Sassuolo-Cagliari, i convocati di mr. De Zerbi

Quindicesima di campionato. Sassuolo-Cagliari in programma l’otto dicembre alle 15:00 al Mapei. Reduci dall’eliminazione in Coppa Italia, contro un coriaceo Perugia, i nero verdi vogliono bissare il risultato contro un sorprendente Cagliari. Magnanelli e compagni stanno vivendo un bel momento, dalla sconfitta a testa alta con la Lazio, al pareggio impresa di Torino. In arrivo a Reggio Emilia il Cagliari, quarto in classifica. Entrambe le squadre vogliose dei tre punti, si attende una frizzante sfida, ricca di goal e di emozioni.

L’arbitro della gara è il signor. Luca Pairetto. Gli assistenti invece Tegoni e Fiorito.

Ecco i convocati di mr. De Zerbi

PORTIERI

  • 56 Gianluca PEGOLO
  • 63 Stefano TURATI
  • 64 Alessandro RUSSO

DIFENSORI

  • 2 MARLON
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MÜLDÜR
  • 19 Filippo ROMAGNA
  • 22 Jeremy TOLJAN
  • 31 Gian Marco FERRARI
  • 33 Alessandro TRIPALDELLI
  • 77 Giorgos KYRIAKOPOULOS

CENTROCAMPISTI

  • 4 Francesco MAGNANELLI
  • 8 Alfred DUNCAN
  • 10 Filip DJURICIC
  • 14 Pedro OBIANG
  • 23 Junior TRAORE’
  • 36 Luca MAZZITELLI
  • 68 Mehdi BOURABIA
  • 73 Manuel LOCATELLI

ATTACCANTI

  • 7 Jeremie BOGA
  • 9 Francesco CAPUTO
  • 18 Giacomo RASPADORI
  • 25 Domenico BERARDI

Fonti e foto sito Sassuolo e Wikipedia.

Vis Pesaro-Carpi, i convocati di mr. Riolfo

Diciottesima di campionato, il Carpi, secondo in solitaria, vuole allungare il distacco dalle concorrenti, continuando, quello che, è finora uno strabiliante inizio di campionato. L’avversario di turno è la Vis Pesaro, che viene da un pesante ko al Braglia contro il Modena, e avrà voglia di rialzare la testa, davanti al pubblico amico, contro un’altra emiliana. Vis Pesaro-Carpi è in programma domenica otto dicembre alle 17:30 al Benelli di Pesaro. Il Carpi è in stato di grazia, con qualche rinforzo nel mercato invernale potrebbe iniziare a sognare in grande, ma è ancora presto.

L’arbitro della gara è il signor. Mario Cascone di Nocera. Gli assistenti sono Miniutti e Buonocuore

Ecco i convocati bianco rossi

PORTIERI

1 Rossini, 22 Nobile, 25 Celeste

DIFENSORI

2 Rossoni, 3 Sarzi Puttini, 6 Varoli, 7 Pellegrini, 13 Sabotic, 15 Ligi, 26 Lomolino, 29 Clemente, 33 Boccaccini

CENTROCAMPISTI

4 Carta, 5 Pezzi, 10 Saric, 20 Jelenic, 23 Maurizi, 27 Fofana, 32 Simonetti

ATTACCANTI

11 Carletti, 17 Van der Heijden, 28 Biasci, 30 Mastaj, 34 Tommasone

Fonti e foto sito Carpi.

Triestina-Modena, i convocati di mr. Mignani

Diciottesima di campionato, si gioca Triestina-Modena al Nereo Rocco di Trieste. Uno degli stadi più amati dal popolo canarino, pieno di ricordi memorabili che restano negli almanacchi calcistici. Si gioca domenica otto dicembre alle 17:30 uno scontro diretto, con entrambe le squadre appaiate in classifica a venti tre punti, l’equivalente dell’ultimo posto play off. Entrambe le squadre stanno percorrendo un campionato altalenante, dalla Triestina ci si poteva aspettare un po’di più, il Modena, se vuole alzare l’asticella deve cambiare mentalità lontano dal Braglia.

I padroni di casa vengono da una vittoria interna con il Sudtirol due giornate fa, e da una sconfitta a Carpi domenica scorsa. Il Modena dopo la sconfitta di Cesena, ha subito rialzato la testa con il Vis Pesaro, guidata da mr. Mignani, vincente al debutto.

I convocati del mr. Mignani :

Portieri: Riccardo Gagno, Antonio Narciso, Francesco Pacini.

Difensori: Riccardo Cargnelutti, Andrea Ingegneri, Emanuele Politti, Nicola Stefanelli, Mickael Varutti, Giovanni Zaro.

Centrocampisti: Andrea Boscolo Papo, Guido Davì, Lorenzo De Grazia, Edoardo Duca,  Gianluca Laurenti, Alessandro Mattioli,  Salvatore Pezzella, Mario Rabiu.

Attaccanti: Felipe Sodinha,  Carlo Emanuele Ferrario, Bruno Gomes, Alberto Spagnoli, Tommaso Spaviero, Tiziano Tulissi.

Fonti e foto sito Modena.

Fantacalcio, il settimanale : 15° turno !

Come ogni venerdi torna l’appuntamento settimanale con il fanta calcio !

Il quindicesimo turno di Serie A vede numerosi scontri diretti e due Big Match, come : Inter-Roma e Lazio-Juventus.

CONSIGLIATI:

Lukaku-Lautaro: Non sarà facile segnare alla Roma di Fonseca, ma sono la coppia del momento e schierati in coppia garantiscono, gol, assists e rigori. Fiducia nel tandem nero azzurro.

Papù Gomez-Ilici-Muriel : l’Atalanta sfida una delle sorprese del campionato, l’ Hellas Verona. La squadra di Juric, subisce pochi gol e gioca un buon calcio, ma la dea deve confermarsi nonostante le insidie. Fiducia nei tre attaccanti dell’ Atalanta, che garantiscono gol e rigori. Schierateli!

