Parma-Modena, i convocati di Mr. Tesser

A volte ritornano. E’ di nuovo tempo di derby dalle parti del “Tardini”, in Parma. Si gioca domani, di sabato ventisei novembre alle ore 15:00 Parma-Modena, derby che manca da innumerevoli primavere a questa parte, derby valevole per la quattordicesima giornata di serie B. I ducali vengono da un ko esterno (1-0) contro il Palermo, ma anche da un incisivo 3-1 interno contro il Cittadella, quindi c’è voglia di continuità. Il Modena invece è reduce da un pareggio esterno (0-0) contro il Cittadella, e da un deludente pari interno (1-1) contro il Perugia, quindi si ricerca la svolta per invertire il trend non del tutto convincente.  In classifica i padroni di casa sono quarti con ben ventidue punti totalizzati sin qui, mentre il Modena alla ricerca del riscatto è quindicesimo con quattordici punti in cascina. L’arbitro dell’incontro è Marco Serra di Torino, assistito da Di Iorio, e Francesco Cortese.

Ecco i CONVOCATI di Attilio Tesser.

PORTIERI: 26 Gagno, 12 Seculin, 1 Narciso.

DIFENSORI: 27 Azzi, 57 Coppolaro, 28 De Maio, 96 Oukhadda, 4 Pergreffi, 77 Piacentini, 3 Ponsi, 33 Renzetti, 15 Silvestri.

CENTROCAMPISTI: 21 Armellino, 7 Duca, 16 Gerli, 19 Giovannini, 6 Magnino, 8 Mosti, 43 Panada, 24 Poli, 10 Tremolada.

ATTACCANTI: 9 Bonfanti, 99 Diaw, 11 Falcinelli, 17 Marsura.

Fonti, e foto sito Modena Calcio.

Perugia-Modena 3-0, partita senza storia al “Pala Barton”

Perugia-Modena big match infrasettimanale. Si è giocato questa sera alle ore 20:30 al “Pala Barton”, in Perugia Perugia-Modena, partita valevole per il recupero della quinta giornata di campionato. I padroni di casa vengono da due vittorie (1-3), (3-1) rispettivamente contro Piacenza, e Trentino. Modena invece è reduce da una vittoria esterna (1-3) a Siena, e da un altro (1-3) a Taranto. In classifica gli umbri sono primi a quota ventiquattro punti, mentre Modena è quarto a quattordici punti, ma la classifica dal secondo posto in giù è molto corta. Gli arbitri dell’incontro sono i signori Marco Zavater, e Massimiliano Giardini.

Passando alle formazioni tra le fila perugine coach Andrea Anastasi schiera in campo questo sestetto, partendo dal talento azzurro Simone Giannelli in regia supportato da un’imperioso Jaime Herrera in attacco. Ancora in fase offensiva la straordinaria coppia Leon-Semeniuk, con il secondo decisivo sul finale di gara. Si prosegue rapidamente con i due centrali Solè-Russo in stato di grazia. Chiude nel ruolo di libero Massimo Colaci.

Per Modena coach Andrea Giani risponde al tecnico umbro con il seguente sestetto partendo da Bruno in regia supportato da Adis Lagumdzija in attacco, quest’oggi in grossa difficoltà. Proseguendo nel reparto offensivo il duetto estro/freschezza Ngapeth-Rinaldi in una giornata non proprio da ricordare. Nel ruolo di centrali poi Stankovic-Sanguinetti, con il secondo in ordine diligente, e volenteroso. Chiude Salvatore Rossini libero. Subentrano in corso d’opera Sala, Salsi, Krick.

Passiamo alla partita, partita che non ha visto per usare un eufemismo un grosso equilibrio. Perugia è troppo più forte di Modena in tutti i fondamentali. Sin dal primo set gli umbri conducono (7-3) per merito di un muro di Herrera. Per Modena benino Stankovic-Ngapeth, ma Perugia oggi oltre che in banda è micidiale al centro, e si arriva presto sul 12-8 per merito di Russo. Punto dopo punto Perugia ci prende gusto, e conduce 17-11 per mezzo di una pipe imperiosa di Leon. Il set si chiude con una battuta a rete di Tommaso Rinaldi 25-17 Perugia.

Al termine del primo set coach Andrea Giani striglia i suoi per provare una reazione, pur sapendo lo strapotere dei padroni di casa, che puntualmente continuano a macinare punti su punti anche nel secondo set. Perugia in diverse occasioni (14-10, 15-11, 17-13) tiene le distanze da Modena, che poco può quest’oggi nonostante l’impegno della coppia Lagumdzija-Ngapeth. Premio l’impegno di Rinaldi, e di Sanguinetti, che si “fanno” le ossa contro una squadra stellare. Il set lo chiude (25-16) il belga Kamil Semeniuk , autore di un’ottima gara personale.

