Il secondo turno di Libere ha visto Valtteri Bottas protagonista del miglior tempo in 1:33.593, seguito dal compagno di team Lewis Hamilton staccato di +0,044, e da un formidabile Pierre Gasly con un distacco di +0,252. Ben figura Lando Norris, il quale registra un ottimo quarto tempo, seguito da Esteban Ocon autore di uno speranzoso quinto tempo. Solamente sesto tempo per Max Verstappen, seguito da Carlos Sainz settimo. Successivamente ottavo crono per Fernando Alonso, Sebastian Vettel nono, e per Charles Leclerc soltanto decimo. La sessione è stata per pochi attimi interrotta da un incidente che ha visto protagonista Antonio Giovinazzi, fortunatamente senza riportare conseguenze fisiche, ma con parecchi danni alla parte posteriore della sua monoposto. 

Guardando nello specifico i tempi dei vari piloti non sono stati propriamente veritieri : ognuno ha lavorato moltissimo sul passo gara. Già dai dati si può capire che la Mercedes rimane la favorita principale per la vittoria. Ottimo ritmo evidenziato da Max Verstappen, il quale ha fatto comprendere che la sua Red Bull è molto veloce e ben bilanciata. Domenica servirà una gran rimonta, considerando che partirà dall’ultima fila della griglia per aver montato la quarta Power Unit. Anche Charles Leclerc partirà dall’ultima fila, per aver sostituto l’intera unità propulsiva con una versione più potente rivista nella parte ibrida, che troveremo anche nella prossima stagione. Se verranno confermate le prestazioni dell’Alpha Tauri, Pierre Gasly potrà disputare un grande gara, osservando i suoi ottimi tempi registrati nei long-run, sono molto vicini alle prestazioni dei top team.

A cura di Stefano Penner