Brutto stop casalingo per il Carpi. Al “Cabassi”, i biancorossi di mister Pochesci, cedono per 0-2 alla Vis Pesaro, rivale nella lotta alla salvezza: per gli ospiti decidono le marcature di Cannavò e Di Paola, una per tempo.

Mister Pochesci schiera i suoi con un 3-5-2 in cui Rossi difende i pali, con Gozzi, Venturi e Sabotic a comporre il pacchetto arretrato; a centrocampo Marcellusi e Lomolino giocano larghi, con Fofana, Ghion e Bellini a dare sostanza al centro, mentre in attacco è De Sena ad affiancare Giovannini. Pronti, via e dopo 5’ la Vis Pesaro passa in vantaggio: traversone dalla sinistra su cui si avventa Marchi, che trova la respinta di Rossi, ma Cannavò è il più veloce a ribadire a rete, siglando lo 0-1. La prima opportunità per il Carpi arriva al quarto d’ora, quando Marcellusi stacca di testa su cross di Lomolino, mandando la palla a lato. Minuto 28, schema sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore dei padroni di casa, Ghion è libero al tiro ma spreca mandando alto. Il primo tempo non regala molti spunti ed emozioni, con le due squadre che nel finale rimediano qualche cartellino giallo di troppo: ne fanno le spese Ghion per il Carpi, Marchi e Carissoni per gli ospiti. Si va a riposo sullo 0-1 per la Vis Pesaro.

In avvio di ripresa, ci provano subito i Falconi: calcio di punizione di Lomolino dal lato corto destro dell’area, Bertinato si distende e mette in corner. Qualche istante più tardi, pericolosi gli ospiti, che sugli sviluppi di un angolo vanno vicini al gol con Stramaccioni, fermato da Rossi, che poi controlla la sfera con qualche patema d’animo. Al 57’ interessante calcio di punizione dal limite per i biancorossi, con De Sena che colpisce la barriera e il pallone termina in angolo sfiorando il palo alla sinistra di Bertinato. Minuto 60, mister Pochesci opta per un doppio cambio: dentro Ferretti e Martorelli, fuori Marcellusi e Lomolino. Subito dopo, doppia occasione per la Vis Pesaro, prima con Di Paola che calcia dall’interno dell’area ma non inquadra la porta, poi con il subentrato Gucci, che si fa murare da Rossi in uscita. È il preludio al raddoppio ospite: pallone messo al centro dalla destra, Di Paola lo controlla e, dopo aver superato un avversario, mette alle spalle di Rossi, siglando lo 0-2. La risposta dei padroni di casa è immediata, Ferretti riceve un ‘ suggerimento di Bellini e conclude da pochi passi, trovando però la pronta respinta di Bertinato. Al 70′ terza sostituzione per il Carpi: entra De Cenco per Bellini. La gara scorre via verso il triplice fischio senza regalare grosse emozioni fino al 90’, quando Di Paola tenta il gol “olimpico” direttamente dalla bandierina, con un attento Rossi a respingere. Non accade altro: al triplice fischio è la Vis Pesaro a portare a casa il successo, con il Carpi che resta a quota 34, con un solo punto di vantaggio proprio sulla compagine di mister Di Donato, diretta inseguitrice. Domenica si torna in campo: alle 15, Sabotic e compagni sfideranno la Triestina in terra friulana.

TABELLINO

CARPI: (3-5-2) Rossi; Gozzi, Venturi, Sabotic; Marcellusi (dal 60’ Ferretti), Fofana (dal 79′ Ceijas), Bellini (dal 70′ De Cenco), Ghion, Lomolino (dal 60’ Martorelli); Giovannini, De Sena. A disp.: Pozzi, Eleuteri, Ercolani, Llamas, Varoli, Bayeye, Offidani, Ridzal. All.: Pochesci.

VIS PESARO: (3-5-2) Bertinato; Di Sabatino, Ferrani, Stramaccioni (dal 58’ Brignani); Carissoni, Ejjaki (dal 45’ D’Eramo), Tassi (dal 58’ Gelonese), Di Paola, Nava (dal 76′ Pannitteri); Cannavò, Marchi (dal 58’ Gucci). A disp.: Ndiaye, Bastianello, Benedetti, Germinale, Lazzari, Giraudo. All.: Di Donato.

Arbitro: sig. Acanfora di Castellammare di Stabia.

Assistenti arbitrali: Cosimo Cataldo di Bergamo e Marco Ceccon di Lovere.

4^ufficiale: sig.ra Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno.

MARCATORI: 5’ Cannavò (V), 63′ Di Paola (V).

AMMONITI: Ghion, Sabotic, Venturi (C); Marchi, Carissoni, Tassi, Cannavò, Di Sabatino, Di Paola (V). – ANGOLI: 7-4 per il Carpi. – RECUPERI: 0’ p.t.; 6′ s.t..