Verstappen vince il duello con Charles Leclerc, Carlos Sainz recupera sei posizioni

Max Verstappen conferma l’ottima prestazione del venerdì e conquista la prima sprint race del mondiale, nonchè la pole position nella gara di domani.

Non è stata però una partenza memorabile quella del pilota della Red Bull, bruciato in partenza dalla Ferrari di Charles Leclerc. Primo giro molto movimentato prima dai contatti fra il trio Magnussen (Haas)-Ricciardo (McLaren)-Perez (Red Bull), senza conseguenze, e poi da quello fra Guan Yu Zhou (Alfa Romeo) e Pierre Gasly (Alpha Tauri): il primo è stato costretto al ritiro mentre il secondo ha subito una foratura che ne ha compromesso la gara. Necessario l’ingresso della safety car, rientrata solamente al giro 5 sui 21 previsti.

Dopo la ripartenza Leclerc prima sembra poter gestire la prima posizione, ma progressivamente Verstappen gli si fa sotto e al giro 20 compie il decisivo sorpasso all’esterno sul ferrarista. Chiude 3°, facendo registrare anche il miglior tempo, Sergio Perez, mentre è Carlos Sainz (Ferrari), partito decimo e autore di una grande rimonta. 5° e 6° fanno rispettivamente le due McLaren di Lando Norris e Daniel Ricciardo, che precedono Valtteri Bottas (Alfa Romeo) e Kevin Magnussen, che perde quattro posizioni proprio come Fernando Alonso (Alpine). Decimo Mick Schumacher (Haas) davanti a George Russel (Mercedes), Yuki Tsunoda (Alpha Tauri) e Sebastian Vettel (Aston Martin), oltre che a un sempre più in crisi Lewis Hamilton, 14°. Per finire troviamo Lance Stroll (Aston Martin), Esteban Ocon (Alpine), Pierre Gasly (Alpha Tauri), e le due Williams di Alex Albon e Nicholas Latifi, ultimo il ritirato Zhou

FOTO: Red Bull Racing Twitter