Quattordicesima giornata di serie A, Juve-Sassuolo, con i nero verdi decimati, e i primi in cerca di conferme. Si gioca domenica uno dicembre all’Allianz Stadium di Torino, alle 12:30, nel fortino delle zebre, in campionato e non. Per il Sassuolo, questa partita è sempre più un tabù, e mr. De Zerbi vuole invertire la rotta.


I bianco neri vengono da due vittorie importantissime, contro Milan e Atalanta, mentre il Sassuolo da una vittoria nel derby contro il Bologna, e nell’ultima partita da una sconfitta nel rush finale contro la Lazio.
L’arbitro della gara è il signor. Federico La Penna, Di Vuolo e Colarossi gli assistenti.


Nel Sassuolo Consigli non c’è la fa, per un problema muscolare, e debutta Turati tra i pali, classe ’01. Torna a centrocampo tra i titolari Traorè. Nella Juventus Buffon sostituisce Szczesny, e Dybala parte dalla panchina.
Primo tempo equilibrato, anche per via di un campo non in perfette condizioni. La Juventus passa in vantaggio con il destro dal limite dell’area di Bonucci, che sembra aver raggiunto quella maturità calcistica da top player. Il Sassuolo trova il pareggio immediato con Boga, che su assist di Caputo, con un tocca sotto supera Buffon. Boga segna la sua quarta rete in questo campionato, stabilendo il suo personale record di marcature. Le squadre vanno negli spogliatoi, con un parziale di 1-1.


Il secondo tempo inizia senza cambi per i due allenatori, che confermano lo schieramento iniziale. Il Sassuolo a sorpresa passa in vantaggio allo Juventus Stadium, con la complicità di De Light che sbaglia il rinvio e Buffon che non trattiene il destro dell’attaccante.
Il Sassuolo prova ad addormentare i ritmi di gioco e sembra essere padrona del suo destino, quando al minuto 67, Romagna commette un fallo davvero ingenuo su Dybala dentro l’area di rigore. Per il direttore La Penna è calcio di rigore!


Sul dischetto Ronaldo trova il gol del pareggio, siglando il suo sesto gol in campionato.
La partita prosegue senza colpi di scena fino al triplice fischio, dove le due squadre si dividono la posta in palio.
Nella Juventus male Ronaldo, De Light e Buffon, mentre nel Sassuolo bene la prova complessiva della squadra, che a Torino strappa un pareggio senza mai chiudersi in difesa, ma provando addirittura a vincere la partita, come la mentalità offensiva di De Zerbi.

Un buon punto che consegna ai Magnanelli e compagni un po di fiducia, viste le ottime prestazioni in campionato con pochi punti raccolti.

Foto sito Sassuolo.