Serata di gala al Pala Panini; domenica parte il campionato, e come da tradizione, sfila la rosa, 2019/20 davanti al proprio pubblico. Subito emozioni fortissime, con il commovente saluto di Antoine, che va in pensione da storico speaker modenese. Ha fatto esaltare divertire diverse generazioni di tifosi.

Presentato lo staff, è il turno della dirigenza con un trittico leggendario formato da Giani, Sartoretti e Cantagalli, brividi. Successivamente in un clima sereno e festoso sono sfilate le maglie, sempre più all’ avanguardia e ricercatissime dai tifosi gialloblu, ovunque si parli di volley.

Sfila anche lo staff, numeroso e molto competente, che rappresenta al meglio la società Modena Volley. Poi è la volta dei giocatori.

Stanchissimi dopo i lunghi viaggi post nazionali, è tempo di presentazioni. Tanti giovani, più o meno conosciuti, spiccano Pinali, Bossi e Mazzone tra i più attempati. Nuovo volto Iannelli, nel ruolo di libero, per fare la riserva del veterano Totò Rossini, nel momento del bisogno. Il vice Christenson sarà un classe ’97, Nicola Salsi, come per Iannelli per il turn over più o meno necessario. Curiosità per Estrada, baby cubano classe ‘2000 dal fisico imponente, pronto a mettersi alla prova in una nuova realtà.

E’ un Modena Volley targato USA, con Christenson, Holt e Anderson, quest’ ultimo di ritorno in Emilia per vincere ancora, e arricchire un sontuoso palmarès. Siparietto simpatico tra Giani e Kaliberda : l’ esperto schiacciatore gialloblu conosce bene Giangio, in quanto coach della nazionale tedesca.

Molto atteso come sempre Ivan Zaytsev, con gran voglia di dare il massimo, vincere con il club, e prepararsi al meglio in vista dell’ Olimpiade in Giappone. Amatissimo dai tifosi del Pala Panini Bednorz, che nonostante la giovanissima età, è una stella della pallavolo, grossa crescita in estate con la nazionale, dal potenziale stratosferico, della Polonia. Ora vuole vincere con Modena, e per Modena.

FINALMENTE SI RIPARTE !

Fonti e foto add. stampa Modena Volley.