È tutto pronto per il primo appuntamento del Campionato Mondiale di F1 2021. Per il secondo anno consecutivo, la gara inaugurale non si terrà a Melbourne. Il Gran Premio d’Australia, annullato lo scorso anno, è stato posticipato a novembre. Il Mondiale avrà così inizio in Medio Oriente con il Gran Premio del Bahrain. Andiamo a conoscere meglio questo circuito.

Il Regno del Bahrain è costituito da un piccolo arcipelago di 33 isole situato nel Golfo Persico. Il circuito di Manama si trova in mezzo al deserto, poco distante dalla capitale dalla quale prende il nome. Il tracciato si distende per 5,412 km da percorrere in senso orario e presenta 15 curve: 6 a sinistra e 9 a destra. I punti più favorevoli per il sorpasso sono il rettilineo principale (in foto, il rettilineo in basso), sul quale è disposta la griglia di partenza, e le curve 1, 4 e 8, dove i piloti proveranno spesso “l’incrocio” per difendere la propria posizione. La possibilità di sabbia sull’asfalto causata dal vento non costituisce un problema dal momento che l’area circostante viene trattata con uno speciale spray adesivo. Con l’ausilio della foto, analizziamo ora nel dettaglio un giro sul circuito di Manama.

In prossimità di curva 1 si sta il più possibile a sinistra, si stacca forte in linea retta e si sfiora soltanto il cordolo interno, successivamente si porta la vettura verso destra per preparare al meglio il cambio di direzione tra le curve 2 e 3. In curva 3 si può sfruttare tutto il cordolo piatto per uscire il più forte possibile sul rettilineo che porta a curva 4, nella quale sarà ancora più importante allargarsi bene sulla sinistra prima del punto di frenata, uscendo larghi sul cordolo esterno e parzializzando il gas per ristabilizzare la vettura prima di curva 5, da fare in pieno. Si pinzano leggermente i freni per preparare curva 6, nella quale si sale leggermente sul cordolo interno e si chiude curva 7 virando verso sinistra. Giù in leggera discesa verso curva 8, una curva molto lenta per la quale è necessario essere davvero dolci sull’acceleratore in uscita di curva al fine di evitare il più classico dei testacoda. Curva 9 si fa in pieno e si sta larghi per approcciarsi ad una delle curve più impegnative dell’intero Mondiale, curva 10. È davvero facile arrivare al bloccaggio dell’anteriore sinistra, pertanto è utile anticipare il punto di frenata per alzare leggermente il piede dal freno in prossimità dell’apice. Full gas sul breve rettilineo successivo per prepararsi all’altipiano in salita nelle curve 11 e 12. Curva 12 si fa in pieno ma prestando attenzione al cordolo interno; successivamente si esce il più larghi possibile per “spigolare” curva 13 e arrivare in fondo al rettilineo il più vicino possibile al pilota davanti, in modo da preparare l’attacco sul rettilineo principale dopo le curve 14 e 15, per le quali è fondamentale posizionarsi a sinistra della pista per ritrovarsi il prima possibile con le ruote dritte e poter così spingere al 100% sull’acceleratore, chiudere il giro e cercare il sorpasso all’interno in curva 1.

Lewis Hamilton cercherà sicuramente di portare a casa quella che sarebbe la terza vittoria consecutiva in Bahrain, la quinta in totale, per battere il rivale Vettel fermo a 4 vittorie su questo tracciato e per raggiungere la Ferrari a quota 6 contro le 5 targate Mercedes. Lo scorso anno la Pole Position fu proprio dell’ inglese con un 1’27”264 e vinse la gara davanti alle RedBull di Verstappen e Albon. La gara in questione, però, è ricordata soprattutto per il brutale e terrificante incidente di Romain Grosjean, uscito miracolosamente fuori dalla vettura in fiamme: questa è stata la sua ultima gara in F1, non potendo partecipare agli ultimi due appuntamenti a causa delle vistose bruciature sulle mani. Lo stesso tracciato, nella stagione scorsa, è stato inoltre teatro di un secondo appuntamento con il Gran Premio di Sakhir, accorciando il tracciato unendo curva 4 e curva 13; la gara fu vinta da Sergio Perez, ritrovatosi ultimo al secondo giro ma primo a tagliare il traguardo, commosso per la sua prima vittoria in F1.

Siamo pronti a vivere le emozioni della 17sima edizione del Gran Premio del Bahrain. Domani assisteremo alle prime qualifiche, mentre domenica avrà ufficialmente inizio la 72sima edizione del Campionato Mondiale di F1.

Fonti e foto: Wikipedia.