Civitanova-Modena 3-0, passi in avanti per Bruno, e compagni, ma Modena fatica ancora, ed esce dalla Supercoppa contro Civitanova.

Supercoppa, Civitanova-Modena, quale spot migliore per il riscatto gialloblu in un’annata cominciata tra mille difficoltà. Si è giocato oggi pomeriggio alle ore 17:30 Civitanova-Modena la prima semifinale di Supercoppa italiana di volley maschile al “PalaPirastu”, in Cagliari. Chi vince incontra in finale la vincente tra Perugia-Trento, per il grande classico di inizio stagione. Gli arbitri dell’incontro sono Lot Dominga, e Giuseppe Curto

Per i marchigiani coach Gianlorenzo Blengini schiera in campo la formazione tipo partendo dall’espertissimo palleggiatore argentino Luciano De Cecco, supportato dal talento cristallino di Garcia Fernandez. A completare il reparto degli attaccanti la giovanissima, ma già affidabile coppia Nikolov-Bottolo. Come centrali a seguire il duetto Diamantini-Chinenyeze. Chiude il libero Fabio Balaso.

Coach Andrea Giani in casa gialloblu alla ricerca del riscatto risponde a Blengini con questo sestetto, partendo dal palleggiatore carioca Bruno in regia, supportato in maniera più che positiva dallo schiacciatore turco Adis Lagumdzija. Ancora nel reparto schiacciatori l’estro, e la freschezza firmate Ngapeth-Rinaldi con il secondo dei due in costante crescita soprattutto a servizio. Al centro infine il duetto Bossi-Krick. Chiude Gollini libero. Subentrano in corso d’opera Marechal, Pope, e Stankovic

Passiamo alla partita con l’inizio del primo set che per usare un eufemismo non è particolarmente amico a Bruno, e compagni. Subito un pesante 7-2 in favore di Civitanova. Modena si rimbocca le maniche, con un paio di ace di Lagumdzija, e rapidamente siamo sul 9-9. In crescita anche Earvin Ngapeth, e il duo inedito al centro Bossi-Krick, con Modena avanti 15-16. Rispetto a inizio set Modena migliora parecchio con Rinaldi a servizio, e in attacco, ma Garcia Fernandez chiude i conti, 25-23 Lube.

Andrea Giani non ci sta, e al termine del primo set striglia i suoi giocatori, ma la coppia Lagumdzija-Ngapeth non basta mentre per Civitanova sono in grande spolvero i due attaccanti Garcia, e Nikolov per il momentaneo 6-3 Civitanova. La partita entra vivacemente nel set, con i due schiacciatori gialloblu citati pocanzi che provano a recuperare il terreno perduto, ma i marchigiani controllano con un importante 18-12 su Modena. Il finale di set è caratterizzato dalla sfida nella sfida Lagumdzija-Garcia, Civitanova sfrutta un pasticcio emiliano in difesa, e si aggiudica il set sullo stesso risultato del primo, ovvero 25-23.

Arriviamo quindi al terzo set, con Civitanova che da una parte ha paura di allungare l’incontro, mentre Modena vuole provare timidamente ad arrivare al tie-break. I canarini ci credono, e si vede soprattutto a servizio nei primi punti, con Rinaldi-Ngapeth scatenati dal fondamentale della battuta. Civitanova non si perde d’animo, ed oltre a Garcia, e a Bottolo sale di condizione anche il giovanissimo Nikolov. Rispetto ai primi due set la partita è molto più vivace, ed entusiasmante, ma Bottolo, e Diamantini sono bravi ed incisivi sul finale gara, con i marchigiani che portano a casa il set sul 25-20, volando in Finale contro la vincente tra Perugia-Trento.

Un’ altra giornata negativa per Bruno, e compagni anche se, nonostante lo score finale pesante, hanno giocato una buona pallavolo, soprattutto nell’ultimo set contro una corazzata quale Civitanova. L’inizio di stagione per Modena è da dimenticare, ma e c’è tutto il tempo a disposizione per alzare l’asticella non solo in palestra, ma anche sul campo, al fine di creare una svolta in vista dei prossimi impegni in agenda.

Foto add. stampa Modena Volley.

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