Modena Volley, Tomas Rousseaux è un nuovo schiacciatore gialloblu

Il più classico dei rincalzi. Con la Regular Season già in mano da tempo a Perugia le diverse “avversarie” si stanno attrezzando al meglio per i play-off. A Modena si sapeva che mancava qualcosa: nelle ultime ore il club gialloblu si è aggiudicato le prestazioni di Tomas Rousseaux, schiacciatore classe ’94, originario di Jette (Belgio).

La carriera di Tomas comincia tra le fila del Roeselare dal 2012 al 2015 per poi arrivare in Italia per la prima volta, più precisamente a Monza, dove vi milita nella stagione 2015-16. Il giocatore cambia diverse squadre, maturando importanti esperienze in crescendo, fino all’arrivo a Modena in data odierna direttamente da Katowice.

Il giocatore nel pieno della sua carriera vanta un importante Palmares: una coppa, e una supercoppa di Germania, tre campionati belgi, una coppa belga, e due supercoppe belghe niente male per Andrea Giani e panchina. Benvenuto a Modena Tomas !

Fonti, e foto add. stampa Modena Volley.

Cisterna-Modena 1-3, bella prova di forza di Bruno, e compagni che rimangono secondi in classifica.

Sesta giornata del girone di ritorno di Regular Season. Si è giocato questa sera, di domenica venti nove gennaio Cisterna-Modena alle ore 20:45 al “Palasport” di Cisterna, in Latina. I padroni di casa vengono da una bella vittoria interna contro Trento (3-2), ma anche da una deludente sconfitta (3-1) in casa del fanalino di coda Siena, quindi c’è tanta voglia di rivalsa contro Bruno, e compagni. Gli emiliani invece sono reduci da due sconfitte, la prima inaspettata (3-1) in Lombardia contro Milano, e la seconda in casa contro la strapotenza umbra targata Perugia (1-3). Per quanto riguarda la classifica Cisterna è ottavo a quota venti tre punti totalizzati sin qui, mentre Modena è secondo appaiato a Trento, ma Perugia è gia campione di Regular Season con sei giornate di anticipo per una stagione da urlo. Gli arbitri sono Marco Braico, e Andrea Puecher.

Passiamo alle formazioni l’ex coach di Modena Fabio Soli schiera in campo l’espertissimo palleggiatore Michele Baranowicz (ex) supportato dallo schiacciatore croato Petar Dirlic, bello a metà. A seguire la coppia di schiacciatori: Bayram-Sedlacek con il secondo in ordine autore di una discreta prova. Si arriva rapidamente alla coppia dei centrali Zingel-Rossi. Chiude il libero Damiano Catania. Da notare la prestazione di Gutierrez, che ha messo spesso, e volentieri in difficoltà la difesa emiliana.

Tra le fila emiliane coach Andrea Giani schiera in campo la formazione tipo partendo dal veterano palleggiatore Bruno, supportato nel bene, e nel male dal giovane talento turco Adis Lagumdzija. A seguire i due schiacciatori estro/gioventù firmato Ngapeth/Rinaldi anche quest’oggi sinonimo di sicurezza in fase punto.. Nel ruolo dei centrali la coppia rodata Stankovic-Sanguinetti, con il primo dei due in elenco letale in attacco, e a muro. Chiude un concentrato Salvatore totò Rossini nel ruolo di liberto. Subentrano in corso d’opera: Marechal, Sala, che si sono mostrati sicuri quando chiamati in causa.

Eccoci finalmente alla partita; nel primo set Modena conduce in diversi frangenti (2-4, 10-12, 11-13), ma Cisterna resta in scia per merito degli attacchi Dirlic-Sedlacek, aspettando Gutierrez giovane molto interessante. A spaccare il set un ace di Rinaldi 16-18 Modena, che chiuderà il set 22-25 per mezzo di un’attacco vincente di Adis Lagumdzija 22-25 per Bruno, e compagni.

