Tre su tre, terzo pareggio di fila per il Modena di Attilio Tesser. Si è giocata oggi la terza giornata di campionato, di domenica dodici settembre alle ore 17:30 al “Braglia” con Modena-Teramo in programma, e i canarini tardano a trovare i tre punti. Vietati i processi.

Mr. Tesser ha schierato questi undici, partendo da Gagno tra i pali, protetto dalla difesa a quattro formata da Ciofani, Ingegneri, Pergreffi, Ponsi. A centrocampo in rapida successione Armellino, Gerli, e Scarsella. Chiude il reparto offensivo Tremolada dietro a Ogunseye, e Marotta. Entrano in corso d’opera Di Paola, Duca, Mosti, Rabiu, e Bonfanti.

Ore 17:30, e il direttore di gara Fabio Pirrotta fischia puntualmente l’inizio delle ostilità. I ritmi di gioco sono piacevoli sin da subito nonostante il caldo di fine estate. Il Modena cerca il reparto offensivo, ma gli ospiti reggono senza troppi problemi. Al ridosso del trentesimo minuto Teramo vicino al vantaggio, per mezzo di Bouah brivido gialloblu. Il Modena prova a reagire, ma manca di incisività. Passano velocemente i minuti, e dopo i tre di recupero termina 0-0 la prima frazione di gioco, e le due squadre vanno negli spogliatoi in perfetta parità.

Terminati i quindici minuti di intervallo le due squadre tornano in campo, con il Modena che attacca sotto la Montagnani per cercare di sbloccare tabellino, ma soprattutto la classifica. A iniziare meglio nel secondo tempo sono gli ospiti, come nei primi quaranta cinque. E’ l’estremo difensore di casa Gagno a rimediare ai danni. Nel frattempo iniziano i cambi, per il Modena il primo ad uscire è Armellino, al suo posto entra Di Paola. La partita continua ad essere piacevole, ma l’attacco gialloblu manca di incisività.

Altri cambi per Tesser: escono Scarsella, e Tremolada, ed entrano Duca, e Mosti per dare brio al centrocampo. Il Modena crea gioco, ma Marotta e Ogunseye non sono brillanti neanche nella seconda frazione di gioco. Ultimi cambi a disposizione del mr. gialloblu, Rabiu, e Bonfanti entrano al posto di Gerli, ed Ogunseye. Non tanto spazio è vero, ma Rabiu fa in tempo a strappare applausi al “Braglia” per merito di uno splendido doppio slalom a centrocampo, azione che purtroppo si conclude con un nulla di fatto. Il tempo è nemico del Modena, e si arriva velocemente al recupero, dopo i quattro minuti il direttore di gara Fabio Pirrotta fischia tre volte, 0-0 finale tra Modena-Teramo.

Ci volevano i tre punti dopo il pari di Grosseto, e quello nel derby contro la Reggiana, ma anche oggi il Modena ha faticato dietro, ed è stata poco incisivo davanti. Vietato fare processi, e parlare di crisi, ma bisogna iniziare a portare a casa i tre punti, per evitare bruschi scivoloni nelle fasi cruciali in quello che è un campionato appena cominciato. La prossima giornata si va in casa della Fermana, AVANTI MODENA !

Foto sito Modena Calcio.