un mese dall’ultima volta. Si gioca domani, domenica otto marzo alle 12:30 Parma-Spal, al Tardini, naturalmente a porte chiuse.

Il Parma, con ancora qualche speranza di Europa League vuole raggiungere il prima possibile la salvezza aritmetica, per giocare senza pensieri fino alla fine delle ostilità. La Spal, anch’essa con recuperi da giocare rimane ultima in classifica a quota quindici, per un campionato molto difficile, e poco fortunato.

Ecco i convocati di mr. D’Aversa

  • Portieri: Colombi, Corvi, Radu;
  • Difensori: B. Alves, Darmian, Dermaku, Gagliolo,Iacoponi, Pezzella, Regini;
  • Centrocampisti: Brugman, Grassi, Kucka, Kurtic, Kulusevski;
  • Attaccanti: Caprari, Cornelius, Gervinho, Karamoh, Siligardi, Sprocati.

Fonti e foto sito Parma.

Post in evidenza

Fantacalcio, i nostri consigli

Caputo – l’attaccante emiliano è pronto a confermarsi. Davanti a sé troverà il Brescia, contro la quale il goal del nero verde è molto quotato.

Lukaku- l’attaccante belga vuole tornare a segnare, anche se davanti troverà una Juventus in difficoltà, ma mai partente sconfitta : missione possibile !

Ronaldo – l’attaccante portoghese è naturalmente il prescelto per caricarsi la Juve nelle sue spalle contro l’Inter nella sfida scudetto, sentenza Cr7…

Foto Lorenzo Galeotti.

Post in evidenza

Modena Volley Coppa CEV, annullata la gara di ritorno contro l’Ajaccio, Modena passa di diritto alle semifinali

E’ ufficiale, in seguito all’emergenza coronavirus la CEV Confédération Européenne de Volleyball ha accettato la proposta congiunta di Leo Shoes Modena e GFC Ajaccio di annullare la gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Cev che avrebbe dovuto avere luogo il 4 marzo scorso presso il PalaPanini e che quindi non verrà disputata. La Leo Shoes Modena accede dunque alla semifinale che la vedrà di fronte al Galatasaray HDI Istanbul in virtù del successo conseguito nella gara di andata disputata ad Ajaccio.

Fonti e foto add. stampa Modena.

Post in evidenza

Sassuolo-Brescia, si gioca lunedì alle 18:30 a porte chiuse

Notizia dell’ultima ora, Sassuolo-Brescia si giocherà definitivamente a porte chiuse lunedì pomeriggio alle 18:30 al Mapei, mentre Atalanta-Sassuolo sempre alle 18:30, e a porte chiuse, di mercoledì diciotto marzo. Fino ad aprile a porte chiuse, aspettando novità per l’apertura al pubblico.

Fonti e foto sito Sassuolo e Wikipedia.

Post in evidenza

Sassuolo, salvo ulteriori sorpese, domenica sfida contro il Brescia, a porte chiuse

Salvo ulteriori rinvii, questo fine settimana si dovrebbe tornare in campo, a porte chiuse. La serie A dovrebbe giocare senza pubblico fino agli inizi di Aprile. Ci sono due recuperi per Magnanelli e compagni : contro il Brescia, con la quale si giocherà questa domenica alle 15:00 al Mapei, e successivamente contro l’Atalanta. Inoltre anche la gara in casa dell’Inter, che era in programma questa domenica.

Contro il Brescia, i nero verdi punteranno come sempre ai tre punti, che vorrebbero dire quasi salvezza, salvezza nella quale conta naturalmente anche il Brescia, nonostante un campionato difficile.

La squadra si allena regolarmente al Mapei Center, provando a tornare il prima possibile alla ” normalità “.

Foto sito Sassuolo.

Post in evidenza

Superbike, si parte con il botto !

Dominio assoluto dei piloti italiani in classe SS 600 con Locatelli primo su Yamaha e De Rosa secondo su MV Agusta.
Superbike Gara Pole vede la rivincita di Rea che riprende il primo gradino del podio con Redding ancora terzo e costante sulla sua Ducati.
Superbike Gara 2.Le Kawasaki in gran spolvero conducono la gara dall’inizio alla fine ma stavolta è Lowes a vincere davanti a Rea e Redding grazie anche al problema tecnico che ha messo fuori gioco l’alfiere Turco della Yamaha.Si riprende all’improvviso anche Chaz Davies che fa quinto a testimonianza che ha solo bisogno di trovare la giusta confidenza e messa a punto del mezzo.
La Pista Australiana è un circuito a sé e non è molto probante per prevedere il proseguio del Campionato ma da quello che abbiamo visto ci sarà da divertirsi.

Articolo Stefano Roli, foto Wikipedia.