Si arriva velocemente al secondo set dell’incontro con Modena che conduce 4-8 per merito di Lagumdzija, a tratti indomabile. Non solo Lagumdzija: per Modena salgono le prestazioni di Ngapeth/Rinaldi, e Tommaso in attacco segna il punto del 6-10 Modena. Gli ospiti sembrano controllare una timide Cisterna, ma pian pianino i laziali si avvicinano ai modenesi con mezzo di un bel muro di Zingel ai danni di Rinaldi 12-14 Modena. Il set scorre piacevolmente, Stankovic a servizio, e un errore di Kaliberda fanno dormire sogni tranquilli a Giani, e panchina 15-20 Modena. Il set lo chiude un errore a servizio dei padroni di casa 23-25 Modena.

Coach Fabio Soli non ci sta, e striglia i suoi ragazzi, abili a reagire nel terzo set riaprendo i giochi. In casa Modena protagonista nel bene, e nel male Lagumdzija, insieme a Ngapeth, e Stankovic, ma tra i padroni di casa brillano Gutierrez-Sedlacek-Dirlic. Determinante nel punteggio un muro di Zingel ai danni di Lagumdzija per il 23-20 in favore di Cisterna, che vincerà il set con un convincente 25-20.

Prima dell’inizio del quarto set Andrea Giani non ci sta, e striglia i suoi, così come Fabio Soli chiede il massimo cercando di giocare senza aver nulla da perdere, al fine di divertire gli spettatori. Modena rimane abile a mantenere alta la concentrazione con i due centrali, ma soprattutto con Ngapeth/Lagumdzija. Anche Tommaso Rinaldi appare incisivo per mezzo dell’ace del 4-5 Modena. Gutierrez tiene vive le speranze di Cisterna, ma Modena è concentrato soprattutto con merito della sontuosa esperienza di Stankovic al centro, e di Lagumdzija che torna ai suoi livelli. L’ultimo punto del set, e dell’incontro è firmato Earvin Ngapeth, 23-25 Modena, che mantiene il secondo posto in classifica a pari merito con Trento.

Il prossimo incontro Modena giocherà sabato quattro febbraio alle ore 20:30 al “Pala Panini” contro il fanalino di coda Siena, gara da non sottovalutare affatti, per evitare cali di concentrazione, ma soprattutto scivoloni in classifica.

Foto add. stampa Modena Volley,

Modena-Perugia 1-3, un’altra ed ennesima prova di forza per la corazzata umbra, che espugna da tre punti anche il “Pala Panini”.

Grande volley. Si è giocato ieri pomeriggio di domenica venti due gennaio alle ore 18:00 al “Pala Panini”, in Modena Modena-Perugia, big match della quinta giornata del girone di ritorno di campionato. Una super sfida, che vede Modena uscire nelle ultime due partite con un’imperiosa vittoria interna contro Civitanova (3-0), ma anche da un tonfo esterno inaspettato contro Milano (3-1). Perugia, che sta giocando un campionato a sé invece è reduce da due ennesimi 3-0 a favore, rispettivamente contro Verona, e Padova. Per quanto riguarda la classifica Modena è seconda a quota venti nove, mentre Perugia è primissima a quota quaranta cinque punti, un rullino di marcia strabiliante. Gli arbitri dell’incontro sono Stefano Cesare, e Maurizio Canessa.

Passiamo alle formazioni con coach Andrea Giani che schiera il sestetto base, partendo dal veterano Bruno in regia, supportato in maniera non del tutto sufficiente dal giovane schiacciatore turco Adis Lagumdzija. A seguire per il reparto offensivo il duo estro/gioventù firmato Ngapeth-Rinaldi, sicuramente i due migliori in campo tra le fila gialloblu. Nel ruolo di centrali Stankovic-Sanguinetti, con il secondo in ordine ottimo in fase difensiva. Si chiude Salvatore Totò Rossini nel ruolo di libero. Subentrano in corso Marechal, Sala, Salsi,