Immobile-Ronaldo: Immobile è sempre da schierare, senza alcun dubbio! Anche quando affronta la Juventus. Mentre nella squadra di Sarri, dovrebbe partire titolare Ronaldo, che vuole tornare a segnare e ad essere decisivo. Ronaldo si schiera sempre! Imprescindibile.

SCONSIGLIATI:

Palacio: Il Bologna viene da una vittoria esterna al San Paolo, ed in casa tra le mura amiche contro il Milan vorrà confermarsi. Rodrigo Palacio in settimana si è allenato poco per via di fastidi muscolari. Schiearlo è un rischio!

Pinamonti: clamorosa bocciatura in casa rosso blu. Thiago Motta sta pensando di far partire dalla panchina Pinamonti, favorito su di lui Favilli. Momento davvero difficile per il giovane attaccante dell’under 21. Rischio alto.

Nestoroski: si prospetta un pomeriggio difficile per l’attaccante ex Palermo. Davanti affronterà un Napoli ferito, in cerca dei 3 punti. Il rischio di un’insufficienza è veramente alto.

Foto Lorenzo Galeotti.

Verso il Cagliari, allenamenti per i nero verdi

Archiviata l’eliminazione dalla Coppa Italia, il Sassuolo è tornato subito al lavoro. Si prepara la sfida di domenica alle 15:00 al Mapei contro il Cagliari, sorpresa del campionato. Rosso blu inarrestabili, quarti in campionato, non vogliono smettere di stupire. Per il Sassuolo è un tour de force con partite difficili, che sta gestendo al meglio !

Per l’allenamento la squadra ha svolto, forza, campo e possesso palla. Differenziato per Berardi, Chiriches, Consigli, Defrel e Pegolo. Domani allenamento a porte chiuse, aspettando la sfida di domenica.

Fonti e foto sito Sassuolo e dal vivo.

Sassuolo-Perugia, le pagelle nero verdi

Sassuolo 5

Russo 5,5 ; Muldur 6 ; Piccinini 5,5 ; Peluso 5 ; Tripaldelli 5,5 ; Obiang 5 ; Bourabia 6,5 ; Mazzitelli 5,5 ; Traorè 5 ; Raspadori 5,5 ; Duncan 5

Sostituzioni :

Tripaldelli-Rogerio ( Rogerio 5,5 )

Mazzitelli-Djuricic ( Djuricic 6 )

Piccinini-Pellegrini ( Pellegrini s.v )

All. De Zerbi 5

Sassuolo-Perugia, le seconde linee nero verdi salutano la Coppa Italia

Continuano le difficoltà in Coppa Italia per i nero verdi, competizione sempre più tabù. Oggi si è giocato alle 15:00 il quarto turno eliminatorio contro il Perugia al Mapei. Stadio deserto e ampio turn-over, come da prassi per questo torneo. Spazio per tantissimi giovani, come Russo, Piccinini, Tripaldelli, e Raspadori. Entra sul finale anche Pellegrini, altro gioiellino del Sassuolo.

In difesa, Muldur e Peluso a completare il reparto. Centrocampo privo di Magnanelli composto da Obiang, Mazzitelli e Bourabia, quest’ultimo a segno su punizione. Attacco inedito con Duncan, Traorè e Raspadori. Entrano in corso d’opera Djuricic, Rogerio e Pellegrini.

Primo tempo disastroso, con il Perugia che conduce 0-2, con almeno altre due palle goal clamorose, una delle quali sulla traversa piena. A segno nei bianco rossi Mazzocchi e Nicolussi, al 17° risultato già compromesso. Finisce un primo tempo da incubo per i padroni di casa.

Nel secondo tempo lieve miglioramento di gioco tra i ragazzi di mr. De Zerbi, ma manca spesso e volentieri la lucidità, Duncan si divora un paio di occasioni da goal nitide. I minuti passano, e la palla non sembra voler entrare, il Perugia si gode la partita, giocando un bel calcio. A otto dalla fine Bourabia segna un goal su punizione, ma è troppo tardi. Quattro minuti di recupero e Sozza fischia la fine della partita !

Il Perugia si regala la trasferta al S.Paolo contro il Napoli, il Sassuolo invece termina qui il suo cammino, e si concentrerà esclusivamente alla salvezza in campionato, magari con qualche innesto nel mercato invernale, nulla è perduto !

Fonti e foto sito Sassuolo.

E' un rombo nero azzurro !

La 14esima giornata di Serie A si conclude con la vittoria in rimonta del Cagliari alla Sardegna Arena, sulla Sampdoria di mister Ranieri, andata in vantaggio per 1-3, poi rimontata nel finale da un gol di Cerri allo scadere, che porta il Cagliari a 28 punti in zona Champions insieme alla Roma.

La squadra di Fonseca vince non senza faticare per 1-3 sul campo del Hellas, grazie alle reti di Kluivert, Perotti, Mkhitaryan, mantenendosi in corsa per la Champions.

Genoa e Fiorentina cadono in casa, rispettivamente contro Torino e Lecce, aprendo cosi nuovi scenari in caso di sconfitta nella prossima partita, le panchine di Thiago Motta e Montella, non sono più cosi sicure.

La Lazio di Simone Inzaghi sa solo vincere, grazie alla doppietta del solito Immobile e alla rete su rigore di Alberto, s’impone su un Udinese mai scesa in campo realmente.

L’anticipo domenicale allo Juventus Stadium tra Juventus e Sassuolo, termina in parità. In rete per la Juve Bonucci e Ronaldo, mentre per il Sassuolo segnano Caputo e Boga. Da registrare la prestazione al debutto del giovane 2001 portiere del Sassuolo, Turati, che disputa tra l’emozione generale un’ottima partita, salvando più volte il risultato.

