Parma-Modena, i convocati di Mr. Tesser

A volte ritornano. E’ di nuovo tempo di derby dalle parti del “Tardini”, in Parma. Si gioca domani, di sabato ventisei novembre alle ore 15:00 Parma-Modena, derby che manca da innumerevoli primavere a questa parte, derby valevole per la quattordicesima giornata di serie B. I ducali vengono da un ko esterno (1-0) contro il Palermo, ma anche da un incisivo 3-1 interno contro il Cittadella, quindi c’è voglia di continuità. Il Modena invece è reduce da un pareggio esterno (0-0) contro il Cittadella, e da un deludente pari interno (1-1) contro il Perugia, quindi si ricerca la svolta per invertire il trend non del tutto convincente.  In classifica i padroni di casa sono quarti con ben ventidue punti totalizzati sin qui, mentre il Modena alla ricerca del riscatto è quindicesimo con quattordici punti in cascina. L’arbitro dell’incontro è Marco Serra di Torino, assistito da Di Iorio, e Francesco Cortese.

Ecco i CONVOCATI di Attilio Tesser.

PORTIERI: 26 Gagno, 12 Seculin, 1 Narciso.

DIFENSORI: 27 Azzi, 57 Coppolaro, 28 De Maio, 96 Oukhadda, 4 Pergreffi, 77 Piacentini, 3 Ponsi, 33 Renzetti, 15 Silvestri.

CENTROCAMPISTI: 21 Armellino, 7 Duca, 16 Gerli, 19 Giovannini, 6 Magnino, 8 Mosti, 43 Panada, 24 Poli, 10 Tremolada.

ATTACCANTI: 9 Bonfanti, 99 Diaw, 11 Falcinelli, 17 Marsura.

Fonti, e foto sito Modena Calcio.

Parma-Sassuolo 0-3, una doppietta di Djuricic, e il goal di Manzari stendono il Parma di Buffon

Derby amichevole di inizio agosto. Si è giocato ieri sera al Tardini di Parma il derby Parma-Sassuolo, un importante test per verificare la condizione fisica dopo il ritiro di Vipiteno, e il ritorno della squadra in città. Partono i titolari, quasi tutti, e il classico turn-over massiccio da amichevole estiva. Vince la gara il Sassuolo di mr. Dionisi, mr. che sta dando ai suoi ragazzi una giusta identità, per continuare l’eredità pesante lasciata da mr. De Zerbi.

Il Parma è sceso in campo con la seguente formazione:

PARMA: Buffon (63′ Colombi); Sohm, Balogh, Valenti (84′ Dierckx), Gagliolo, Kucka, Man (70′ Brugman), Brunetta, Benedyczak (80′ Marconi), Juric, D.Iacoponi (63′ Camara).


A disposizione: Turk, Osorio, S.Iacoponi, Vaglica, Zagaritis.


All. Enzo Maresca.

Il Sassuolo risponde con questa formazione:

SASSUOLO: Consigli (63′ Pegolo); Toljan (46′ Kyriakopoulos), Chiriches (46′ Ayhan), Ferrari (63′ Peluso), Rogerio (71′ Paz); Frattesi (46′ Magnanelli), Lopez (63′ Bourabia); Defrel (76′ Oddei), Djuricic (80′ Manzari), Haraslin (46′ Traore); Caputo (63′ Scamacca).


A disposizione: Satalino.


All. Alessio Dionisi

La partita termina 0-3 per i neroverdi, per merito della doppietta di Djuricic, e del goal di Manzari. Un test positivo contro un’ambizioso Parma, che punta all’immediato ritorno in serie A. Prossima amichevole sabato al Ricci, avversario di turno il Vicenza, Forza Sasòl !

Fonti e foto sito Sassuolo Calcio.

Sassuolo, squadra al lavoro in vista dell’amichevole di domani contro il Parma

Fatiche neroverdi. Concluso il ritiro di Vipiteno il Sassuolo nei giorni scorsi è tornato a lavorare in città dalle parti del Mapei Center. Nella giornata di ieri, venerdì una seduta pomeridiana con riscaldamento, tecnico/tattiche ,e partitelle a campo ridotto. Anche oggi è previsto un allenamento pomeridiano.