Tra le fila umbre invece coach Andrea Anastasi schiera in campo la formazione tipo, partendo dal palleggiatore della nazionale italiana Simone Giannelli sempre più ai massimi livelli, supportato dallo schiacciatore Kamil Rychlicki, che parte malino, ma che nel corso della partita avrà modo di rifarsi. A seguire come attaccanti il duetto imponente Leon-Semeniuk, sinonimi di garanzia nei momenti determinanti. Si arriva rapidamente al ruolo di centrali con il duetto todo sudamericano firmato Solè-Flavio, chiudendo con Massimo Colaci libero. Determinanti gli ingressi in corso d’opera di Plotnytskyi-Herrera, due riserve di lusso che giocherebbero titolari in qualsiasi altra squadra.

Eccoci finalmente al primo set, che vede Modena partire forte, per mezzo di un ace di Tommaso Rinaldi 8-7 per Bruno, e compagni. Tra gli umbri parte male la coppia Rychlicki-Flavio, Bruno fa un ace, e siamo 12-9 per Modena tra gli applausi del “Pala Panini”. Rychlicki continua a faticare, e appare impacciato in attacco 15-10 Modena. In casa Modena salgono le prestazioni di Lagumdzija, e di Ngapeth 20-15. Errore di Rychlicki sul finale, e Modena si aggiudica il set 25-23.

Terminato il primo set Andrea Anastasi non ci sta, e striglia i suoi con Kamil Semeniuk che parte forte, autore di un ace micidiale 4-8 Perugia, che fa la voce grossa. Modena si rimbocca le maniche, ed un super Tommaso Rinaldi in grande spolvero fa l’ace del 8-9, e i gialloblu restano in scia degli umbri. Tra i padroni di casa oltre a Rinaldi sale la prestazione di Giovanni Sanguinetti a muro 14-14, e set ancora vivo. Nella seconda metà del set un punto di Lagumdzija a muro (16-14), e un errore di Giannelli (17-15) permettono a Modena di sperare, ma Perugia come al solito gioca un’altra pallavolo nei momenti complicati, e Sebastian Solè chiude il set sul 23-25 Perugia.

Archiviato il secondo set il pubblico del “Pala Panini” non smette di seguire i propri beniamini, ma nel terzo set Perugia gioca una pallavolo mostruosa, con due riserve di lusso, ovvero Plotnytskyi-Herrera che dominano Modena in lungo, ed in largo. Rispettivamente a muro, ed in attacco Herrera-Leon portano Perugia sul 2-6 ad inizio set. Numeri impressionanti di Plotnytskyi-Herrera e si arriva rapidamente sul 5-11 Perugia. Modena non incide, Ngpaeth-Sala vengono annientati dal muro ospite, e il set appare compromesso sul 10-17 per gli umbri, che se lo aggiudicheranno sul risultato di 16-25 in favore.

Andrea Giani fa mente locale, e dice ai suoi di non perdersi d’animo, ma contro questa Perugia è una parola grossa, e anche nel quarto set Perugia pare inarrestabile con un rullino di marcia strabiliante soprattutto nei rincalzi, e nei momenti decisivi. LeonHerreraPlotnytskyi macinano punti, con la collaborazione di Rychlicki che torna ai suoi livelli, e con la fase a muro, nettamente a suo favore. Da segnalare due ace Plotnytskyi (10-13), e Leon (15-19), ma anche Tommaso Rinaldi segna dal servizio per il punto della speranza canarina (18-21). Sul finale Modena non riesce più a tenere il passo perugino, con Perugia abile a chiudere il set sul muro vincente di Sebastian Solè, 18-25 Perugia, e vittoria in Regular Season con un’anticipo da fanta volley, corazzata d’altri tempi.

Il prossimo turno Modena giocherà in casa di Cisterna, domenica venti nove gennaio alle ore 20:45, cercando di ritrovare il sorriso dopo i due tonfi contro Milano, e Perugia.

Foto add. stampa Modena Volley.

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