L’inter di Antonio Conte alle 15 scende in campo affrontando la Spal, con un solo risultato disponibile per operare il sorpasso sulla Juventus: vincere! Dopo nemmeno 40 minuti la doppietta di Lautaro porta l’Inter in vantaggio, chiudendo di fatto la pratica ferrarese.

Negativa la prestazione del Napoli, che dopo la buona prestazione di Anfield, si perde tra le mura amiche sotto i colpi di un Bologna coriaceo nella miglior veste!

Sorpresa positiva per il Milan di Pioli, che torna al successo in casa del Parma con una rete allo scadere di Theo Hernandez, che diventa cosi il capo cannoniere del Milan, e tiene accese le speranze rossonere per un posto in Europa.

L’inter è in testa davanti alla Juventus, la Lazio è a sole 6 distanze dalla squadra allenata da Sarri, e Cagliari e Roma sono pronte ad approfittare di un passo falso!

Grafica a cura di Lorenzo Galeotti.

Sassuolo-Perugia, i convocati nero verdi

Coppa Italia, quarto turno eliminatorio; si torna in campo domani pomeriggio con Sassuolo-Perugia, in programma alle 15:00 al Mapei Stadium. Mr. De Zerbi tiene molto a questo impegno, da non sottovalutare, in attesa di un’altra gara molto tosta in attesa domenica contro il Cagliari, sempre al Mapei.

Ampio turn-over, spazio a chi ha giocato meno, senza rischiare giocatori in fase di recupero. Occasioni mai semplici, con il massimo impegno da parte di tutti, per crearsi maggiori chance future di scendere in campo, o anche solamente subentrarne.

I convocati di mr. De Zerbi :

PORTIERI

  • 56 Gianluca PEGOLO
  • 63 Stefano TURATI
  • 64 Alessandro RUSSO

DIFENSORI

  • 6 ROGERIO
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MÜLDÜR
  • 31 Gian Marco FERRARI
  • 33 Alessandro TRIPALDELLI
  • 35 Stefano PICCININI

CENTROCAMPISTI

  • 8 Alfred DUNCAN
  • 10 Filip DJURICIC
  • 14 Pedro OBIANG
  • 23 Junior TRAORÈ
  • 36 Luca MAZZITELLI
  • 44 Andrea GHION
  • 52 Iulius MARGINEAN
  • 68 Mehdi BOURABIA

ATTACCANTI

  • 18 Giacomo RASPADORI
  • 50 Brian ODDEI
  • 51 Jacopo PELLEGRINI

Fonti e foto sito Sassuolo e Wikipedia.

Serie A, risultati e classifica 14° giornata

Risultati :

Brescia-Atalanta 0-3 ; Genoa-Torino 0-1 ; Fiorentina-Lecce 0-1 ; Juve-SASSUOLO 2-2 ; Inter-Spal 2-1 ; Lazio-Udinese 3-0 ; Parma-Milan 0-1 ; Napoli-Bologna 1-2 ; Verona-Roma 1-3 ; Cagliari-Samp 4-3.

La classifica :

Inter 37 ; Juve 36 ; Lazio 30 ; Cagliari, Roma 28 ; Atalanta 25 ; Napoli 20 ; Parma, Verona 18 ; Torino, Milan 17 ; Bologna, Fiorentina 16 ; SASSUOLO, Lecce, Udinese 14 ; Samp 12 ; Genoa 10 ; Spal 9 ; Brescia 7.

Foto Wikipedia.

Serie C, risultati e classifica 17° giornata

Risultati :

Arzignano-Virtus Verona 1-1 ; CARPI-Triestina 1-0 ; Gubbio-Padova 0-0 ; MODENA-Vis Pesaro 3-1 ; Sudtirol-Vicenza 0-1 ; Fano-Fermana 0-1 ; Feralpi Salò-Cesena 2-2 ; Imolese-Samb 1-1 ; Reggiana-Piacenza 2-2 ; Rimini-Ravenna 1-2.

La classifica :

Vicenza 39 ; CARPI 35 ; Padova 33 ; Reggiana, Sudtirol 32 ; Feralpi Salò 29 ; Piacenza 28 ; Samb 25 ; Virtus Verona 23 ; MODENA 23 ; Triestina 22 ; Cesena 21 ; Ravenna, Vis Pesaro 18 ; Fermana 17 ; Arzignano, Gubbio 15 ; Imolese 13 ; Rimini 12 ; Fano 10.

Foto Wikipedia.

Sassuolo, di nuovo in campo per preparare la Coppa Italia

Neanche il tempo di festeggiare l’impresa di Torino, e mercoledì si torna di nuovo in campo contro il Perugia in Coppa Italia. L’arbitro della gara è il signor. Simone Sozza, gli assistenti invece Grossi e Cipressa. I giocatori scesi in campo ieri hanno svolto defaticamento, per il resto del gruppo, esercitazioni, forza e tecnico/tattica. Naturalmente turn over per la sfida modesta contro gli umbri.

Differenziato per Defrel, Chiriches e Pegolo. Domani allenamenti a porte chiuse.

Fonti e foto sito Sassuolo.

Formula uno, termina qui un'agro-dolce annata per il cavallino rampante !

Si conclude amaramente per la Ferrari l’annata 2019; Leclerc al terzo posto sul podio non da la misura della debacle subita a Yas Marina.

Hamilton prende una pole regalata, e si invola col Charter Mercedes, andando addirittura a stampare il giro più veloce della corsa a 4 giri dalla fine e con gomme dure. Inutili gli sforzi degli uomini di Maranello durante la stagione, i Grigi ci hanno illusi a giochi fatti, ma la sostanza resta quella di una Mercedes inarrivabile, che in pista fa quello che vuole. Verstappen si piazza secondo e prende il terzo gradino stagionale a Leclerc, Vettel tenta una strategia alternativa ma mentre le gomme delle Ferrari e Red Bull vanno in crisi quelle delle auto tedesche no, tutto inutile.

