Padova-Modena 3-1, tracollo giallo blu

Ultima partita dell’anno non proprio positiva per Modena Volley, in calo al termine della prima di ritorno. In attesa della ripresa prevista per il sedici gennaio, Zaytsev e compagni devono riflettere e rimboccarsi le maniche.

Sestetto tipo per Andrea Giani : Christenson, Zaytsev, Bednorz, Anderson, Mazzone, Holt, Rossini. Entrano in corso d’opera Kaliberda, Pinali e Bossi, prestazione molto complicata da parte del collettivo, salvo a tratti Bednorz e Zaytsev, si doveva fare di più.

La Kioene Padova di Valerio Baldovin risponde con l’espertissimo Travica al palleggio, Hernandez, Randazzo, Ishikawa schiacciatori. Al centro Polo e Volpato, Danani libero.

Prestazioni di altissimo livello per Hernandez e Ishikawa, ben indirizzati da Travica. Padova molto concreto in generale, nel primo set avanti addirittura 8-3, Modena in tilt. I padroni di casa si portano a casa il primo, il terzo e il quarto set 25 -23 ; 25-19 e 25-23. Orgoglio canarino nel secondo parziale, vinto 25-22.

Si chiude così il 2019 modenese con una pesante sconfitta; si torna in campo il sedici gennaio contro Piacenza al Pala Panini, sperando in un 2020 ricco di successi.

Foto add. stampa.

Modena Volley, vittoria da tre punti al debutto

Prima di campionato al Pala Panini, Leo Shoes Modena Volley debutta contro la Kioene Padova. Andrea Giani sceglie la miglior formazione : Christenson, Zaytsev, Bednorz, Anderson, Mazzone, Holt e Rossini.

Padova risponde con Travica, Hernandez, Ishikawa, Barnes, Polo, Volpato, Danani.

Formazione veneta, allenata da Baldovin scende in campo intimorita contro Modena in totale controllo, che inizia il campionato con un 3-0 convicente.

I tre americani giallo blu in gran sintonia., soprattutto Chrisentson-Holt a tratti indomabili. Anderson gradito ritorno, belle giocate e tanti applausi. Zaytsev straripante. nominato MVP. Prestazione più che positiva anche Bednorz e Mazzone. Rossini puntuale e sicuro.

Ingressi in campo per Pinali, osannato, Bossi e Kaliberda.

Nel Padova c’è poco da salvare, se non Hernandez per la quantità di attacchi, e Ishikawa, Travica in difficoltà, troppa Modena nel proprio Tempio.

Parziali finali dei set 25-21 ; 25-19 ; 25-15, Zaytsev MVP.

Padova-Carpi 0-0, punto d’oro all’ Euganeo

Partita attesissima quella di oggi pomeriggio alle 17:30 tra Padova e Carpi, un big match. Si è giocato all’ Euganeo, la prima contro la seconda, vertigini ! Il Padova primo in classifica è ospite dei bianco rossi, secondi. I veneti con il pareggio finale mantengono la vetta della classifica, il Carpi invece, scende al terzo posto, con una Reggiana scatenata seconda.

Da segnalare un rigore parato dal portiere carpigiano Nobile, che smorza la gioia del goal a Santini, del Padova. Il Carpi regge il risultato contro una corazzata, come già avevamo visto contro il Modena. Terzo posto molto importante, continuare su questa rotta, grazie anche a una rosa ampia a disposizione di mr. Riolfo. Prima ottenere la salvezza poi si valuterà, il campionato è solo all’ inizio.

Ecco il tabellino della gara :

PADOVA-CARPI 0-0

PADOVA (3-5-2): Minelli, Pelagatti, Kresic, Lovato (22’st Cherubin); Fazzi (38’st Rondanini), Castiglia, Ronaldo, Germano (38’st Buglio), Baraye; Mokulu (38’st Soleri), Santini (16’st Bunino).

A disposizione: Galli, Serena, Capelli, Mandorlini, Daffara, Andelkovic, Moussa.

Allenatore: Sullo

CARPI (4-3-1-2) : Nobile, Pellegrini, Boccaccini, Sabotic, Sarzi Puttini; Saber (31’st Simonetti), Pezzi (25’st Fofana), Carta; Saric; Vano, Biasci (45’st Maurizi).

A disposizione: Rossini, Rossoni, Varoli, Carletti, Ligi, Van der Heijden, Grieco, Lomolino, Mastaj.

