Anno complicato per la Formula Uno così come in tutti gli altri sport, si corre a porte chiuse, perdendo il proprio fascino. Parecchie scuderie, e di fatto anche la Ferrari risente della crisi, ormai è da troppo tempo che dalle parti di Maranello non si punta a traguardi importanti.

In attesa del nuovo duo Leclerc-Sainz Jr. che correrà insieme la prossima stagione, Vettel sta diventando un problema, con il giovane monegasco l’intesa è in calo drastico, e stanno facendo più danni che podi. La colpa ovviamente non va solamente a loro, e non ci sono alibi in alcun ruolo: il problema è collettivo, e come se non bastasse, le altre macchine viaggiano a ritmi incredibili, con le Mercedes di un altro pianeta. Lewis Hamilton sta facendo cose incredibili e macina record su record.

Ad inizio stagione il cavallino con Leclerc sembrava partito con il piglio giusto, protagonista di rimonte fiduciose, ma gp dopo gp si è guastato il giocattolo e insieme a Vettel, e parecchia sfortuna la classifica si fà pesante, con le prime posizioni lontane anni luce.

Anche la classifica costruttori di conseguenza è in netto calo. Ora si punta ai gp estivi sperando di risorgere e almeno di vincere i circuiti italiani per ritrovare un po’ di perduto entusiasmo. La stagione non è ancora persa, ma ci vuole più grinta e determinazione, senza i se e senza i ma.

L’anno prossimo con l’addio di Vettel e il giovanissimo duo Leclerc-Sainz Jr, si spera che la rossa torni a ruggire, non demordete la stagione in corso è ancora lunga…

Foto Wikipedia.