Post in evidenza

La prima pole in Superbike della stagione è targata BMW

Primo round del mondiale Superbike sulla meravigliosa pista di Phillip Island, BMW conquista la pole position con Sykes davanti a Redding di Ducati e Rea su Kawasaki. Al via Sykes prende il largo complice una brutta partenza di Redding che impenna la sua V4 Bolognese, Rea prova a sopravanzare tutti ma Sykes resiste accompagnando il Campione del mondo in carica nel ghiaione. Nella foga del recupero Johnny prima colpisce il nostro Caricasulo al tornantino poi si stende definitivamente. Redding ne approfitta mentre la BMW di Sykes fa il gambero fino a che le due Yamaha ufficiali paiono più in palla e guidano da metà gara fino al traguardo in volata. Redding si inserisce sul filo di lana sul podio che vede sul gradino più alto Toprak Ratzatioglu e secondo Sam Lowes.Bene anche le Honda modello 2020 così abbiamo 5 marche molto vicine tra loro per un Campionato sicuramente avvincente.

Articolo Stefano Roli, foto Wikipedia.

Post in evidenza

Ajaccio-Modena 0-3, risultato perfetto in vista del ritorno

Partono al meglio i quarti di Finale di Coppa CEV. Modena in campo questa sera, di mercoledì ventisei febbraio alle 20:00 ad Ajaccio, in Francia. Gli arbitri della gara sono Varbanov e Machin. Ajaccio avversario modesto, e Modena vince, convincendo in attesa della gara di ritorno al Pala Panini.

Turn-over di routine per Andrea Giani nelle Coppe, Christenson in regia, come schiacciatori al suo seguito Bednorz, Estrada e Pinali. Al centro Bossi-Mazzone, chiudendo con Rossini libero. Unico cambio Rinaldi.

L’Ajaccio di coach Fernandez risponde con Jaumel in palleggio, seguito dai tre schiacciatori Ben Tar. Milivojevic, Truhtchev. Al centro Roatta e Bruckert, chiudendo con Kroiss libero.

Modena di fatto vince 3-0, ipotecando il passaggio del turno con un netto 3-0. I parziali finali dei set : 26-28, 21-25, 22-25. Il ritorno si gioca mercoledì prossimo al Pala Panini a porte chiuse.

Foto add. stampa Modena.

Post in evidenza

Verso Sudtirol-Cesena, bianco neri al lavoro

Parte iniziale di natura atletica, partitelle a tema finalizzate al possesso palla e partita finale su campo di dimensioni ridotte: è andato in archivio così l’allenamento di questo pomeriggio a Villa Silvia. Il tecnico William Viali ha dovuto fare i conti con le assenze di Caturano (per lui esami ecografici), Ciofi e Munari che hanno lavorato in palestra. Domani è in programma una doppia seduta, ancora a porte chiuse.

Fonti e foto sito Cesena e Wikipedia.

Post in evidenza

Verso Sassuolo-Brescia, nero verdi al lavoro

Si prova a tornare in campo dopo il rinvio inevitabile di Atalanta-Sassuolo in programma domenica scorsa. Si dovrebbe invece giocare ( non ancora confermata ) questo week end Sassuolo-Brescia.

La gara in teoria è in programma domenica primo marzo alle 15:00 al Mapei a porte chiuse. Intanto Magnanelli e compagni hanno svolto attivazione, posizioni, tattiche e partitelle.

Traorè e Tripaldelli hanno lavorato a parte. Per domani doppia seduta di allenamento.

Fonti e foto sito Sassuolo.

Post in evidenza

Cesena-Vicenza 1-3, i bianco rossi ritrovano gioco e sorriso

All’Orogel Stadium Dino Manuzzi, il Cesena accoglie il L.R. Vicenza primo in classifica per la 27esima giornata di Serie C del girone B.

Viali conferma Caturano e Zerbin freschi di doppietta nell’ultima partita. Dall’altra parte Di Carlo lascia in panchina Marotta.

La partita parte subito molto nervosa, con parecchi falli sia da una parte che dall’altra. Dopo soli tre minuti ci prova Cinelli da fuori, ma non inquadra la porta.

Al decimo minuto, ecco l’occasione più ghiotta per il Cesena nel primo tempo, Caturano, prova il destro al volo al limite dell’area, però Grandi compie un vero e proprio miracolo con una grandissima parata.

Ecco che però la partita svolta quando proprio Caturano, si accascia a terra e chiede il cambio. Probabilmente si tratta di stiramento al momento del tiro. Entra Butic al suo posto.

Con l’uscita del suo numero 10, il Cesena perde peso offensivo e il Vicenza, che fino ad ora non ha mai corso grossi rischi, acquisisce sempre di più il controllo della partita.

Al 38esimo Franco prova l’ennesimo “sombrero” a centrocampo facendosi scippare il pallone, Guerra viene imbucato centralmente e beffa Marson con un delizioso pallonetto.

