Sassuolo-Verona, le pagelle neroverdi

Sassuolo 6,5

Consigli 6,5; Toljan 6; Erlic 5,5; Ayhan 5,5; Kyriakopoulos 6,5; Frattesi 7; Obiang 5,5; Thorstvedt 5,5; D’Andrea 5,5; Pinamonti 6; Laurientè 7

SOSTITUZIONI

Obiang-Lopez (Lopez 6,5)

D’Andrea-Traorè (Traorè 7)

Laurientè-Ceide (Ceide 6)

Mr. Dionisi 6,5

Foto pagina Twitter Sassuolo Calcio.

Sassuolo-Verona 2-1, rimonta neroverde firmata Laurientè-Frattesi, gialloblu sempre più giu

Sassuolo-Verona, posticipo del lunedì per l’undicesimo turno di serie A. Si è giocato di lunedì ventiquattro ottobre alle ore 20:45 al “Mapei” in Reggio Emilia.

Tra i padroni di casa Mr. Dionisi schiera in campo un preciso, e motivato 4-3-3 partendo con Consigli in porta protetto dalla difesa a quattro composta da Toljan-Erlic-Ayhan-Kyriakopoulos. A seguire uno snello, e pungente centrocampo composto dal trio Frattesi-Obiang-Thorstvedt. Si chiude con gli attaccanti D’Andrea-Pinamonti-Laurientè. Subentrano in corso: Lopez, Traorè, Ceide.

Tra le fila veronesi Mr. Bocchetti risponde a Mr. Dionisi con un impreciso, e macchinoso 3-4-3 partendo da Montipò in porta coperto in maniera non del tutto brillante da un’imprecisa difesa a tre composta da Hien-Gunter-Ceccherini. A seguire un massiccio, ma poco efficace centrocampo a quattro con protagonisti nel bene, e nel male Faraoni-Tameze-Veloso-De Paoli. Nel reparto offensivo infine il tridente Henry-Verdi-Piccoli.

Sono le ore 20:45, e puntualmente il direttore di gara Santoro di Messina fischia l’inizio delle ostilità. Parte forte il Verona con una rete lampo di Ceccherini che al minuto due di gioco crossa rasoterra un passaggio cosi insidioso che manca lo zampino di Henry, ma allo stesso tempo trafigge anche la porta di Consigli, 0-1 al secondo minuto.

Il Verona prova subito la rete del raddoppio, ma il Sassuolo limita i danni, ed esce timidamente dalla propria difesa per merito delle sue ali, soprattutto Laurientè ad alta velocità, oltre che abilissimo con la palla al piede. Continua a macinare gioco il Sassuolo fino al minuto trentadue, quando Laurientè beffa a velocità folli la difesa veronese 1-1 e festa sugli spalti del “Mapei”. Il Verona non si perde d’animo e con il suo reparto offensiva prova a più riprese a tornare avanti nel punteggio, ma dopo due minuti di recupero Santoro manda le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

Passano i quindici minuti di intervallo, e Santoro fischia prontamente l’inizio della ripresa. Il Sassuolo parte forte con Frattesi che minuto dopo minuto cresce di condizione, fino al cinquantacinquesimo con i padroni di casa vicini al 2-1, ma la difesa dell’Hellas si fa trovare pronta.

Nel frattempo Mr. Dionisi non si accontenta, e getta nella mischia Traorè-Lopez entranti al posto di D’Andrea-Obiang. Il secondo tempo è molto spettacolare: entrambe le squadre macinano gioco a ritmi elevatissimi, e occasioni su occasioni con il “Mapei” che si diverte. Mr. Bocchetti nel Verona continua ad effettuare cambi, ma Consigli e difesa sembrano reggere la pressione gialloblu. Tra i neroverdi c’è lo spazio per il terzo, ed ultimo cambio: Laurientè out tra gli applausi al posto di Ceide.

Il momento cruciale della serata arriva al settantaquattresimo con Traorè che serve al bacio Davide Frattesi, abile a trafiggere la porta di Montipò, 2-1 Sassuolo e rimonta completata. Negli ultimi minuti assedio ospite, che le prove tutte, ma la difesa sassolese è abile e fortunata a resistere. Dopo cinque minuti di recupero il fischietto di gara Santoro di Messina fischia la fine delle ostilità, vittoria del Sassuolo che sabato sarà impegnato a Napoli contro la capolista, per un match ad alto tasso di spettacolarità, uno spot per il calcio.