Domani invece è prevista un’amichevole: si gioca alle 20:30 al Tardini il derby Parma-Sassuolo. Miglior condizione possibile per testare le gambe dei giocatori.

Fonti e foto sito Sassuolo Calcio.

Parma-Sassuolo, le pagelle neroverdi

Il Sassuolo vince il derby emiliano contro il Parma: al Tardini finisce 1-3 con le reti di Locatelli, su rigore, Defrel e Boga. I neroverdi si giocheranno il settimo posto all’ultima giornata. Vincolante sarà la vittoria contro la Lazio di Inzaghi; contemporaneamente, il Sassuolo deve sperare in un passo falso della Roma contro lo Spezia. Gli uomini di De Zerbi sono chiamati ad un ultimo sforzo per credere ad un obiettivo inimmaginabile ad inizio stagione: il posto in una competizione europea. Di seguito le pagelle neroverdi.

Sassuolo (4-2-3-1) 7

Consigli 7

Muldur 6

Chiriches 6,5

Ferrari 7

Rogerio 7

Lopez 6,5

Locatelli 7,5

Berardi 7,5

Defrel 7

Boga 7

Raspadori 6

SUBENTRATI

Djuricic (Raspadori) 6,5

Toljan (Muldur) 6

Caputo (Defrel) 6

Traore (Lopez) 6

Obiang (Boga) 6

Mr. De Zerbi 7,5

Foto: sito ufficiale U.S. Sassuolo Calcio.

Parma-Sassuolo 1-3, tre punti carichi di speranze europee

Il Tardini è teatro del derby emiliano tra Parma e Sassuolo, valevole per la 37° giornata di Serie A Tim, la penultima di questa edizione. Le squadre arrivano a questo impegno con motivazioni ed emozioni differenti. Gli uomini di D’Aversa si trovano relegati all’ultimo posto in classifica con 20 punti, certi ormai della retrocessione in Serie B. Dall’altro lato, il Sassuolo è obbligato a vincere per restare in scia e sperare in un passo falso della Roma nell’ultima giornatadi campionato la prossima settimana, sognando il posto nella nuova Conference League.

Il Parma è reduce da sette sconfitte consecutive e 21 goal subiti, con un parziale di tre reti subite a partita di media. I neroverdi, invece, vogliono cercare la quarta vittoria consecutiva lontana da Reggio Emilia per vendicare la sconfitta interna contro la Juventus nel turno infrasettimanale.

Roberto D’Aversa avrà dato la carica ai suoi per cercare di restare imbattuto negli scontri con De Zerbi e per provare a raggiungere il penultimo posto. Il Parma si schiera con un 3-5-2: Sepe è coperto da Valenti, Bruno Alves e Busi, mentre sulle fasce prendono posto Dierckx e Laurini. Sohm, Hernani e Kurtic, uno degli ex della partita, completano il centrocampo; davanti a loro partono Brunetta e Cornelius.

De Zerbi risponde con il consueto 4-2-3-1: Consigli tra i pali, difesa a 4 con Muldur, Chiriches, Ferrari e Rogerio. Centrocampo di qualità con Lopez e Locatelli, sulla trequarti giocano Berardi, Defrel e Boga alle spalle del giovane Raspadori.

Fischietto affidato al signor Marco Piccinini, alla sua 13° presenza stagionale, la 34° in carriera in Serie A. Il Parma sembra partire meglio con due occasioni nei primi minuti, ma poi il Sassuolo inizia a gestire la partita con il solito possesso palla prolungato. Al quarto d’ora Sepe deve intervenire due volte nel giro di un minuto sui tentativi degli attaccanti neroverdi. Al 24’ Locatelli esegue un lancio perfetto per Berardi che calcia, Sepe para; sulla respinta si avventa Raspadori il quale viene atterrato da Busi: per l’arbitro è calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Locatelli, il centrocampista calcia e spiazza Sepe; il Sassuolo si porta in vantaggio con merito. Al 32’ il capitano del Parma Bruno Alves trova un goal strepitoso con il piattone destro al volo, il pallone finisce sotto l’incrocio dei pali, impossibile intervenire per Consigli. Il portoghese, con il suo quinto goal in Serie A, porta i suoi al pareggio che dura fino al duplice fischio. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1-1.