Allenatore: Riolfo

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido, assistenti Niedda di Ozieri e D’Elia di Ozieri

Note: Nobile para un rigore a Santini al 25’ primo tempo; ammoniti Saber, Santini, Sabotic, Pellegrini, Baraye, Bunino; recupero 0′ primo tempo e 5′ secondo tempo

Fonti e foto sito Carpi.

Padova-Carpi, i convocati di mr. Riolfo

Sfida di alta classifica, prima contro la seconda, ma siamo solamente all’ inizio. Partita non decisiva , ma allo stesso tempo mr. Riolfo e il Carpi puntano a uscire dall’ Euganeo con almeno un pari. Padova squadra ben costruita, lunedì ha espugnato il Braglia, battendo 1-0 il Modena di Zironelli.

Ecco i convocati del Carpi :

PORTIERI :

1 Rossini, 22 Nobile, 25 Celeste

DIFENSORI :

2 Rossoni, 3 Sarzi Puttini6 Varoli, 7 Pellegrini13 Sabotic15 Ligi26 Lomolino29 Clemente,33 Boccaccini

CENTROCAMPISTI :

4 Carta, 5 Pezzi,8 Saber, 10 Saric, 20 Jelenic, 23 Maurizi24 Grieco, 27 Fofana32 Simonetti

ATTACCANTI :

11 Carletti17 Van der Heijden, 19 Vano28 Biasci30 Mastaj

Fonti e foto sito Carpi e Wikipedia.

Padova-Carpi, le dichiarazioni di mr. Riolfo : ” Portare a casa più punti possibili ! “

“Jelenic è tra i convocati anche se ancora segue un programma di recupero, ma vogliamo rimetterlo in gruppo e lo portiamo. Gli altri acciaccati li valuteremo, ma non dovrebbe esserci niente di grave”.

“Le dichiarazioni di Sogliano in settimana? Capisco che possa esserci della ruggine, ma sono cose che preferisco lasciare da parte. Mi interessa solo il Padova e a prescindere non devono mancarci le motivazioni per portare a casa più punti possibili. Quello che stiamo costruendo dal primo giorno di ritiro è la base su cui dobbiamo lavorare”.

“Il Padova? È una squadra tosta, organizzata, che sa alternare fasi di gioco più offensive o attendiste. Misure speciali su Castiglia? E’ un centrocampista da Serie B che sa segnare, come abbiamo già visto Morosini del Sud Tirol e Giacomelli del Vicenza. Le contromisure ce le abbiamo, sappiamo che non bisogna sbagliare nulla. Contro il Vicenza abbiamo visto che contro giocate perfette degli avversari serve perfezione anche da parte nostra, perchè basta uno zero virgola di imperfezione per essere puniti…”.

“Gli infortuni muscolari? Sono stati tutti solo affaticamenti e bisogna pensare che la maggior parte dei nostri giocatori l’anno scorso non giocava con continuità nelle rispettive squadre: questo conta a livello muscolare. E comunque negli allenamenti lavoriamo duro, per cui la poca abitudine a fare certe cose può esserci. Ma, ripeto, non c’è niente di preoccupante. Ho 30 giocatori e preferisco far giocare chi sta bene e ha motivazioni piuttosto che chi non è al massimo o ha dei dubbi. Tutti devono lavorare con fame e voglia”.

“Biasci? Volevo farlo giocare titolare già contro il Cesena, ma non era al meglio perchè nell’ultima settimana a Carrara aveva preso una botta. Si sta mettendo a disposizione, contro il Vicenza ha avuto qualche occasione da gol e può solo migliorare. Simonetti? A Parma si allenava a parte, quindi è normale pagare qualcosa a livello di lavoro con la squadra. Sta migliorando, lo vedo in palla”.

“Van der Heijden? Fa parte del gruppo, è un giocatore con delle qualità sia tecniche che fisiche e deve crescere tatticamente. Viene da un calcio diverso come quello olandese, deve progredire con l’Italiano e dev’ essere bravo lui come lo dobbiamo essere noi a farlo entrare sempre di più nei nostri meccanismi”.

Fonti e foto sito Carpi.

Verso Padova-Carpi, l’ arbitro è il signor. Marchetti

Quarta giornata di serie C; si gioca Padova-Carpi all’ Euganeo, di domenica quindici settembre per le ore 17.30. I padroni di casa sono in testa alla classifica a punteggio pieno, a nove punti.

Il Carpi di mr. Riolfo secondo a quota sette, insieme a Piacenza e Reggiana. Partita elettrizzante, anche se non già significativa. L’ arbitro della gara è il signor. Marchetti di Ostia. Niedda e D’Elia i suoi assistenti.

Fonti e foto sito Carpi e Wikipedia.