Si arriva velocemente al terzo set della gara quello più equilibrato. Modena dopo gli ingressi di Salsi, e Sala getta nella mischia anche Krick, ma i cambi non bastano a riaprire i giochi. Tra i padroni di casa i due centrali continuano ad essere determinanti in difesa, e in attacco in più si aggiunge la prestazione più che positiva di Semeniuk come riportato in precedenza. Per Modena positivo nel set la prestazione di Lagumdzija, ma i padroni di casa sono bravi a tenere le distanze dagli emiliani (21-19), e Perugia chiude il set sul 25-20 per merito di un muro ai danni di Tommaso Rinaldi vincendo così l’incontro 3-0.

Archiviato il recupero della quinta giornata di andata Modena deve ora fare subito mente locale e pensare alla prossima partita di campionato, con in programma Modena-Verona domenica venti sette novembre alle ore 18:00 al “Pala Panini”.

Foto add. stampa Modena Volley.

Taranto-Modena, le pagelle gialloblu

LE PAGELLE

Modena 6.5

Bruno 6,5, Lagumdzija 8, Ngapeth 7, Rinaldi 6,5, Stankovic 7, Krick 6,5, Rossini 6,5

INGRESSI

Sala 5,5, Salsi s.v, Marechal 5, Sanguinetti 6,5

Andrea Giani 7

Foto add. stampa Modena Volley.

Taranto-Modena 1-3, continua il trend positivo per i canarini

Ottava giornata di campionato. Si è giocato oggi, domenica venti novembre alle ore 15:30 Taranto-Modena al “Pala Mazzola”, in Taranto. I padroni di casa sono reduci da due sconfitte consecutive (0-3, 3-0), rispettivamente contro Piacenza, e Trento. Modena invece si vuole concedere il tris dopo i successi contro Cisterna (3-0), e Siena (1-3), quindi si punta al bottino pieno. Per quanto riguarda la classifica i pugliesi sono penultimi a quota sei punti totalizzati sin qui, mentre i gialloblu stanno recuperando terreno trovandosi al sesto posto con undici punti in cascina. Gli arbitri della partita sono Ubaldo Luciani, e Bruno Frapiccini.

Passiamo ai sestetti: in casa Taranto coach Vincenzo Di Pinto schiera questa formazione, partendo dall’esperto palleggiatore Marco Falaschi supportato da uno straordinario Tommaso Stefani in attacco. A proseguire nel reparto offensivo la coppia Loeppky-Antonov. Come centrali il duetto Alletti-Larizza. Chiude il libero Marco Rizzo.

Per Modena Andrea Giani risponde a Vincenzo Di Pinto con questo sestetto, partendo dal palleggiatore carioca Bruno, supportato da un imperioso Adis Lagumdzija, autore di un’altra ed ennesima super prestazione. Ancora in fase offensiva il duo estro/gioventù targato Ngapeth-Rinaldi, che anche oggi non ha deluso le aspettative. Come coppia di centrali il duetto Stankovic-Krick, con il primo dei due in elenco autore di un partitone. Chiude Salvatore Rossini libero. Subentrano in corso d’opera Sala, Salsi, Marechal, Sanguinetti.

Passiamo alla partita. Sin dai primi scambi inizia la “partita” nella “partita” Stefani-Lagumdzija, entrambi quest’oggi in stato di grazia. Il set è molto equilibrato, in casa Modena sale il livello di gioco di Earvin Ngapeth, ma i singoli pugliesi sono maggiormente concreti, conducendo in diverse circostanze (7-6; 15-14; 19-18). L’ultimo punto del set è per demerito di un errore a servizio di Tobias Krick, e il set va a Taranto (25-22)

Si arriva velocemente al secondo set con Andrea Giani che striglia i suoi giocatori. Sin dai primi punti Lagumdzija-Ngapeth macinano punti su punti fino al parziale (6-9) del giovane schiacciatore turco. Continua la sfida nella sfida Stefani-Lagumdzija, ma per Modena salgono le prestazioni di Stankovic al centro, e di Tommaso Rinaldi in attacco, quest’ultimo autore di un imperioso ace (7-12 Modena). Il livello di gioco emiliano cresce sempre più e Bruno si diverte con le soluzioni al centro: non solo Stankovic, ma anche Krick ci prende gusto. Dragan Stankovic chiude il set sul 23-25 in favore dei suoi.

Eccoci al terzo set dell’incontro con Taranto che comincia meglio dei canarini, per merito di un ace di Antonov (4-2), ma Modena rimane concentrata, e si gioca punto-punto fino all’attacco vincente di Stefani (13-11). Il terzo set è forse il miglior set della partita, nel cui Modena dopo una parte centrale all’insegna dell’equilibrio prende il largo sul finale (18-20), approfittando di un errore in attacco della squadra di Vincenzo Di Pinto. A chiudere il set ci pensa Ngapeth con due punti sul finale, set che termina 20-25 per Modena.