Durante l’intervallo c’è molto movimento ma dal tunnel del Tardini rientrano gli stessi ventidue giocatori. Al 53’ Sepe si allunga e neutralizza il tiro al volo di Lopez; il tiro del francese era diretto verso l’incrocio dei pali. Al 55’ Hernani e Raspadori restano a terra dopo uno scontro di gioco. Brugman è la prima mossa per D’Aversa, l’uruguagio entra al posto di Sohm. Un minuto dopo entrano Djuricic e Toljan per Raspadori e Muldur, con il numero 10 che si posiziona sulla trequarti e Defrel avanza nel ruolo di centravanti. Al 62’ Berardi mette in mezzo un cross dolce per Defrel, il quale si trova libero in mezzo ai due centrali e colpisce al volo con il mancino: il Sassuolo si riporta in vantaggio con il classico goal dell’ex. Lo stesso Defrel, insieme a Lopez, lascia il posto a Caputo e Traore al 64’. Al 69’ Ferrari alza il pallone per Boga che tira di potenza con il sinistro e insacca alle spalle di Sepe: 1-3 per gli ospiti. D’Aversa rimescola le carte e fa entrare Gervinho e il debuttante Zagaritis al posto di Brunetta e Dierckx. Al minuto 74 una grande manovra offensiva del Sassuolo porta al tiro a giro di Berardi; il suo tiro colpisce il palo. Graziano Pellè e Bani, al posto di Cornelius e Laurini al 78’, sono le ultime mosse del tecnico parmense; De Zerbi lascia spazio anche ad Obiang: il mediano subentra a Boga. L’ex attaccante della Nazionale impegna Consigli con una virata al volo; il portiere neroverde riesce a parare in controtempo e respinge anche la ribattuta di Gervinho. Negli ultimi minuti il Parma arriva più volte alla conclusione ma Consigli non si lascia trovare impreparato.

De Zerbi trova la prima vittoria contro D’Aversa. Il Parma resta all’ultimo posto, mentre il Sassuolo porta a casa 3 punti importanti, grazie ai quali i neroverdi possono ancora sperare nel settimo posto che vuol dire Europa. Sarà fondamentale vincere in casa contro la Lazio e contemporaneamente sperare in un passo falso dell’ultima Roma targata Fonseca, impegnata in trasferta contro lo Spezia.

Foto: sito ufficiale U.S. Sassuolo Calcio.

Parma-Sassuolo, i convocati di mr. De Zerbi

Campionato ormai agli sgoccioli; si gioca oggi la 37° e penultima giornata di serie A. Si gioca al Tardini di Parma, il derby Parma-Sassuolo alle ore 18:00. Il Parma già retrocesso in serie B è reduce da una sconfitta interna sonora dal finale di 2-5 in favore di una lanciatissima Atalanta, confermata per la prossima Champions. Non solo nell’ultima giornata i gialloblu hanno perso di misura in casa della Lazio. Il Sassuolo invece sta vivendo un finale di stagione a ritmi elevatissimi, come l’inizio di stagione. Nelle ultime due giornate una vittoria (1-2) in casa del Genoa, e una sconfitta al Mapei per 1-3 contro una Juventus bisognosa di punti Champions. In classifica come scritto poco sopra è il fanalino di coda, un ultimo posto a quota venti punti totali. Il Sassuolo è invece ottavo, a quota cinquantasei punti. I neroverdi possono ancora sognare il settimo posto, ma nella giornata di ieri la Roma, settima, ha vinto il derby contro la Lazio, ed è più distante ma sognare non costa nulla. L’arbitro della partita è il signor. Marco Piccinini di Forlì, assistito da Capaldo e Margani.

Ecco i convocati di mr. De Zerbi.

PORTIERI

  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 56 Gianluca PEGOLO
  • 63 Stefano TURATI

DIFENSORI

  • 2 MARLON
  • 5 Kaan AYHAN
  • 6 ROGERIO
  • 13 Federico PELUSO
  • 17 Mert MULDUR
  • 21 Vlad CHIRICHES
  • 22 Jeremy TOLJAN
  • 31 Gian Marco FERRARI
  • 77 Giorgos KYRIAKOPOULOS

CENTROCAMPISTI

  • 8 Maxime LOPEZ
  • 10 Filip DJURICIC
  • 14 Pedro OBIANG
  • 23 Junior TRAORE
  • 68 Mehdi BOURABIA
  • 73 Manuel LOCATELLI

ATTACCANTI

  • 7 Jeremie BOGA
  • 9 Francesco CAPUTO
  • 18 Giacomo RASPADORI
  • 25 Domenico BERARDI
  • 27 Lukas HARASLIN
  • 92 Gregoire DEFREL

Fonti e foto sito Sassuolo Calcio.