Ora si parla in ambito giornalistico di un possibile approdo di Hamilton in Ferrari, ecco questa a mio parere sarebbe la cosa più insensata al momento.

Monza-Modena 1-3, vittoria importante, contro un Monza bello a metà

Non era banale, non sembrava e non lo è stato. Modena in campo oggi pomeriggio a Monza per la decima di campionato. Sestetto tipo per Andrea Giani con Christenson in regia, Bednorz, Zaytsev e Anderson schiacciatori. Mazzone e Holt al centro, e Rossini libero.

Il Monza di Fabio Soli risponde con Orduna al pareggio, Kurek, Louati e Dzavoronok schiacciatori. Galassi e Yosifov centrali e Goi libero.

Primi due set Modena sul velluto, vinti entrambi da Zaytsev e compagni sul punteggio di 25-15, numeri pesanti. Monza nel terzo set risale la china e prende coraggio, con Beretta in campo, e Kurek-Dzavoronok mattatori, che riaprono da soli la partita, vincendo ai vantaggi 26-24. Per Modena unica sostituzione, quella di Kaliberda. L’esperto schiacciatore tedesco in difficoltà, Bednorz e Zaytsev non bastano, e Monza riapre i conti.

Monza cresce ancora nel quarto set, con Dzavoronok in stato di grazia, che tiene viva la compagine lombarda insieme a Beretta e a Kurek. Modena ritorna sul pezzo con Bednorz-Zaytsev e Mazzone in super serata. Per Anderson e Holt qualche errore di troppo, più il primo che il secondo, molto bene Christenson in regia, e Rossini in difesa. Quarto set termina 25-22 per Modena. Tre punti importanti per dare continuità ai fini della classifica. Domenica prossima si torna al Pala Panini contro Verona, altro avversario complicato da affrontare.

Foto add. stampa Modena Volley.

Modena-Vis Pesaro, le pagelle giallo blu

Modena 7,5

Gagno 6,5 ; Mattioli 6,5 ; Zaro 6,5; Ingegneri 6,5 ; Varutti 6,5 ; Davì 7 ; Pezzella 7,5 ; De Grazia 7 ; Bruno Gomes 6,5 ; Tulissi 6,5 ; Spagnoli 6,5

Sostituzioni :

Tulissi-Laurenti ( Laurenti 6 )

Pezzella-Rabiu ( Rabiu 6 )

De Grazia-Duca ( Duca 6 )

Mattioli-Politti ( Politti s.v )

Bruno Gomes-Ferrario ( Ferrario s.v )

Foto sito Modena F.C.

Modena-Virtus Pesaro 3-1, buona la prima di mr. Mignani

Michele Mignani, debutto al Braglia con una convincente vittoria contro il Vis Pesaro in uno scontro diretto. Il neo mr. ha messo in campo la seguente formazione : Gagno in porta, difesa a quattro con Mattioli, Zaro, Ingegneri e Varutti. A centrocampo un sontuoso Pezzella, con Davì e De Grazia, tutti e tre a segno non a caso ! Nel reparto offensivo debutto dal primo minuto di Bruno Gomes, autore di una prestazione più che sufficiente, con Tulissi e Spagnoli.

Partita piacevole nei primi minuti di gioco, con Pezzella di gran carriera che cresce di partita in partita. Al tredicesimo De Grazia sfiora il goal all’incrocio. Poco dopo spunto di Bruno Gomes, alto sulla traversa. Al ventinovesimo è l’ora dei marchigiani, con Grandolfo vicinissimo al goal. Al trentasettesimo Gianola segna sotto l’incrocio, Braglia gelato.

Si torna in campo per il secondo tempo, e il Modena è rinato : dopo due minuti Pezzella segna un euro-goal, prestazione sontuosa del talento scuola Roma. Al minuto cinquantatre l’ incornata decisiva di Davì, 2-1 Modena e il Braglia è rinvigorito ! Il Modena gestisce tranquillamente la seconda frazione; al 65° triangolazione dell’attacco giallo blu, conclusa da De Grazia, che chiude la partita sul 3-1.

Poco dopo gli ospiti vanno vicini al 3-2, il Modena oggi è anche fortunato con tre occasioni in una, nell’area di rigore : la difesa canarina si fa trovare pronta. Mr. Mignani cambia Pezzella sul finale con la classica standing ovation. Entrano in campo anche Rabiu, propositivo, Duca, Laurenti, Politti e Ferrario, per gli ultimi due solo un paio di minuti. Cinque di recupero conclusi e il Modena torna a vincere dopo il derby di Cesena, miglior debutto per mr. e staff.

Foto sito Modena F.C.

Carpi-Triestina 1-0, le pagelle dei bianco rossi

CARPI 6,5 

Nobile 6; Rossoni 5,5, Boccaccini 5,5, Ligi 6, Sarzi Puttini 6; Saber 6 (Simonetti 5,5), Pezzi 6, Saric 6,5; Maurizi 6 (Carta s.v.); Jelenic 7 (Fofana s.v.), Biasci 6,5 (Van Der Heijden s.v.). 

Allenatore: Riolfo 6 

 

Foto: sito ufficiale Carpi 

Il Carpi batte 1-0 la Triestina e conquista il secondo posto solitario

Scendono in campo, alle ore 15, allo stadio Cabassi, Carpi e Triestina, nella sfida valida per la diciassettesima giornata del Girone B della Serie C 2019-2020. I biancorossi, che, grazie ai quattro successi consecutivi ottenuti contro Ravenna, Arzignano, Fermana e Virtus Verona, hanno agganciato Padova e Sudtirol al secondo posto in classifica, a quota 32 punti, tentano di proseguire la striscia positiva davanti al proprio pubblico, mentre gli ospiti, decimi in graduatoria (22 punti) e reduci dalla vittoria casalinga contro il Sudtirol, cercano continuità per stabilizzare la loro posizione all’interno della zona playoff. 

