Modena-Ravenna atto secondo, dopo la vittoria in Coppa Italia, che ha portato Modena alle Final, la stessa sfida si ripete per la seconda volta in pochi giorni. Modena si sta godendo un ottimo inizio di 2020, con il solito turn-over e ampio spazio a tutti.

Coach Andrea Giani ha messo in campo la seguente formazione : Christenson al palleggio, Zaytsev, Bednorz, Kaliberda schiacciatori, Holt, Mazzone al centro, e Rossini libero. Entrano in campo Salsi, Estrada, Anderson, Pinali, e Sanguinetti.

Il Ravenna di Marco Bonitta risponde con un solo cambio rispetto alla Coppa : Saitta al palleggio, Evans, Cavuto, Lavia, Grodzanov, Cortesia, Kovacic libero.

Modena vince e convince, a partire dal fondamentale del servizio, fondamentale decisivo, e a tratti fortunato. Giallo blu molto bene anche a muro, con Holt e Zaytsev su tutti. Christenson grande prestazione, Kaliberda ha incominciato l’anno nel migliore dei modi anche oggi tra i migliori in campo. Mazzone puntuale e preciso nella prima parte di gara, poi un po’ in calo. Per Rossini partita relativamente tranquilla. Soliti ingressi in campo per Salsi e Estrada, con il baby cubano molto ispirato. Spazio anche per Pinali, che però ha giocato pochi palloni, Anderson, e Sanguinetti.

Per Ravenna ottima prova di Lavia e Cavuto, e il solito Evans, imprendibile a tratti, ma ancora un po’ acerbo. Saitta e Cortesia a tratti efficaci, soprattutto nei momenti punto-punto, ma i singoli giallo blu fanno la differenza.

Modena di fatto vince 3-0 rispettivamente 25-18, 25-17, 25-18, vittoria importante per la continuità nel gioco e nel risultato.

Foto add. stampa Modena.