Sassuolo, si prepara già il derby contro il Parma

Smaltita la sconfitta dal finale di 1-3 di ieri sera contro la Juventus, i neroverdi sono tornati subito al lavoro. Nel prossimo turno, il 37° e penultimo di campionato, c’è in programma il derby al Tardini contro il Parma alle ore 18:00. Al Mapei Center, per chi ha giocato ieri il più classico dei defaticamenti, per gli altri invece riscaldamento e partitella a tutto campo.

Per domani è previsto un allenamento pomeridiano, naturalmente a porte chiuse.

Fonti e foto sito Sassuolo Calcio.

Sassuolo-Parma 1-1, le pagelle neroverdi

Sassuolo (3-4-3) 6

Consigli 6: incolpevole sul gol di Kucka, bravo nella ripresa a respingere una conclusione di Grassi.

Ayhan 5,5: prima centrale nella difesa a tre, poi davanti alla difesa, fatica a trovare la giusta posizione e soffre le azioni offensive del Parma.

Chirches 5: subito ammonito per un fallo su Kucka, perde completamente lo slovacco in occasione del gol dell’1-0.

Ferrari 6,5: non perfetto in fase di impostazione, soffre come tutta la difesa neroverde nel primo tempo. Decisivo, però, nel procurarsi il rigore, poi trasformato da Djuricic, all’ultimo minuto.

Toljan 5,5: dal suo lato nasce l’azione dell’1-0 con la discesa e il cross di Pezzella, sostituito nell’intervallo (46′ Muldur 6: meglio di Toljan in fase difensiva, ma si fa vedere poco in avanti).

Magnanelli 5,5: dovrebbe sostituire Locatelli in fase di regia, ma fatica a svolgere quel compito (59′ Djuricic 6,5: prova a dare la scossa al Sassuolo, freddo nel trasformare il rigore dell’1-1 al 94′).

Lopez 6: bene nel primo tempo, quando manda in porta Caputo, che però è in fuorigioco, cala nella ripresa.

Kyriakopoulos 6,5: il migliore tra le fila dei neroverdi, colpisce un palo nella prima frazione. Bene sia in fase difensiva che in quella offensiva (71′ Rogerio 5,5: ammonito appena entrato, non riesce a portare la freschezza che De vZerbi gli chiedeva).

Defrel 6: tanto impegno e qualche buono spunto in avanti, ma non è concreto in fase di conclusione.

Caputo 6: nel primo tempo si vede annullare un gol per fuorigioco, cala molto nella ripresa (71′ Haraslin 6: entra bene in campo e dà una mano nell’assalto finale).

Traorè 6: bene nel primo tempo, quando con qualche giocata mette in difficoltà la difesa ospite, meno brillantye nella ripresa (86′ Raspadori s.v.).

Allenatore: De Zerbi 6: la difesa a tre proposta all’inizio per sopperire alle assenze di Berardi, Boga e Locatelli non dà i suoi frutti. Meglio nella ripresa, quando si torna al 4-2-3-1 con l’ingresso decisivo di Djuricic.

Simone Guandalini

Foto: sassuolocalcio.it

Sassuolo, pareggio all’ultimo respiro nel derby emiliano contro il Parma (1-1)

Il Sassuolo trova il pareggio all’ultimo istante, grazie ad un rigore di Djuricic nel derby emiliano contro il Parma, passato in vantaggio nel primo tempo con un gol di Kucka. I neroverdi salgono così a quota 30 punti in classifica, in vista della gara sul campo della Lazio della prossima giornata.

