Genoa – Modena 1-0: le pagelle dei Gialli

Il Modena cade di misura al “Ferraris” di Genova, battuto di misura dal Genoa padrone di casa.

Queste le pagelle dei Gialli:

GAGNO 6,5 – Attento, reattivo quando serve, aggressivo in uscita: tiene in piedi i suoi anche quando c’è qualche errore difensivo.

OUKHADDA 6 – Prestazione tutto sommato positiva sulla sua fascia, cerca anche di proporsi in attacco. Si fa ammonire nella ripresa.

SILVESTRI 6 – Nel duello con gli attaccanti del Genoa tiene botta, senza troppe sbavature.

CITTADINI 6,5 – L’età anagrafica è soltanto un numero, il centrale difensivo è per distacco il migliore del reparto arretrato.

AZZI 5 – Sembra in confusione dal principio del match, prosegue sulla stessa linea senza riuscire ad incidere per tutti i 90′.

ARMELLINO 5,5 – Si fa sentire meno che in altre occasioni a centrocampo, commette anche qualche errore di troppo. (dall’85’ TREMOLADA s.v.)

GARGIULO 5,5 – In mediana è quello che lotta più di tutti, provando a metterci del suo sia in attacco che in difesa, ma non basta per la sufficienza. (dal 78′ PANADA 5,5 – Entra ma non incide.)

MAGNINO 5,5 – Prestazione di sofferenza, non riesce a farsi vedere in fase offensiva come fa solitamente.

MOSTI 5 – Presenza impalbabile tra le linee, fatica ad entrare in gara. (dal 45′ GIOVANNINI 6 – Entra e prova a dare vivacità all’attacco gialloblu)

MARSURA 5,5 – Non un primo tempo indimenticabile, mezzo voto in più perché per la causa ci mette tutto. Esce dal campo accompagnato dai medici gialloblu. (dal 45′ FALCINELLI 5,5 – La voglia c’è, ma l’errore nell’occasione avuta in avvio di ripresa è abbastanza pesante)

DIAW 5,5 – Nel primo tempo prova a spaventare il duo Vogliacco – Dragusin con la sua velocità, ma ha sulla coscienza l’errore a tu per tu con Martinez. Cala nella ripresa. (dal 78′ BONFANTI 6 – Lotta, grinta, voglia di spaccare il mondo: gli manca solo l’opportunità per segnare)

ALL.: TESSER 5,5 – Al netto delle assenze, manda in campo una formazione rimaneggiata, che fatica soprattutto nel primo tempo contro il più quotato Genoa. La ripresa regala qualche segnale interessante, soprattutto grazie ad alcuni dei subentrati, ma è poco per impensierire un avversario complicato da affrontare. Momento difficile.

Jagiello stende il Modena, KO di misura contro il Genoa

Il lampo di Jagiello basta al Genoa per aver ragione del Modena. Al “Ferraris” di Genova, i Gialli cedono di misura ai rossoblu padroni di casa: decide la rete dell’esterno polacco, arrivata al 43′.

Mister Tesser schiera i suoi con il 4-3-1-2: in porta Gagno, difesa con Oukhadda, Silvestri, Cittadini ed Azzi; in mediana, Armellino e Gargiulo affiancano Magnino, con Mosti che gioca alle spalle del tandem offensivo Marsura – Diaw. Pronti, via ed i padroni di casa aggrediscono il match: all’8′ lancio di Yalcin per Portanova che, dopo un controllo non ottimale, spara alto da posizione ravvicinata. La prima opportunità per i Gialli arriva al quarto d’ora, quando Diaw va via ad un paio di uomini e si trova a tu per tu con Martinez, bravo ad uscire e respingere la conclusione dell’attaccante ospite. Minuto 18, avanzata di Yalcin sulla sinistra, traversone basso pericoloso, Azzi è bravissimo ad anticipare Portanova e mettere in angolo. Al 27′ ci sarebbe anche un rigore per il Modena, con Diaw steso in area da Dragusin, ma la precedente posizione di off-side dell’attaccante gialloblu vanifica tutto. Pericoloso il Genoa alla mezz’ora, quando Yalcin salta il diretto marcatore e calcia da distanza ravvicinata, trovando la respinta di Gagno; qualche istante più tardi, ancora un’iniziativa dei rossoblu, conclusa male da Jagiello, che calcia a lato da ottima posizione. Ad un soffio dall’intervallo, i padroni di casa sbloccano il match: bella azione che si sviluppa da sinistra verso destra, tacco di Portanova a liberare Jagiello, che calcia ad incrociare e manda il pallone nell’angolino alla destra di Gagno. Dopo 2′ di recupero, si va a riposo sull’1-0 per il Genoa.