Foto pagina Twitter sito Sassuolo Calcio.

Verona-Modena 1-3, importante vittoria in trasferta per Bruno, e compagni

Importante vittoria. Buona prova di forza per Bruno, e compagni usciti vittoriosi dall’ AGSM Forum di Verona. Si è giocato ieri sera alle ore 20:30 il match valevole per la nona giornata di ritorno di regular season.

Tra i padroni di casa allenati dall’ex tecnico modenese Radostin Stoytchev ha schierato il seguente sestetto: si parte con il palleggiatore italiano Luca Spirito, supportato dal roccioso, e giovanissimo schiacciatore danese Jensen. Seguono nel ruolo di schiacciatori il talentuoso Mozic, affiancato dal bulgaro Asparuh Asparuhov. Si arriva quindi al delicato ruolo dei centrali, con il duetto composto da Lorenzo Cortesia, in stretta collaborazione con Jonas Aguenier. Chiude nel ruolo di libero Federico Bonami.

Coach Andrea Giani, anch’egli con un passato recente in veneto risponde al tecnico di Verona con il sestetto base. In regia Bruno, affiancato da Nimir Aziz. Per la fase offensiva gli intoccabili Ngapeth-Leal. Successivamente nel ruolo di centrale esperienza, e tenacia con protagonisti Stankovic-Mazzone. Nel ruolo di libero Salvatore Rossini. Subentrano in corso d’opera Van Garderen, Sanguinetti, Sala, e Gollini.

Passiamo ora alla partita, con Modena che parte meglio dei padroni di casa per merito delle giocate di Aziz, ma anche Bruno, e Leal sono in palla e Modena conduce 7-8 ai danni di Verona. Per Verona il più propositivo è sicuramente Mozic, ma l’esperto numero sette modenese Stankovic ha la meglio a muro, e Modena conduce 9-11. Passano i punti, e gli attacchi emiliani di Aziz-Ngapeth diventano fondamentali, con Modena che conduce sul 10-15. Verona prova la rimonta, ma in fase offensiva Modena ha qualcosa in più e si porta a casa il primo set sul finale di 21-25.

Archiviato il primo set, all’inizio del secondo coach Stoytchev striglia i suoi, che hanno prontamente una reazione d’orgoglio. Cortesia e Mozic sono i più brillanti, e Verona conduce su Modena sul 9-6 per mezzo di un ace del proprio numero due. Modena soffre il servizio veneto, che rimane in avanti sul 11-7, 13.8, e 14-10. Andrea Giani non ci sta, e i suoi “ricaricano” le pile, e si riportano in careggiata con i punti di Ngapeth-Leal-Aziz. Il set si chiuderà poi ai vantaggi con un ace del palleggiatore carioca Bruno, e un punto decisivo di Earvin Ngapeth 25-27 Modena ai vantaggi.

Eccoci al terzo set, con i padroni di casa che vogliono riaprire le sorti di una partita apparentemente chiusa, ma solo apparentemente. Verona nel terzo set parte meglio rispetto a Bruno, e compagni per merito di Cortesia-Jensen-Mozic e conduce in diversi tratti, come sul 5-4, 7-5, e sul 10-7. Si gioca punto-punto con le squadre un po’ stanche, arrivando fino al 17-17 nella parte centro/finale di set. Il set se lo aggiudicherà poi Verona ai vantaggi sul 30-28 per merito del talento di Mozic, e di Asparuhov; 1-2, e gara riaperta.

Quarto set, e Modena vuole evitare a tutti i costi un pericoloso tie-break. Tra le fila venete parte molto bene Jensen protagonista ad inizio set, segnando praticamente tutti i punti fino al 5-2 Verona. Protagonisti tra i padroni di casa ancora Mozic-Asparuhov, ma Aziz, e Leal riportano le squadre in parità sul 14-14. Modena alza l’asticella con Bruno, Aziz, e Stankovic arrivando sul 19-21 che spezza il set. Leal chiude il set sul 21-25, e Modena si porta a casa una bella vittoria da tre punti.

Modena in attesa degli ultimi recuperi causa Covid tornerà in campo sabato sera alle ore 20:30 al “Pala Panini” contro Cisterna, per la decima giornata di ritorno di regular season, AVANTI MODENA !

Fonti, e foto add. stampa Modena Volley.

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