Un gol di Minesso a tempo scaduto lancia la fuga del Modena. Al “Braglia”, i Gialli superano di misura il Pescara grazie ad un gol arrivato al 94’, conquistando la ventiduesima vittoria stagionale e salendo a +5 sulla Reggiana.


Mister Tesser conferma il 4-3-2-1, schierando Gagno tra i pali, Ciofani, Piacentini, Pergreffi ed Azzi sulla linea difensiva; in mediana, Gerli è affiancato da Armellino e Scarsella, con Tremolada e Giovannini ad agire dietro la punta Ogunseye. La prima opportunità è per i Gialli, che all’8’ ci provano con Giovannini, imbeccato da Ogunseye, ma la difesa respinge. All’11’, Rauti mette al centro per l’accorrente Cernigoi, che non arriva sul pallone per un soffio. Minuto 21, Clemenza lotta al limite dell’area e, favorito da un rimpallo, può calciare, non inquadrando lo specchio. Qualche istante più tardi si rivede il Modena, con una bella combinazione sulla sinistra chiusa da Tremolada, che conclude dalla distanza mandando a lato. Alla mezz’ora, Veroli stacca di testa su corner dalla sinistra, ma impatta così così e il pallone termina alto. L’ultima occasione della prima frazione è ancora per gli abruzzesi, con la conclusione di Rauti che viene deviata da un difensore del Modena, terminando in angolo con Gagno preso in controtempo. Dopo 2’ di recupero, si va a riposo sullo 0-0.


In avvio di ripresa, Armellino da un lato e Rauti dall’altro provano ad impensierire gli avversari, ma non riescono a trovare la via della rete. Minuto 60, mister Tesser inserisce Mosti e Magnino, rilevando Tremolada e Scarsella. Al 64’ si rende pericoloso il Pescara, con la difesa gialloblu che è brava a murare Nzita, pronto a concludere da pochi passi. Entrano anche Minesso e Ponsi, che sostituiscono Ogunseye e Giovannini. Al 78’, la prima svolta del match: Drudi, già ammonito, stende Minesso a centrocampo e rimedia il secondo giallo, lasciando i suoi in dieci. Sul successivo calcio di punizione, proprio Minesso prova l’acrobazia su cross di Gerli, mandando il pallone sul fondo. Per l’assalto finale, entra anche Oukhadda, che sostituisce un buon Ciofani. Durante i 4’ di recupero, a tempo ormai scaduto, arriva il gol che sblocca il risultato: Azzi riceve da Gerli e va via sulla sinistra, mettendo in mezzo per Mosti, che calcia trovando la deviazione di Minesso da pochi passi, con la sfera che termina in fondo al sacco nel delirio totale del “Braglia”. Il triplice fischio sancisce la ventiduesima vittoria stagionale del Modena, che sale a quota 71, mettendo cinque punti di distanza tra sé e la Reggiana, quando mancano nove giornate alla fine.


TABELLINO


MODENA: (4-3-2-1) Gagno 6; Ciofani 6 (dall’82’ Oukhadda s.v.), Piacentini 6, Pergreffi 6, Azzi 6,5; Gerli 6, Armellino 5,5, Scarsella 5,5 (dal 60’ Magnino 6); Tremolada 5,5 (dal 60’ Mosti 6,5), Giovannini 6 (dal 67’ Ponsi 6); Ogunseye 5,5 (dal 67’ Minesso 6,5). A disp.: Narciso, Renzetti, Duca, Di Paola, Baroni. All.: Tesser 6.


PESCARA: (4-2-3-1) Sorrentino 6; Zappella 6, Drudi 5, Ingrosso 6, Veroli 6 (dal 70’ Frascatore 5,5); Pompetti 6, De Risio 6; Clemenza 6,5 (dal 79’ Cancellotti s.v.), Pontisso 6 (dal 60’ Nzita 6,5), Rauti 6,5 (dal 79’ Illanes s.v.); Cernigoi 6 (dal 60’ D’Ursi 6). A disp.: Iacobucci, Di Gennaro, Rasi, Ferrari, Ierardi. All.: Auteri 6,5.


Arbitro: sig. Giuseppe Collu di Cagliari.
Assistenti arbitrali: Rosario Antonio Grasso di Acireale e Stefano Montagnani di Bolzano.
4^ufficiale: sig. Filippo Giaccaglia di Jesi.


MARCATORE: 95’ Minesso (M).


AMMONITI: Magnino, Oukhadda, Mosti (M). – ANGOLI: 6-4 per il Pescara. – RECUPERI: 2’ p.t.; 4’ s.t..


NOTE: Espulso al 78’ Drudi (P) per doppia ammonizione.

(fonte foto: Modena F.C. 2018 – http://www.modenacalcio.com)

Salvatore Fratello