Un Umbria per pochi, amara, ma non troppo; ieri sera alle 20:35 si è giocata la prima semifinale di Supercoppa italiana di volley maschile. Perugia-Modena al Pala Barton, con circa un migliaio di tifosi, per ripartire in massima sicurezza. Domenica la gara di ritorno al Pala Panini nelle stesse condizioni.

Perugia è sceso in campo con l’ex Modena Travica al palleggio, la star Leon nel ruolo di schiacciatore, così come il duo Ricci-Evans, mentre Plotnytskyi-Solè centrali. Chiude Colaci libero.

Modena risponde con Christenson in palleggio, Petric schiacciatore, insieme ai colleghi Karlitzek e Lavia. Al centro Mazzone-Stankovic, chiudendo con Grebennikov libero. Entrano in corso d’opera Porro, Vettori, Bossi e Mazorra.

Modena parte bene nel primo set, andando in vantaggio in diversi frangenti, con un parziale “amico” di 17-14, ma Perugia si risveglia in tempo. Dopo un altro importante passivo di 22-19 sul finale, gli umbri riescono a vincere il primo set ai vantaggi per 26-24. Nel Modena brillano Karlitzek e Stankovic all’esordio. Buon set anche per Grebennikov e Lavia, soprattutto per il secondo, Petric e Mazzone non al top.

Modena nel secondo e nel terzo set cala un po’, Perugia è strabiliante con l’asse Travica-Solè, e Leon, il solito “giustiziere”. Anche Plotnytskyi  ed Evans in grande spolvero. Anche il secondo set va a Perugia con il risultato finale di 25-23. Un debutto grintoso per il vice Christenson Porro, autore di un ace al primo servizio tra i grandi.

Nel terzo set in campo dall’inizio Vettori e Bossi, che non brillano, un po’ in calo anche Petric e Stankovic. Entra anche Mazorra un po’ pasticcione, ma sempre colmo di energia positiva. Plotnytskyi, Solè e Leon chiudono la pratica. La semifinale di andata termina con un servizio sbagliato di Porro (senza colpe), e un 25-20 finale.

Da notare nella prima sfida dopo la lunga sosta il divario tra Perugia-Modena, diminuito notevolmente, rispetto agli ultimi anni. Questo per merito soprattutto del nuovo libero Jenia Grebennikov, ma non solo. Se Petric torna ad ingranare, con il supporto di Stankovic al centro ,e gli altri schiacciatori nominati in precedenza, può nascere qualcosa di importante. Si punta molto sugli azzurrini affinchè crescano senza fretta, ma soprattutto senza troppa pressione addosso. Il ritorno è previsto per domenica al Pala Panini, sempre in massima sicurezza. Nessun dramma, tanti spunti positivi e un ritorno incoraggiante al volley giocato…

Foto add. stampa Modena Volley.