Allo stadio Cabassi, parte bene il Carpi: al 5’, punizione precisa di Jelenic, indirizzata all’incrocio, ma Offredi vola a deviare in corner. Al 10’, risponde la Triestina con Procaccio, che sfrutta un cross dalla sinistra per calciare in porta, ma trova la respinta di Nobile. Al 16’, ancora i padroni di casa vicino al gol: Formiconi devia una punizione di Jelenic, la palla termina di poco fuori, spiazzando Offredi. Nella seconda metà della prima frazione di gioco, è il Carpi a fare la partita e a cercare con più insistenza il gol del vantaggio, ma i biancorossi non riescono a creare particolari occasioni da gol. 

Nella ripresa, la partita si mette subito bene per il Carpi: al 51’, Beccaro tocca di mano nella propria area di rigore. Per l’arbitro è penalty e Jelenic trasforma con freddezza, spiazzando Offredi. Al 56’, dopo l’ingresso di Simonetti per Saber, poi, la gara si mette ancora più in discesa per i biancorossi: Ermacora viene espulso per doppia ammonizione, dopo aver rimediato due cartellini gialli nel giro di quattro minuti. Il Carpi, in vantaggio di un gol e di un uomo, sfiora più volte il raddoppio: al 68’, Pezzi calcia dalla distanza e Offredi devia in corner. Al 72’, lampo di Biasci, che parte in contropiede, ma calcia sul fondo. All’80’, la Triestina rimane in 9: viene espulso anche Lambrughi per doppia ammonizione. Quattro minuti più tardi, altra occasione per i biancorossi: botta di Saric dalla distanza e il portiere ospite tocca in calcio d’angolo. Nel finale, Riolfo dà spazio anche a Fofana, Carta e Van Der Heijden, per Jelenic, Maurizi e Biasci, ma il risultato non cambia. 

Il Carpi conquista, così, il quinto successo consecutivo, raggiungendo quota 35 punti in classifica, rimanendo da solo al secondo posto, vista la contemporanea sconfitta del Sudtirol e il pareggio del Padova. 

 

CARPI-TRIESTINA 1-0 

Reti: 51’ rig. Jelenic 

CARPI (4-3-1-2): Nobile; Rossoni, Boccaccini, Ligi, Sarzi Puttini; Saber (55’ Simonetti), Pezzi, Saric; Maurizi (88’ Carta); Jelenic (88’ Fofana), Biasci (94’ Van Der Heijden). A disposizione: Rossini, Varoli, Pellegrini, Carletti, Lomolino, Clemente, MastajTommasoneAllenatore: Giancarlo Riolfo. 

TRIESTINA (4-4-2): Offredi; Formiconi, MalomoLambrughi, Ermacora; Beccaro (71’ Steffè), Giorico (55’ Henrique), Maracchi, Procaccio (59’ Scrugli); Gomez (55’ Costantino), Granoche (71’ Mensah). A disposizione: Matosevic, De Luca, Ferretti, Codromaz, Gasparini, Cernuto, Gatto. Allenatore: Carmine Gautieri. 

Arbitro: Sig. Gualtieri di Asti (Assistenti: Valletta-Montagnani). 

Note: Ammoniti: Saber (C), Boccaccini (C), Giorico (T), Scrugli (T). Espulsi al 56’ Ermacora (T) e all’80’ Lambrughi (T), per doppia ammonizione. Ammonito il tecnico della Triestina Gautieri all’81’. 

 

Foto: sito ufficiale Carpi 

Juve-Sassuolo, le pagelle nero verdi

Sassuolo 7,5

Turati 6,5
Toljan 6
Romagna 5
Marlon5,5
Kyriakopoulos 5,5
Magnanelli 6
Locatelli 5,5
Djiuricic 5,5
Traore 5,5
Boga 6
Caputo 6, 5

Djuricic-Muldur ( Muldur 5,5 )
Traorè- Duncan ( Duncan 6 )
Boga-Peluso ( Peluso s.v )

De Zerbi 7

Foto Wikipedia.

Juve-Sassuolo 2-2, pareggio che vale una vittoria !

Quattordicesima giornata di serie A, Juve-Sassuolo, con i nero verdi decimati, e i primi in cerca di conferme. Si gioca domenica uno dicembre all’Allianz Stadium di Torino, alle 12:30, nel fortino delle zebre, in campionato e non. Per il Sassuolo, questa partita è sempre più un tabù, e mr. De Zerbi vuole invertire la rotta.


I bianco neri vengono da due vittorie importantissime, contro Milan e Atalanta, mentre il Sassuolo da una vittoria nel derby contro il Bologna, e nell’ultima partita da una sconfitta nel rush finale contro la Lazio.
L’arbitro della gara è il signor. Federico La Penna, Di Vuolo e Colarossi gli assistenti.


Nel Sassuolo Consigli non c’è la fa, per un problema muscolare, e debutta Turati tra i pali, classe ’01. Torna a centrocampo tra i titolari Traorè. Nella Juventus Buffon sostituisce Szczesny, e Dybala parte dalla panchina.
Primo tempo equilibrato, anche per via di un campo non in perfette condizioni. La Juventus passa in vantaggio con il destro dal limite dell’area di Bonucci, che sembra aver raggiunto quella maturità calcistica da top player. Il Sassuolo trova il pareggio immediato con Boga, che su assist di Caputo, con un tocca sotto supera Buffon. Boga segna la sua quarta rete in questo campionato, stabilendo il suo personale record di marcature. Le squadre vanno negli spogliatoi, con un parziale di 1-1.


