Punti pesanti come un macigno per i ragazzi di mr. Pochesci. Il Carpi aveva fame di risultato, che in trasferta mancava da troppo tempo, fame di risultato fondamentale in ottica salvezza. Il Carpi in casa è abituato a esprimere un ottimo calcio, come il 3-0 nel derby contro il Modena, ma nelle trasferte spesso e volentieri i biancorossi hanno subito sconfitte, ieri però è filato tutto liscio.

Mr Pochesci ha messo in campo la seguente formazione, partendo da Rossi in porta, supportato dalla difesa a tre composta da Gozzi, Venturi e Sabotic. Si passa poi al centrocampo a quattro formato da Eleuteri, Ghion, Fofana e Lomolino. Chiudono gli esterni d’attacco Giovannini, Ferretti, fino alla punta centrale De Cenco. Subentrano in corso d’opera Varoli, Bellini, Ridzal, Ceijas e De Sena.

Non passa neanche un minuto e i padroni di casa vanno subito vicino al goal, ma Rossi controlla. Al sesto minuto il Carpi è pericoloso in contropiede, Giovannini non finalizza. Il Carpi inizia a gestire bene palla, e gioco fino al quattordicesimo minuto, con il goal del vantaggio di Ferretti, gioia immensa per mr. Pochesci e panchina. Tutto sembra filare liscio, ma al ventunesimo brivido biancorosso, con un penalty fischiato alla formazione umbra. L’estremo difensore Rossi ipnotizza Gomez, e anche Fedato sulla ribattuta, inizio di gara da ricordare !

Passano i minuti, e il gioco si fa piacevole con il Gubbio pronto per il pari, e il Carpi che ha fretta di segnare lo 0-2, con Ferretti in stato di grazia. Al minuto trentaduesimo Gozzi salva su Gomez, sospiro di sollievo per la difesa emiliana. Allo scadere del primo tempo l’estremo difensore umbro Savelloni colpisce la sfera con la mano da fuori area per fermare De Cenco, e puntualmente il direttore di gara Davide Moriconi espelle il portiere del Gubbio. Per sistemare la formazione mr. Torrente sostituisce Fedato per il secondo portiere Zamarion. Quindi punizione da fuori area, realizzata da bomber Ferretti, che sigla la sua doppietta personale, 0-2.

Si torna in campo dopo l’intervallo con il Gubbio in dieci, ma non demorde e Rossi salva su Pellegrini. Ghiotta occasione per i ragazzi di mr. Pochesci al dodicesimo minuto con De Cenco che va vicino al tris servito da un ispirato Giovannini. E’ solo questione di minuti, e De Cenco può finalmente gioire, quando al dodicesimo sfrutta al meglio l’assist di Ferretti, autore di un partitone, 0-3 Carpi e partita in ghiaccio. Passa qualche minuto con il Carpi che controlla il gioco e c’è gloria anche per Ghion che segna un goal da attaccante di razza, sfruttando al meglio l’assist di Lomolino, 0-4 Carpi, apoteosi biancorossi con mr. Pochesci carico a mille in panchina.

Girandola di sostituzioni tra le fila emiliana, entrano Bellini, Varoli, ma anche Ridzal, Ceijas e De Sena. Nel finale di gara il Carpi controlla il gioco e il Gubbio non riesce a combinare più niente. Il direttore di gara Davide Moriconi fischia tre volte, e il Carpi torna al successo esterno dopo cinque mesi, un successo sinonimo di salvezza, grande prestazione per Ferretti e compagni, soddisfazione indescrivibile per mr. Pochesci, Avanti Carpi !

Foto sito Carpi Calcio.