Il derby tanto atteso termina a reti bianche. Al “Mapei Stadium – Città del Tricolore” di Reggio Emilia, il Modena pareggia 0-0 con la Reggiana, in una gara tirata e con poche emozioni.


Mister Tesser sceglie di seguire il consueto modulo, schierando i suoi in un 4-3-2-1, in cui Gagno difende i pali, mentre Ciofani, Piacentini, Pergreffi ed Azzi compongono il pacchetto arretrato. In mediana, Gerli affianca Armellino e Scarsella, con Mosti e Tremolada che agiscono dietro l’unica punta Minesso. In avvio, subito buona occasione per la Reggiana, che al 2’ va vicina al vantaggio con Sciaudone che calcia da due passi, trovando la respinta di Gagno. La prima opportunità per i Gialli arriva al quarto d’ora, quando Armellino prova l’imbucata per Tremolada, che cerca di mettere al centro per Minesso, anticipato da Venturi in uscita bassa. Dopo una conclusione di Lanini tutt’altro che precisa, il Modena spinge mettendo in difficoltà i padroni di casa, che in un paio di occasioni sono costretti a rifugiarsi in angolo, rischiando qualcosa. Minuto 34, l’occasione più ghiotta è a tinte granata: angolo di Radrezza, Rozzio svetta più in alto di tutti e manda il pallone alto di un nulla. Nel finale, anche un gol annullato alla formazione di Diana, per un tocco con il braccio di Zamparo. Si va a riposo sullo 0-0.


In avvio di ripresa, continua la guerra di nervi tra le due squadre, che non riescono ad incidere. La prima conclusione arriva addirittura al 57’, con Sciaudone che non inquadra lo specchio e manda a lato. Comincia la girandola dei cambi, mister Tesser inserisce Magnino, Giovannini e Duca, rilevando Scarsella, Mosti e Tremolada. Minuto 69, il Modena sfiora il vantaggio: punizione di Armellino dal limite, palla sull’incrocio dei pali. Al 73’ la svolta negativa per gli ospiti, con Gerli che stende un avversario e rimedia il secondo giallo, lasciando in dieci i suoi. Tesser corre ai ripari sostituendo Duca, subentrato poco prima, e Minesso, con Silvestri e Ponsi, per coprirsi dietro e provare a colpire in ripartenza. All’84’ ci prova Rosafio, che calcia dal limite sul primo palo, trovando la pronta respinta di Gagno in corner. L’ultima vera opportunità arriva dai piedi di Radrezza, che all’89’ calcia dalla distanza trovando i guantoni dell’estremo difensore gialloblu. Nei 4’ di recupero c’è poco da segnalare, se non un giallo rimediato da Rosafio. Al triplice fischio è 0-0, con Reggiana e Modena che si dividono la posta in palio e restano prime a quota 55. I Gialli tornano in campo lunedì sera, quando al “Braglia” arriverà la terza della classe, il Cesena.


TABELLINO


REGGIANA: (3-5-2) Venturi; Luciani, Rozzio, Cauz (dal 70’ Camigliano); Guglielmotti (dal 79’ Rosafio), Radrezza, Cigarini (dal 70’ Rossi), Sciaudone (dal 79’ Muroni), Contessa; Lanini, Zamparo (dal 62’ Arrighini). A disp.: Voltolini, Scappini, Neglia, Marconi, Libutti, D’Angelo. All.: Diana.
MODENA: (4-3-2-1) Gagno; Ciofani, Piacentini, Pergreffi, Azzi; Gerli, Armellino, Scarsella (dal 60’ Magnino); Mosti (dal 60’ Giovannini), Tremolada (dal 66’ Duca, poi dal 79’ Silvestri); Minesso (dal 79’ Ponsi). A disp.: Narciso, Renzetti, Ogunseye, Oukhadda, Longo, Di Paola. All.: Tesser.

Arbitro: sig. Daniele Perenzoni di Rovereto.
Assistenti arbitrali: Alex Cavallina di Parma e Khaled Bahri di Sassari.
4^ufficiale: sig. Michele Giordano di Novara.

AMMONITI: Luciani, Zamparo, Cigarini, Rosafio (R). – ANGOLI: 8-7 per la Reggiana. – RECUPERI: 0’ p.t.; 4’ s.t..
NOTE: Espulso al 73’ Gerli (M) per doppia ammonizione.

(fonte foto: Modena F.C. 2018 – http://www.modenacalcio.com)