Quarto set, la gara rimane molto equilibrata per merito soprattutto della sfida nella sfida Lagumdzija-Stefani, ma lo schiacciatore di Modena è maggiormente concreto di quello pugliese, che ha comunque fatto entusiasmare i suoi supporters. Per quanto riguarda la formazione ospite si gode uno Stankovic in stato di grazia, ma anche il neo-entrato Sanguinetti è autore di una prestazione da ricordare. Sul finale non mancano i colpi da giocoliere di Earvin Ngapeth, mentre per Taranto non basta un sontuoso Stefani per reggere l’onda d’urto emiliana. Modena vince il set 19-25, e chiude la gara con un imperioso 1-3 godendosi un eccezionale trend positivo.

Non è tempo però di vivere sugli allori, Bruno e compagni nelle prossime ore penseranno gia alla prossima partita, con il big match Perugia-Modena al “Pala Barton” in programma giovedì venti quattro novembre alle ore 20:30, spettacolo garantito !

Foto add. stampa Modena Volley.

Siena-Modena, le pagelle gialloblu

LE PAGELLE

Modena 6,5

Bruno 6,5, Lagumdzija 6, Ngapeth 6,5, Rinaldi 7, Stankovic 6,5, Krick 7, Rossini 6,5

INGRESSI

Marechal 5, Sala 5, Sanguinetti s.v

Andrea Giani 6,5

Foto add. stampa Modena Volley.

Siena-Modena 1-3, vittoria esterna importante per Bruno, e compagni.

Siena Modena, settima di campionato. Si è giocato oggi, di domenica tredici novembre alle ore 18:00 Siena-Modena al “Sana PalaEstra” , in Siena. I padroni di casa di Siena vengono da una sconfitta interna (0-3) contro Piacenza, e da una bella vittoria esterna (1-3) contro Cisterna. Modena invece viene da una vittoria importante contro Cisterna (3-0), e da una bella vittoria in Finlandia. Per quanto riguarda il campionato i toscani sono ultimi a quota tre punti, mentre gli emiliani sono settimi a otto punti totalizzati sin qui. Gli arbitri dell’incontro sono Cesare Stefano, e Andrea Pozzato.

Per quanto riguarda le formazioni il tecnico di casa Montagnani Paolo schiera in campo questo sestetto, partendo da Ignacio Finoli in regia, supportato dall’ex attaccante gialloblu Giulio Pinali. A seguire nel reparto offensivo la coppia Petric-Raffaelli. Successivamente nel delicato ruolo di centrali il duetto Ricci-Mazzone. Chiude Federico Bonami libero.

Coach Andrea Giani risponde a Montagnani con la seguente formazione. In regia Bruno, supportato da Adis Lagumdzija in attacco. A seguire nella fase offensiva la coppia Ngapeth-Rinaldi. Nel ruolo di centrali il duetto firmato Stankovic-Krick. Chiude Salvatore Rossini libero. Subentrano in corso d’opera Marechal, Sala, Sanguinetti.

Passiamo alla partita. Primo set senza alcuna storia, nel quale Modena Volley non trova ostacoli per merito del trio LagumdzijaRinaldiNgapeth arrivando velocemente sul momentaneo 6-12. Siena è in difficoltà, salvo solamente la prestazione dell’ex modenese Giulio Pinali, poco di più. Ngapeth in banda timbra il punto del 15-25, e 0-1 Modena.

Si arriva rapidamente al secondo set con Paolo Montagnani che striglia i suoi, abili nel reagire alla prestazione disastrosa del primo set. Sale la prestazione di Giulio Pinali, ma anche il veterano Petric mette in difficoltà spesso, e volentieri la difesa gialloblu. Per Modena non bastano le iniziative di Rinaldi-Lagumdzija, e Siena si aggiudica il set sul 25-19, tutto da rifare per Bruno, e compagni.

Eccoci al terzo set dell’incontro con i ragazzi di Andrea Giani che si rimboccano le maniche con un super Ngapeth, ma anche i due centrali Stankovic-Krick svolgono un ottimo lavoro. Per Siena non basta uno stoico Pinali, e il set lo vince Modena ai vantaggi sul punteggio di 25-27.

Quarto ed ultimo set con un super Tobias Krick scatenato nelle fasi iniziali del set, ma molto costante nel complesso della gara. Continua a macinare punti Earvin Ngapeth, con la collaborazione di Adis Lagumdzija, e la difesa toscana va nel pallone. Set e partita si chiudono sul 23-25 con un incredibile ace di Tommaso Rinaldi.

Una vittoria esterna molto importante per i ragazzi di Andrea Giani, che tornano in campo domenica pomeriggio alle ore 15:30 a Taranto, per continuare a risalire la china.

Foto add. stampa Modena Volley,

Modena-Perugia, le pagelle gialloblu

Modena 5

Gagno 5,5; Coppolaro 5,5; Pergreffi 6; Cittadini 5; Azzi 5,5; Magnino 5,5; Poli 5,5; Gerli 5,5; Tremolada 6,5; Falcinelli 5; Diaw 5,5

SOSTITUZIONI

Poli-Armellino (Armellino 6)

Azzi-Ponsi (Ponsi 5,5)

Falcinelli-Marsura (Marsura 5)

Tremolada-Mosti (Mosti s.v)

Attilio Tesser 5

Foto sito Modena Calcio.

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