In un match dominato dagli errori, soprattutto dal dischetto, non vince nessuno. Al “Cabassi”, nella gara valida per la 27^giornata di Serie C girone B, il Carpi impatta 0-0 con la Fermana, dopo una sfida in cui le due squadre hanno sbagliato due rigori ciascuna.

Carpi in campo con il 3-5-2: tra i pali c’è Pozzi, in difesa Gozzi, Venturi e Sabotic, con Ercolani e Lomolino larghi in mediana, mentre Marcellusi, Fofana e Ghion presidiano il centrocampo; tandem offensivo composto da Giovannini e De Cenco. Primi minuti di studio, nessuna delle due squadre riesce ad impensierire il portiere avversario. All’11’ la Fermana si spinge in avanti, ma Graziano spreca una buona azione personale crossando direttamente tra le braccia di Pozzi. La prima vera occasione è per gli ospiti, che al 15’ vanno vicini al vantaggio con un colpo di testa ravvicinato di Urbinati, ma la sfera termina alta di poco. Minuto 20, da uno schema su calcio piazzato ben eseguito, Venturi ha l’opportunità di calciare da ottima posizione, ma spara alto. Al 29’ la svolta del match: Lomolino, su traversone dalla destra, effettua un retropassaggio avventato verso Pozzi, che in uscita travolge Cognigni. È rigore: dal dischetto va Neglia, che spara altissimo e grazia il Carpi. Qualche istante più tardi, arriva già il primo cambio per mister Pochesci, che inserisce De Sena al posto di Ercolani per dare più peso all’attacco. La gara scorre via senza troppe emozioni, l’ultima della prima frazione è a tinte biancorosse, con Ghion che calcia alto dal limite. Si va a riposo sullo 0-0.

Durante l’intervallo mister Pochesci opta per il secondo cambio del match, inserendo Bellini per Ghion. Al 51’ ancora un rigore per la Fermana: contropiede ben gestito dagli ospiti, Fofana sembra toccare la sfera e toglierla a D’Anna, che va giù in area; per il signor Luciani di Roma 1 ci sono gli estremi per il penalty, tra le proteste dei padroni di casa. Dal dischetto si ripresenta Neglia, che stavolta centra lo specchio, ma tira debolmente, con Pozzi che, in due tempi, fa sua la sfera e neutralizza il rigore. Al 58’ doppia opportunità per il Carpi: prima De Sena ruba il tempo a un difensore e calcia, non inquadrando lo specchio poi, sul prosieguo dell’azione, De Cenco stacca di testa su cross di Bellini ma mette a lato. Ancora un rigore al 66’, stavolta per i padroni di casa: Manetta strattona nettamente Sabotic, rimediando secondo giallo e concedendo il penalty agli avversari. Dal dischetto va De Cenco, che si fa ipnotizzare da Ginestra e sbaglia il terzo rigore del match. Qualche istante più tardi arriva il terzo cambio per i Falconi: dentro Ferretti, fuori Giovannini. Al 77’ buon pallone di Bellini per De Cenco, che non riesce a deviare la sfera a due passi dalla porta. Ultime due sostituzioni per mister Pochesci all’80’: dentro Bayeye e Ceijas, fuori Marcellusi e Fofana. Qualche istante più tardi, ancora un errore abbastanza clamoroso per De Cenco che, su una respinta corta di Ginestra, spara alto da ottima posizione. Minuto 84, arriva il quarto penalty di giornata, ancora per i padroni di casa: stavolta ad essere steso in area è Bellini, abbattuto da un difensore ospite. Dagli undici metri va Ferretti, che calcia angolato ma non abbastanza: Ginestra para ancora e porta addirittura a quattro il numero di rigori sbagliati nel match. Durante i 4’ di recupero, l’unica emozione arriva su un calcio di punizione dal limite di Ferretti, parato agevolmente da Ginestra. Al triplice fischio è 0-0: Carpi e Fermana si dividono la posta in palio, con i biancorossi che salgono a quota 30 in classifica, ottenendo il nono pareggio stagionale e proiettandosi così al vitale scontro salvezza di Legnago, in programma mercoledì 3 marzo.  

TABELLINO

CARPI: (3-5-2) Pozzi; Gozzi, Venturi, Sabotic; Ercolani (dal 34’ De Sena), Marcellusi (dall’80’ Bayeye), Fofana (dall’80’ Ceijas), Ghion (dal 45’ Bellini), Lomolino; Giovannini (dal 70’ Ferretti), De Cenco. A disp.: Rossi, Eleuteri, Llamas, Varoli, Offidani, Ridzal, Marino. All.: Pochesci.

FERMANA: (4-4-2) Ginestra; Rossoni, Manetta, Scrosta, Sperotto; Neglia (dal 70’ Bonetto), Urbinati, Graziano, Mordini (dall’85’ Kasa); D’Anna (dal 65’ Cais), Cognigni (dall’85’ Grossi). A disp.: Colombo, Massolo, Manzi, Cremona, Palmieri, Grbac. All.: Cornacchini.

Arbitro: sig. Francesco Luciani di Roma 1.

Assistenti arbitrali: Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata e Andrea Nasti di Napoli.

4^ufficiale: sig. Marco Peletti di Crema.

AMMONITI: Fofana (C). – ANGOLI: – RECUPERI: 2’ p.t.; 4’ s.t..

NOTE: Espulso al 66’ Manetta (F) per doppia ammonizione.