Per il derby emiliano contro il Parma, De Zerbi, che deve rinunciare a Boga, Berardi e Locatelli, rivoluziona la sua squadra, optando per un 3-4-3, in cui, davanti a Consigli giocano Ayhan, Chiriches e Ferrari, sulle corsie laterali Toljan e Kyriakopoulos, in mezzo al campo Magnanelli e Lopez e in avanti Traorè, Caputo e Defrel. Il Parma di D’Aversa risponde con un 4-3-3, in cui il tridente è composto dagli esterni Kucka e Gervinho e dall’unica punta Cornelius.

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia è il Sassuolo a partire meglio, sorprendendo il Parma con le novità di formazione. Al 10′, su cross dalla destra di Toljan, Kyriakopoulos di prima centra il palo alla sinistra di Sepe, sfiorando l’1-0. Due minuti più tardi, è Caputo a calciare in porta, trovando la risposta del numero uno ospite. Nel mezzo, Magnanelli rischia tantissimo nella propria area, con un retropassaggio da brividi a Consigli, che evita in qualche modo l’autorete. Al 21′, Caputo si vede annullare un gol per un fuorigioco di pochi centimetri su palla filtrante di Lopez, e da quel momento il Sassuolo non riesce più a rendersi pericoloso e il Parma comincia ad avanzare il proprio baricentro. Al 37′, alla prima vera occasione da gol, gli ospiti passano in vantaggio: Kucka sfrutta un cross dalla sinistra di Pezzella per anticipare Chiriches e battere di testa Consigli per la rete dell’1-0.

Nella ripresa, De Zerbi inserisce subito Muldur al posto di Toljan sulla corsia di destra e il Sassuolo entra in campo più convinto, alla ricerca del gol del pareggio. Al 57′, è Defrel a sfiorare l’1-1 con una bella conclusione su cross di Ferrari, deviata in corner da Sepe. Due minuti più tardi, il tecnico neroverde si gioca anche la carta Djuricic, con l’ingresso del quale al posto di Magnanelli il Sassuolo torna al consueto 4-2-3-1, con Ayhan che si alza sulla linea dei centrocampisti. Al 64′, è proprio il turco a tentare la rovesciata su corner, ma la palla termina alta sulla traversa. Un minuto più tardi si rivede in avanti il Parma: Gervinho se ne va in velocità e mette in mezzo per Kucka, che da ottima posizione spara alto. Al 71′, nel Sassuolo dentro anche Rogerio e Haraslin per Kyriakopoulos e Caputo, ma al 79′ è il Parma a sfiorare il 2-0 con una conclusione dal limite di Grassi respinta da Consigli. Il Sassuolo prova a spingersi in avanti, ma il Parma prova a punirlo in contropiede: all’82’, Gervinho rientra sul destro, ma calcia alto da buona posizione. All’86’, De Zerbi si gioca anche la carta Raspadori per Traorè e proprio all’ultimo dei quattro minuti di recupero il Sassuolo trova l’1-1 grazie ad un rigore per fallo di Busi su Ferrari, trasformato con freddezza da Djuricic.

Il tabellino:

Sassuolo-Parma 1-1

Reti: 37′ Kucka (P), 94′ rig. Djuricic (S).

Sassuolo (3-4-3): Consigli; Ayhan, Chiriches, Ferrari; Toljan (46′ Muldur), Magnanelli (59′ Djuricic), Lopez Kyriakopoulos (71′ Rogerio); Defrel, Caputo (71′ Haraslin), Traorè (86′ Raspadori). A disposizione: Pegolo, Turati, Marlon, Peluso, Karamoko, Oddei, Mercati. Allenatore: Roberto De Zerbi.

Parma (4-3-3): Sepe; Busi, Dierckx, Iacoponi, Pezzella (74′ Ricci); Grassi (86′ Sohm), Brugman (86′ Cyprien), Kurtic; Kucka, Cornelius, Gervinho. A disposizione: Colombi, Dezi, Artistico, Mihaila, Brunetta, Traorè, Camara, Radu, Sprocati. Allenatore: Roberto D’Aversa.

Arbitro: Sig. Pezzuto di Lecce. Assistenti: Sig. Rocca-Sig. Tardino. Quarto ufficiale: Sig. Fourneau. VAR: Sig. Di Paolo-Sig. Galetto.

Note: Ammoniti: Chiriches (S), Lopez (S), Rogerio (S), Brugman (P), Busi (P).

Simone Guandalini

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