Il secondo tempo inizia senza cambi per i due allenatori, che confermano lo schieramento iniziale. Il Sassuolo a sorpresa passa in vantaggio allo Juventus Stadium, con la complicità di De Light che sbaglia il rinvio e Buffon che non trattiene il destro dell’attaccante.
Il Sassuolo prova ad addormentare i ritmi di gioco e sembra essere padrona del suo destino, quando al minuto 67, Romagna commette un fallo davvero ingenuo su Dybala dentro l’area di rigore. Per il direttore La Penna è calcio di rigore!


Sul dischetto Ronaldo trova il gol del pareggio, siglando il suo sesto gol in campionato.
La partita prosegue senza colpi di scena fino al triplice fischio, dove le due squadre si dividono la posta in palio.
Nella Juventus male Ronaldo, De Light e Buffon, mentre nel Sassuolo bene la prova complessiva della squadra, che a Torino strappa un pareggio senza mai chiudersi in difesa, ma provando addirittura a vincere la partita, come la mentalità offensiva di De Zerbi.

Un buon punto che consegna ai Magnanelli e compagni un po di fiducia, viste le ottime prestazioni in campionato con pochi punti raccolti.

Foto sito Sassuolo.

Euro 2020 calcio, urna amica per gli azzurri

Urna amica, sorteggiati ieri sera i gironi di Euro 2020, torneo che si giocherà nei vari stadi del nostro continente. L’Italia non avrà nessuna big nel girone, con le tre partite che si giocheranno all’Olimpico di Roma.

Turchia, Svizzera e Galles, squadre sulla carta meno favorite degli azzurri, che però non devono prendere sotto gamba l’impegno. Il ct fino a maggio studierà in maniera accuratissima i giocatori, più o meno giovani, da convocare per l’Europeo.

L’esordio venerdì dodici giugno alle 21:00 contro i bianco rossi della Turchia, poi via via le altre, cercando di arrivare più in alto possibile, per il trofeo, ma soprattutto per il ranking.

Tostissimo il girone F con Germania, Francia e Portogallo, anche il D molto spettacolare con Inghilterra, Croazia e Repubblica Ceca.

C’è tantissimo da aspettare da qui a giugno, l’Italia del Mancio arriverà preparata, e ci toglieremo belle soddisfazioni, FORZA AZZURRI !

Fonti e foto sito FIGC.

Carpi-Triestina, i convocati di mr. Riolfo

Carpi-Triestina, si gioca oggi pomeriggio alle 15:00 al Cabassi. Partita interessante, valida per la diciassettesima giornata di campionato, tra i padroni di casa che vogliono continuare un percorso al di là delle aspettative, e la Triestina, squadra di blasone, sempre difficile da affrontare.

La Triestina viene da un importante vittoria contro il Sudtirol in casa, il Carpi invece ha espugnato il campo della Virtus Verona in anticipo del sabato. Per la classifica invece secondo posto per gli emiliani, per gli ospiti un decimo posto.

Ecco in seguito i convocati di mr. Riolfo

PORTIERI

1 Rossini, 22 Nobile, 25 Celeste

DIFENSORI

2 Rossoni, 3 Sarzi Puttini6 Varoli7 Pellegrini15 Ligi26 Lomolino, 29 Clemente, 33 Boccaccini

CENTROCAMPISTI

4 Carta5 Pezzi8 Saber10 Saric, 20 Jelenic21 Maroni23 Maurizi27 Fofana32 Simonetti

ATTACCANTI

11 Carletti, 17 Van der Heijden, 19 Vano28 Biasci30 Mastaj, 31 Zerbo, 34 Tommasone

Fonti e foto sito Carpi.

Juve-Sassuolo, i convocati nero verdi

Domenica, si torna in campo, nella tana dei Campioni d’Italia della Juventus. Il Sassuolo, con l’attacco decimato per infortunii cercherà in impresa tabù : contro i bianco neri quasi sempre sonore sconfitte. Periodo di impegni tosti per Magnanelli e compagni, dopo la Lazio, la Juve, e il Cagliari, quest’ultima sorpresa del campionato. Tour de force per un mese di dicembre molto intenso, purtroppo o per fortuna.

Ecco i convocati per la Juve :

PORTIERI

  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 56 Gianluca PEGOLO
  • 63 Stefano TURATI
  • 64 Alessandro RUSSO

DIFENSORI

  • 2 MARLON
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MÜLDÜR
  • 19 Filippo ROMAGNA
  • 22 Jeremy TOLJAN
  • 33 Alessandro TRIPALDELLI
  • 35 Stefano PICCININI
  • 77 Giorgos KYRIAKOPOULOS

CENTROCAMPISTI

  • 4 Francesco MAGNANELLI
  • 8 Alfred DUNCAN
  • 10 Filip DJURICIC
  • 14 Pedro OBIANG
  • 23 Junior TRAORÈ
  • 36 Luca MAZZITELLI
  • 44 Andrea GHION
  • 68 Mehdi BOURABIA
  • 73 Manuel LOCATELLI

ATTACCANTI

  • 7 Jeremie BOGA
  • Francesco CAPUTO
  • 18 Giacomo RASPADORI

Fonti e foto sito Sassuolo e Wikipedia.

Modena F.C, i convocati per la sfida di domani contro la Virtus Pesaro

Si torna in campo domani pomeriggio, dopo il ko di domenica scorsa contro il Cesena, e l’esonero inevitabile di Mauro Zironelli. Subentra in panchina giallo blu Michele Mignani, ex calciatore e allenatore del Siena, con un buon cv. L’avversario di domani la Vis Pesaro, con partita in programma alle 15:00 al Braglia.

I marchigiani sono reduci da una sconfitta contro la Reggiana due giornate fa, e da una vittoria la scorsa settimana contro l’Arzignano. La Vis Pesaro in classifica si trova a diciotto punti, due sotto il Modena, il classico scontro diretto. Il Modena vuole ritrovare il risultato per invertire la rotta, gli ospiti invece vogliono evitare le zone calde in zona salvezza.

