La stagione è terminata, con la retrocessione in serie C. I bianco rossi si stanno allenando e lo faranno fino alla metà giugno. Nei giorni scorsi è arrivata la notizia di Bonacini : la sua gestione è conclusa. Inizio di una nuova era, e la fine di un ciclo.

Bonacini ha mostrato la delusione, ma anche parlato di fattori positivi. Nelle sue mani il Carpi era in C, arrivando fino in serie A, giocando anche a buon livello in B, con i conti a posto puntando sempre sui giovani.

Ora come spesso accade con le retrocessioni, molti pezzi pregiati lasceranno l’Emilia, per andare in serie B o addirittura in A, il mercato deve ancora iniziare, ma sarà un’estate rovente a tinte bianco rosse.

Bisogna anche trovare un allenatore in grado di riportare il Carpi in B , e ritrovare serenità.

Siamo solo alla fine di maggio, tra giugno e luglio capiremo giorno per giorni gli sviluppi e la ricostruzione del nuovo Carpi, sperando che ritorni protagonista a buoni livelli, una squadra, una favola, ammirata dall’intero panorama calcistico italiano.

Foto sito Carpi.