Durante l’intervallo, mister Tesser prova a mescolare le carte in tavola, inserendo Giovannini e Falcinelli per Mosti e un acciaccato Marsura. I Gialli provano a reagire, al 52′ con una buona trama è proprio Falcinelli a trovarsi in ottima posizione, sprecando però tutto con una conclusione debole e centrale. Al 54′ rischia tantissimo il Modena, che perde palla sulla propria trequarti, ma Gagno è bravissimo a salvare tutto rubando palla a Portanova. Qualche istante più tardi è Pajac ad andare vicinissimo al raddoppio, cogliendo il palo dalla lunga distanza. Gli ospiti cercano di farsi vedere senza riuscire ad impensierire davvero Martinez, come al 63′, quando Giovannini calcia debolmente su imbeccata di Azzi. Al 75′, sugli sviluppi di un angolo, Silvestri prova la conclusione volante, ma non riesce ad inquadrare lo specchio, mandando fuori di poco. Nel finale, Tesser si gioca le carte Bonfanti, Panada e Tremolada, rilevando Diaw, Gargiulo ed Armellino. Proprio Bonfanti prova ad impensierire Martinez all’83’, ma il suo diagonale non inquadra lo specchio. Brivido per il Modena nel finale, quando Coda prova la girata in area, trovando l’ottima respinta di Gagno. Nei 5′ di recupero accade poco, eccezion fatta per la grande opportunità capitata ad Aramu in contropiede, con Gagno ancora una volta miracoloso. Il Modena cede per la quinta volta nelle prime sei gare di campionato, restando a quota 3 in piena zona retrocessione, e mettendo nel mirino, dopo la sosta, la difficile sfida interna con la Reggina capolista.

TABELLINO

GENOA: (4-2-3-1) Martinez; Hefti, Vogliacco (dal 72′ Bani), Dragusin, Pajac; Badelj (dall’85’ Ilsanker), Frendrup; Jagiello (dal 59′ Aramu), Portanova (dall’85’ Strootman), Yalcin (dal 72′ Yeboah); Coda. A disp.: Semper, Agostino, Sabelli, Czyborra, Puscas. All.: Blessin.

MODENA: (4-3-1-2) Gagno; Oukhadda, Silvestri, Cittadini, Azzi; Armellino (dall’85’ Tremolada), Gargiulo (dal 78′ Panada), Magnino; Mosti (dal 45′ Giovannini); Marsura (dal 45′ Falcinelli), Diaw (dal 78′ Bonfanti). A disp.: Seculin, Pergreffi, Duca, Renzetti, Coppolaro, Piacentini. All.: Tesser.

Arbitro: sig. Luca Zufferli di Udine.

Assistenti arbitrali: Daniele Bindoni di Venezia e Filippo Valeriani di Ravenna.

4^ufficiale: sig. Claudio Panettella di Gallarate.

VAR: sig. Valerio Marini di Roma 1. – AVAR: sig. Alessio Tolfo di Pordenone.

MARCATORI: 43′ Jagiello (G).

AMMONITI: Dragusin (G); Gargiulo, Diaw, Magnino, Silvestri, Oukhadda, Cittadini (M). – ANGOLI: 7-2 per il Genoa. – RECUPERI: 2′ p.t.; 5′ s.t..

(fonte foto: Modena F.C. – http://www.modenacalcio.com)

Salvatore Fratello

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