Un pari con tantissimi rimpianti per il Carpi. Al “Cabassi”, i biancorossi impattano per 2-2 contro la Virtus Verona, in un match risolto nel finale: alla doppietta di De Cenco rispondono i gol di Pittarello e Danti, quest’ultimo su calcio di rigore arrivato a tempo scaduto.

Schiera un tridente “pesante”, come promesso, mister Pochesci: tra i pali c’è Rossi, con Gozzi, Venturi e Varoli a comporre il terzetto arretrato; a centrocampo Eleuteri e Lomolino giocano larghi, Fofana e Ghion al centro, con Giovannini trequartista alle spalle di De Cenco e De Sena. Pronti, via e al 4’ il Carpi passa: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il pallone arriva sul secondo palo a De Cenco, che insacca alle spalle di Giacomel. La risposta ospite si fa attendere, si vedono ancora i padroni di casa con Ghion, che calcia alto non di molto. Al 12’ pericolosa la Virtus Verona, con Danieli che prova una conclusione dalla distanza, ma trova la risposta dell’ottimo Rossi, che toglie la sfera dall’angolino e devia in corner. Minuto 26, ancora bravo Rossi ad opporsi alla conclusione di Pittarello, tuffandosi sulla sua sinistra e mandando la sfera in angolo. È il preludio al gol ospite: sugli sviluppi dell’angolo, proprio Pittarello approfitta di un buco della difesa biancorossa e con un colpo di testa preciso batte Rossi, che stavolta non può nulla. Non accade molto altro, la prima frazione si chiude dopo 2’ di recupero sul risultato di 1-1.

La ripresa non regala grosse emozioni per i primi 20’ poi, al 65’, i Falconi tornano in vantaggio: punizione dalla sinistra battuta da De Sena, la sfera viene deviata da De Cenco e, passando tra una selva di gambe, beffa Giacomel terminando in fondo al sacco. Brivido per i padroni di casa al 70’, quando Danti va via sulla destra e mette un pallone arretrato sul quale si avventa Daffara, che spara fuori da buona posizione. Triplice sostituzione per mister Pochesci un istante più tardi: escono Eleuteri, Ghion e De Sena, entrano Bayeye, Ceijas e Bellini. La gara scorre vivacemente ma senza grosse occasioni. All’86’ esce un ottimo ma stremato Giovannini, rilevato da Martorelli. Vengono assegnati ben 7’ di recupero. Al 93’ accade di tutto: De Cenco riceve tutto solo nella metà campo ospite, arriva davanti a Giacomel, ma spreca incredibilmente, con l’azione che riparte e, sul ribaltamento di fronte, Gozzi stende un avversario in area di rigore, concedendo il penalty. Dal dischetto va Danti, che spiazza Rossi e fa 2-2. Qualche istante più tardi, lo stesso Danti calcia alto una punizione dal limite. Al triplice fischio, il Carpi ottiene soltanto un pari, salendo a quota 35 e non riuscendo così ad allungare sulla zona playout, ancora a quattro lunghezze di distanza; si torna in campo sabato prossimo, alle 15 sfida esterna contro il Gubbio.

TABELLINO

CARPI: (3-4-1-2) Rossi; Gozzi, Venturi, Varoli; Eleuteri (dal 71’ Bayeye), Fofana, Ghion (dal 71’ Ceijas), Lomolino (dal 76’ Ercolani); Giovannini (dall’86’ Martorelli); De Sena (dal 71’ Bellini), De Cenco. A disp.: Pozzi, Acuna, Ferretti, Motoc, Offidani, Ridzal, Tripoli. All.: Pochesci.

VIRTUS VERONA: (4-3-1-2) Giacomel; Pinto (dal 74’ Marandella), Visentin, Pellacani, Daffara; Danieli (dal 74’ De Rigo), Cazzola, Lonardi (dal 74’ Delcarro); Danti; Pittarello, Carlevaris (dal 57’ Arma). A disp.: Chiesa, Mazzei, Amadio, Bentivoglio, Bridi, Mazzolo, Pessot. All.: Fresco.

Arbitro: sig.ra Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno.

Assistenti arbitrali: Michele Piatti di Como e Giuseppe Lipari di Brescia.

4^ufficiale: sig. Giacomo Casalini di Pontedera.

MARCATORI: 4’ e 65’ De Cenco (C), 28’ Pittarello (V), 95’ Danti rig. (V).

AMMONITI: Ercolani, Rossi, Bayeye (C); Visentin, Danti, Cazzola (V). – ANGOLI: 8-3 per la Virtus Verona. – RECUPERI: 2’ p.t.; 7’ s.t..

Salvatore Fratello