In seguito i convocati di mr. Mignani :

Portieri: Riccardo Gagno, Antonio Narciso e  Francesco Pacini.

Difensori: Riccardo Cargnelutti, Andrea Ingegneri, Emanuele Politti, Nicola Stefanelli, Mickael Varutti e Giovanni Zaro.    

Centrocampisti: Andrea Boscolo Papo, Guido Davì, Lorenzo De Grazia,  Edoardo Duca, Gianluca Laurenti, Alessandro Mattioli, Salvatore Pezzella e Mario Rabiu,

Attaccanti: Felipe Sodinha, Carlo Emanuele Ferrario, Bruno Gomes, Alberto Spagnoli, Simone Rossetti, Tommaso Spaviero e  Tiziano Tulissi

Fonti e foto sito Modena Calcio.

Fantacalcio, chi puntare e chi evitare nella 14° giornata

Come ogni venerdì torna l’appuntamento settimanale con il Fantacalcio, per la 14esima giornata di campionato!

CONSIGLIATI:

Muriel ; il colombiano sta bene! Quando gioca è sempre decisivo e nonostante la botta subita in Champions League, si è allenato regolarmente con la squadra. Troverà di fronte un Brescia in piena crisi di risultati. Piena fiducia in Luis!

Dybala: L’argentino vive un momento magico della sua carriera, dove ogni pallone che tocca diventa una possibile occasione da gol. Dovrebbe partire titolare, ma Paulo ha sempre dimostrato di fare bene quando è stato chiamato in causa, affronterà il Sassuolo che in difesa ha dimostrato spesso di soffrire in campionato.

Immobile: L’attaccante bianco celeste non ha giocato neanche un minuto nell’ultima partita di Europa League, in vista dell’impegno casilingo contro l’Udinese. È il capo cannoniere del campionato. In area di rigore è LETALE, schieratelo!

Lukaku-Lautaro: L’inter ha trovato una vera e propria miniera d’oro! Si trovano bene fuori e dentro al campo, nel rettangolo verde si muovono l’uno in funzione dell’altro, alternando gol e assist, schierateli !

SCONSIGLIATI:

Balotelli: In settimana è stato oggetto di discussione, per la frase infelice di Cellino riguardo al colore della pelle. Questa volta dovrebbe partire titolare al fianco di Torregrossa, ma di fronte troverà l’Atalana reduce dalla vittoria in Champions League. Grado di rischio medio.

Belotti: Il gallo dopo aver subito un trauma al costato la settimana scorso contro l’inter, ha svolto tutti gli accertamenti di rito, facendo rientrare l’allarme. In settimana fino ad oggi non si è mai allenato con i compagni, anche se lui farà di tutto per giocare. Grado di rischio alto.

Foto e articolo a cura di Lorenzo Galeotti e Francesco Evangelisti.

Sassuolo, si avvicina sempre più la Juventus

Ormai ci siamo, domenica alle 12:30 l’assalto alla capolista Juventus, imbattibile in casa. Partita dal coefficiente di difficoltà elevatissimo per Magnanelli e compagni, privi di Berardi e Defrel su tutti. Vincere a Torino per il Sassuolo è sempre stata utopia, ma vietato piangersi addosso, giocandosela senza strani pensieri. Tanti tifosi in partenza domenica mattina per il Piemonte.

De Zerbi ha diretto l’allenamento questa mattina, tra attivazione, tecnico/tattica e manovra. Differenziato per Berardi, Chiriches, Defrel, Ferrari e Pegolo.

Domani ultimo allenamento, e domenica in attesa dell’incontro.

Fonti e foto sito Sassuolo e dal vivo.

Verso Modena-Vis Pesaro, la prima di mr. Mignani

Si avvicina il week end, dopo il derby perso a Cesena di domenica scorsa. E’ passato poco tempo, è vero, ma sono successe tantissime cose in casa giallo blu. Con una partita interna contro la Vis Pesaro, da preparare, c’è stato l’inevitabile cambio in panchina : Michele Mignani subentra a Mauro Zironelli, costretto ai saluti, con un po’ di amaro in bocca.

Il cambio era da fare, nonostante le due ultime due vittorie casalinghe, la società, la piazza e il mr. non erano più in sintonia, tanti episodi a sfavore è vero, ma ci si poteva aspettare di più dal preparato mr. veneto.

Mignani si è presentato alla stampa modenese dicendo queste precise parole, come riportato nel sito ufficiale del Modena

“La trattativa con il Modena – dice Mignani- è nata nel momento in cui loro hanno deciso di cambiare allenatore, ci siamo conosciuti e ora sono qua per fare il meglio per questa squadra.  Io e il mio staff dovremo cercare di lavorare immediatamente sulla testa della squadra, proveremo a portare i miei concetti in maniera graduale. Il Modena è seguito e dal gruppo ci si attende tanto”.

In questa stagione fino a domenica Mignani ha osservato il team esternamente: “Non ho mai visto il Modena essere messo sotto dagli avversari, ha avuto delle difficoltà in fase realizzativa, è una squadra che ha dei valori, tireremo fuori quello che per una serie di cause finora non è uscito”.

Nei giorni scorsi è avvenuta un’ operazione al ginocchio per Enrico Bearzotti, il neo mr. e la squadra non vedono l’ora che rientri a disposizione, in bocca al lupo Enrico !

Fonti e foto sito Modena Calcio.

Test al Mapei, per arrivare pronti alla sfida alla capolista

Doppia seduta nella giornata di mercoledì ventisette novembre. I nero verdi hanno svolto nella mattina i Test Mapei, all’avanguardia. Nel pomeriggio invece, tecnico/tattica, manovra e partitelle. Differenziato per Berardi, Chiriches, Defrel, Ferrari e Pegolo.

