Mercato chiuso, e testa esclusivamente al campionato, iniziato nel migliore dei modi, per il Carpi. Due vittorie su due e prestazioni più che sufficienti, nonostante l’eliminazione dalla Coppa Italia. I ragazzi di mister Pochesci ritornano al Cabassi nella sfida delle 18:30 contro il Fano. Il club marchigiano viene da due pareggi in altrettante gare: un 2-2 pirotecnico in casa del Perugia all’esordio, domenica invece 1-1 interno contro il Padova.

LA CRONACA

Grande novità nell’undici iniziale di mister Pochesci, torna titolare Tommaso Biasci, rimasto a Carpi nonostante le tante voci di mercato. Nel 3-4-1-2 schierato dal tecnico romano, Rossini difende i pali, con il trio difensivo composto da Sabotic, Venturi e Varoli; in mediana, Danovaro e Martorelli giocano larghi, con Bellini e Fofana al centro, mentre Maurizi gioca alle spalle dei due attaccanti Biasci e Carletti. La prima conclusione è degli ospiti, con Barbuti che prova a calciare dalla sinistra dell’area, trovando l’intervento sicuro di Rossini. Minuto 11, pericolosissimo il Fano: Baldini va via benissimo sulla sinistra e mette al centro per l’accorrente Baldini, che è liberissimo di colpire ma mette la sfera a lato di un soffio. È aperta la battaglia personale tra Rossini e Barbuti, con quest’ultimo che, al 13’, calcia benissimo dalla distanza, trovando l’altrettanto ottima risposta dell’estremo difensore biancorosso, che si rifugia in corner. Il Carpi, dopo lo spavento, guadagna campo, ed al 21’ si fa vedere con Biasci, che conclude dal limite, costringendo Meli alla deviazione in angolo. Sul ribaltamento di fronte, contropiede quasi perfetto dei marchigiani, con Baldini che pesca Barbuti il quale, tutto solo davanti a Rossini, mette incredibilmente a lato. Alla mezz’ora, ancora Rossini grande protagonista: punizione dal limite calciata da Parlati, deviazione che sembra mettere fuori causa l’estremo difensore, che con un gran colpo di reni mette in angolo. L’opportunità più ghiotta per i Falconi arriva in chiusura di primo tempo: grande azione di Biasci, che converge e serve Maurizi, ma l’ultimo controllo del trequartista biancorosso è difettoso, e Meli recupera la sfera in uscita bassa. Si va a riposo sullo 0-0.

In avvio di ripresa, mister Pochesci si gioca la carta Giovannini, ed il giovane attaccante biancorosso risponde presente già al 57’ quando, imbeccato dall’ottimo Biasci, calcia da pochi passi, costringendo Meli al salvataggio, con la sfera che termina in corner. Carpi molto più in palla ad inizio secondo tempo, al 61’ azione confusa in area ospite, Martorelli liscia la conclusione a colpo sicuro, Meli fa sua la sfera. Secondo cambio per i padroni di casa al 73’, con Marcellusi che rileva Bellini. Un istante più tardi, bella iniziativa di Giovannini, che entra in area e va giù: nonostante le proteste, per il signor Pirrotta non ci sono gli estremi per il penalty. I padroni di casa chiudono il Fano nella propria metà campo, ma all’84’ sono proprio i marchigiani ad andare vicini al gol, con Barbuti che approfitta di uno svarione difensivo e, dopo un paio di dribbling, mette a lato di pochissimo. Nel finale entra anche il giovanissimo Sassi, che sostituisce Carletti. Non bastano i 3’ di recupero a sbloccare il risultato: al triplice fischio è 0-0. Buon pari per il Carpi, che resta imbattuto dopo tre giornate e sale a quota 7, mantenendo la momentanea vetta della classifica e proiettandosi ora all’impegno in trasferta sul campo dell’Imolese, in programma il prossimo week-end.

TABELLINO

CARPI: (3-4-1-2) Rossini; Sabotic, Venturi, Varoli; Danovaro (dal 53’ Giovannini), Fofana, Bellini (dal 73’ Marcellusi), Martorelli; Maurizi; Biasci, Carletti (dall’88’ Sassi). A disp.: Pozzi, Rossi, Ferrieri, Varga, Ferri. All.: Pochesci.

FANO: (4-3-1-2) Meli; Cargnelutti, Di Sabatino (dal 49’ Bruno), Zigrossi, De Vito; Paolini (dall’86’ Carte), Amadio, Parlati; Marino (dal 62’ Scimia); Baldini (dal 62’ Ferrara), Barbuti (dall’86’ Rillo). A disp.: Viscovo, Simone, Sarli, Monti, Martella, Santarelli, Longo. All.: Alessandrini.

Arbitro: sig. Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto.

Assistenti arbitrali: Veronica Martinelli di Seregno ed Ivano Agostino di Cinisello Balsamo.

4^ufficiale: sig. Marco Emmanuele di Pisa.

AMMONITI: Marino, Zigrossi, Carte (F). – ANGOLI: 6-2 per il Fano. – RECUPERI: 0’ p.t.; 3’ s.t..

Salvatore Fratello