La partita finisce con un timidissimo Cesena che prova ad attaccare senza però essere mai pericoloso.

Il secondo tempo inizia con un Cesena più propositivo in avanti e un Vicenza più attendista.

Per il primo quarto d’ora i padroni di casa ci provano con Butic di testa prima e con Zerbin poi, ma entrambi impattano il pallone sempre in maniera sbagliata e non riescono a capitalizzare le occasioni.

E così al 65esimo un Vandeputte fino a qui dormiente parte in contropiede e serve Saraniti in area, che in un primo momento si fa murare da Marson ma poi è bravo a ribadire in rete la ribattuta.

Il Cesena va in bambola e non riesce ad essere più pericoloso. Mentre il Vicenza senza troppa fatica si riversa in avanti.

Cinelli al 69esimo a forza di tirare da fuori dimostra di aver preso le misure, battendo Marson con un ottimo destro al volo che trova l’angolino basso destro.

Nemmeno con la girandola di cambi il Cesena riesce a rialzarsi, se non grazie alla percussione in area di Valeri che viene steso dalla difesa vicentina. Calcio di rigore dunque, Butic, fino a qui uno dei peggiori in campo, fa quello che riesce meglio, ovvero spiazzare il portiere dal dischetto. Tre a uno che però non rianima gli uomini di Viali.

Mentre cala l’ombra al Manuzzi cala anche il sipario sulla partita. Un Vicenza consapevole dei propri mezzi batte un Cesena troppo confusionario e frettoloso.

Foto dal vivo di Lorenzo Galeotti.

Post in evidenza

Feralpi Salò-Carpi, i convocati di mr. Riolfo

Ventisettesima giornata di serie C girone B. Feralpi Salò-Carpi in programma domani, domenica venti tre febbraio allo Lino Turina di Salò. I padroni di casa vengono da una vittoria in casa del Fano, e da un pirotecnico 3-3 in casa contro il Gubbio. Il Carpi invece hanno battuto la Reggiana e il Piacenza con due goleade.

Il Feralpi Salò è appaiato al Carpi,con gli emiliani terzi a quota cinquanta tre punti, rispetto ai quarantotto del Feralpi Salò sempre insidioso in casa.

Ecco i convocati di mr. Riolfo

PORTIERI

1 Rossini, 22 Nobile, 25 Celeste

DIFENSORI

2 Rossoni, 3 Sarzi Puttini, 6 Varoli, 13 Sabotic15 Ligi17 Magrini, 33 Boccaccini

CENTROCAMPISTI

4 Carta5 Pezzi8 Saber, 10 Saric14 Bellini20 Jelenic, 23 Maurizi, 27 Fofana32 Simonetti

ATTACCANTI

9 Cianci, 11 Carletti, 19 Vano, 28 Biasci30 Mastaj, 34 Tommasone

Fonti e foto sito Carpi e Wikipedia.

Post in evidenza

Atalanta-Sassuolo, i convocati nero verdi

Venticinquesima giornata di serie A, si gioca Atalanta-Sassuolo alle 15:00 di domenica venti tre febbraio. Gara interessante a Bergamo, con i padroni di casa in stato di grazia, in zona Champions, e da Champions, dopo il 4-1 rifilato nell’andata degli ottavi di finale contro il Valencia a S.Siro. Numeri pazzeschi, per una società altrettanto pazzesca.

Anche il Sassuolo sta vivendo un buon campionato, da zona salvezza abbastanza tranquilla, ma non ancora ottenuta matematicamente. Vietato abbassare il ritmo da qui alla fine, cercando di terminare al meglio un buon torneo.

L’Atalanta l’ultima giornata ha battuto 2-1 la Roma in casa, mentre il Sassuolo ha perso 1-0 il derby contro il Parma, giocando un buon calcio, partita entusiasmante tra due squadre in salute.

Ecco i convocati di mr. De Zerbi

PORTIERI

  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 56 Gianluca PEGOLO
  • 63 Stefano TURATI

DIFENSORI

  • 2 MARLON
  • ROGERIO
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MÜLDÜR
  • 19 Filippo ROMAGNA
  • 22 Jeremy TOLJAN
  • 31 Gian Marco FERRARI
  • 32 Giangiacomo MAGNANI
  • 77 Giorgos KYRIAKOPOULOS

CENTROCAMPISTI

  • 4 Francesco MAGNANELLI
  • 10 Filip DJURICIC
  • 68 Mehdi BOURABIA
  • 73 Manuel LOCATELLI

ATTACCANTI

  • 7 Jeremie BOGA
  • 9 Francesco CAPUTO
  • 11 Gregoire DEFREL
  • 18 Giacomo RASPADORI
  • 25 Domenico BERARDI
  • 27 Lukas HARASLIN

Fonti e foto sito Sassuolo e Wikipedia.