Domani allenamento pomeridiano. La Juve si avvicina, in un momento non proprio fortunato del Sassuolo, che dovrà affrontare a testa alta la sfida di Torino, spinta dai propri tifosi, nulla è impossibile !

Fonti e foto sito Sassuolo e dal vivo.

Assalto al trono !

Analizziamo la 13 esima giornata di Serie A.

Nella rubrica precedente, avevamo consigliato Dzeko, Joao e Immobile, tutti puntualmente a segno, regalando il + 3 ai fanta allenatori che gli hanno dato fiducia.

Il 13° turno si è aperto con la vittoria in rimonta della Juventus priva di Ronaldo per 1-3, a discapito di un’Atalanta decimata dalle assenze. Partita letteralmente scivolata via, al netto degli episodi.

A seguire, il pareggio di un Milan, in cerca ancora di un undici titolare e di un Piatek irriconoscibile, contro un Napoli in una crisi senza fine di risultati; Ancelotti sempre più a rischio.

Nel posticipo serale delle 20 e 45, l’Inter travolge un Torino smarrito da inizio stagione, per 0-3, a favore, grazie alle reti della coppia Martinez, Lukaku e la rete di De Vrij. L’Inter al momento l’anti Juve.

Il derby emiliano finisce in pareggio (2-2), Bologna e Parma si dividono la posta in palio, a segno per il Parma il solito Kulusevski, mentre a Verona, l’Hellas di Ivan Juric, grazie alla rete di Di Carmine trova i 3 punti, scavalcando la stessa Fiorentina in classifica.

Vittoria esterna in casa bianco celeste, la Lazio continua a viaggiare forte e grazie ad una rete allo scadere di Caicedo, batte il Sassuolo consolidando il terzo posto.

Successi interni per Roma e Sampdoria, che con l’arrivo di mister Ranieri, sembra aver trovato il passo giusto per la salvezza.

La 13esima giornata si conclude con due pareggi, Lecce-Cagliari e Spal-Genoa.

Ogni venerdi troverete su questa pagina, i nostri consigli sul Fantacalcio!

Articolo a cura di Francesco Evangelisti, grafica a cura di Lorenzo Galeotti.

Sassuolo, si comincia a preparare la sfida di Torino

Tornati in campo, al Mapei Center, i nero verdi di mr. De Zerbi, per preparare la sfida alla Juve. Si gioca domenica primo dicembre all’orario di pranzo, in casa dei Campioni d’Italia. Un primo gruppo palestra e partitella. Per un secondo gruppo invece, tecnico/tattica e allunghi.

Differenziato per Berardi, Chiriches, Defrel, Ferrari e Pegolo. Domani allenamenti alla mattina e al pomeriggio.

Fonti dal vivo.

Serie A, risultati e classifica 13° giornata

Risultati :

Atalanta-Juventus 1-3 ; Milan-Napoli 1-1 ; Torino-Inter 0-3 ; Bologna-Parma 2-2 ; Roma-Brescia 3-0 ; SASSUOLO-Lazio 1-2 ; Verona-Fiorentina 1-0 ; Samp-Udinese 2-1 ; Lecce-Cagliari 2-2 ; Spal-Genoa 1-1.

La classifica :

Juve 35 ; Inter 34 ; Lazio 27 ; Cagliari, Roma 25 ; Atalanta 22 ; Napoli 20 ; Parma, Verona 18 ; Fiorentina 16 ; Torino, Milan, Udinese 14 ; SASSUOLO, Bologna 13 ; Samp 12 ; Lecce 11 ; Genoa 10 ; Spal 9 ; Brescia 7.

Foto Wikipedia.

Modena, ai saluti Zironelli : in panchina arriva Michele Mignani

E’ giunta al termine la breve avventura sulla panchina giallo blu di Mauro Zironelli. Mauro, tornato a Modena dopo l’esperienza da giocatore nel 2001/02, in panchina dall’estate a oggi non ha convinto proprio del tutto. La squadra sin dall’inizio era da salvezza, come d’accordo con la dirigenza, ma evidentemente si è guastato qualcosa nel feeling tra le parti e o con la piazza. C’è voluto un po’ di tempo per far ingranare la squadra, tra diversi giovani più o meno interessanti, e qualche esperto, in primis Narciso, Perna, Sodinha e altre conferme dall’anno scorso come Rabiu e Duca. Boscolo Papo e altri suoi pupilli non proprio incisivi.

Dopo l’importante esperienza alla guida dell’Under 23 della Juventus, ci si aspettava un po’ di più da Zironelli. Molte partite giocate a viso aperto, è vero, ma la maggior parte di esse, perse da episodi, come a Piacenza e Gubbio, ma anche contro la Reggiana, e Sudtirol. Vittoria nel derby al Cabassi il momento più splendente, ma con le big tanta fatica. Modena fin qui ha faticato parecchio e sopratutto in casa, a parte le ultime due partite con squadre modeste, come Fano e Virtus Verona., che sembravano avessero il sinonimo di rilancio. Fatale la sconfitta di ieri nel derby a Cesena, che ha deciso le sorti del suo ruolo.

Con Zironelli ai saluti, la società ha deciso di chiamare nel ruolo di allenatore della prima squadra Michele Mignani, nato a Genova il 30 aprile 1972. Il neo tecnico giallo blu vanta una discreta carriera da giocatore, vestendo le maglie di Sampdoria, Spal, Monza, Siena, Grosseto e Triestina su tutte. Il tecnico ligure ha deciso di smettere di giocare nel 2009, iniziando la sua carriera da allenatore nel Siena, dove vi sta fino al 2014. Esperienze anche alla guida del Latina e dell’Olbia, fino ad oggi, 25/11/2019, data di approdo al Modena, cercando di sollevare l’umore all’ambiente, benvenuto mr !

Foto Wikipedia.