La prima sessione di libere vede Max Verstappen autore del miglior tempo, seguito da Charles Leclerc e da un arrembante George Russell, il quale conferma il ritorno di competitività della Mercedes.

La prima sessione porta la firma del miglior tempo di Max Verstappen (1:06.302) mentre il suo compagno Sergio Perez ha siglato soltanto il 4° tempo. Le monoposto Red Bull hanno dimostrato di essere veloci anche sul passo gara, lottando ad armi pari con le Ferrari, anche se le vetture del Cavallino sono un po’ in difficoltà nel settore centrale, invece per quanto riguarda la prestazione sul giro singolo Charles Leclerc ha ottenuto il 2° tempo e Carlos Sainz fresco vincitore del Gp di Gran Bretagna ha ottenuto il 7° crono.

In casa Mercedes le cose cominciano a girare nel verso giusto George Russell ha registrato il 3° tempo di sessione, mentre il suo “capitano” Lewis Hamilton relegato con il 5° crono. Non benissimo per il team Mcalren con il fermo di Lando Norris a causa di un problema tecnico che ha obbligato l’utilizzo della bandiera rossa, il driver inglese conclude la sessione con l’ultimo tempo. Daniel Ricciardo ha concluso solamente con il 17° tempo, confermando come al solito molte difficoltà di adattamento alla macchina.

Un po’ al di sotto delle aspettative l’ Alpine con l’8° tempo di Fernando Alonso e il 12° di Esteban Ocon, ben figura la Haas con il 6° tempo di Kevin Magnussen e un valido 9° tempo di Mick Schumacher. Non è stata una sessione idilliaca per Alfa Romeo Sauber Guanyu Zhou è stato autore del 18° tempo e Valtteri Bottas 14° crono ottenuto, ma sarà costretto a partire dal fondo della griglia nella gara della domenica per aver sostituito la power unit.

Deludente performance della Alpha Tauri Yuki Tsunoda ha ottenuto comunque una valido 10° tempo, invece, Pierre Gasly relegato con il 16° crono. Continuano le difficoltà in casa Williams con il 15° tempo di Alexander Albon e il 19° di Nicolas Latifi. Non bene per Aston Martin Sebastian Vettel ottiene il 13° tempo e Lance Stroll messo leggermente meglio, con l’11° crono.

Tra poco parte la qualifica che determinerà la griglia della Sprint Race di domani, vedremo chi la spunterà.

Di Stefano Penner

Foto: Twitter Scuderia Ferrari