Il tracciato di Spa -Francorchamps sta subendo una modifica sostanziale nel tratto del Eau Rouge Raidillion, allo scopo di migliorare il livello di sicurezza in maniera da cercare di prevenire gli incidenti in questo punto della pista. Infatti in passato sono accaduti molti incidenti come nel caso di Lando Norris durante le recenti qualifiche del Gp del Belgio, Riccardo Zonta e Jacques Villeneuve nel corso delle prove libere nel 1999 e soprattutto l’incidente mortale di Anthoine Hubert nella gara di F2 del 2019. Per approntare queste modifiche è stato demolito lo storico Chalet simbolo della pista belga e con la sua demolizione, purtroppo se ne va un pezzo di storia, inaugurato nel 1985.

Queste modifiche serviranno anche a raggiungere il livello di omologazione di gradi C previsto dalla FIM, per lo svolgimento di gare motociclistiche, pertanto gli organizzatori vorranno portate nuovamente a correre la Moto GP dopo tanti anni di assenza e a ospitare la 24 ho di moto per la stagione 2022. Con quest’opera di aggiornamento verranno costruite delle nuove tribune in grado di ospitare ben 13.000 nuovi posti. Inoltre saranno aggiunte vie di fuga, a Source, Pouhon e Blanchimont con il ritorno della ghiaia, per migliorare la sicurezza. La ristrutturazione costerà circa 80 milioni di Euro, distribuita nell’arco di dieci anni, il governo contribuirà con 29,5 milioni, 21 provengono dai fondi del circuito, mentre i rimanenti 29,5 dovranno essere erogati con un prestito.

A cura di Stefano Penner Foto: Wikipedia.