Ancora una domenica amara per un inizio di campionato altrettanto amaro per l’Athletic Carpi, che sta trovando tanta difficoltà in serie D. Avversario odierno il Mezzolara nel fortino “Cabassi”, con 450 tifosi presenti sugli spalti, ma la prestazione convincente è ancora un miraggio.

Sono le ore 15:00, e il direttore di gara Mauro Gangi di Enna fischia l’inizio delle ostilità.

Mr. Gallicchio ha messo in campo la seguente formazione, partendo da Ferretti tra i pali, protetto dalla difesa a quattro formata da Tosi-Aldrovandi-Calanca-Montebugnoli. Centrocampo a tre con protagonisti Bolis-Lordkipanidze-Borgarello. Chiude il reparto offensivo con il trio Carrasco-Villanova-Raffini. Subentrano a gara in corso Mignani, Ballardini, Boccaccini.

Per il Mezzolara mr. Nesi risponde con un altro 4-3-3, rispecchiando il modulo del collega emiliano. In porta Malagoli è coperto dalla difesa a quattro formata da Fort-Pierantozzi-Dall’Osso-Garavini. Si passa a un centrocampo a tre composto diligentemente da Roselli-Darraji-Landi. Si chiude infine con il reparto offensivo formato dal trio Faggi-Cortesi-Triggiani.

L’Athletic oggi contro il Mezzolara non è andata oltre lo 0-0, e dopo il pareggio in casa del Progresso ci si aspettava qualcosa di più. I punti in classifica attualmente sono tredici, con un nono posto al di sotto le aspettative di inizio stagione. La capolista Rimini a venticinque punti totali, dista dodici punti dai ragazzi di mr. Gallicchio: nulla è perduto, ma bisogna dare continuità al risultato per un campionato ricco di insidie, insidie cui il Carpi non era abituato da tanto tempo. Nessun processo, la stagione è appena cominciata, e c’è ancora tanto tempo per salvare, scalando la classifica AVANTI ATHLETIC !

Fonti e foto, sito US Carpi Calcio.