Derby d’ Emilia-Romagna Ravenna-Modena in scena oggi pomeriggio al Pala de Andrè. Bel colpo d’occhio nello storico impianto ravennate, e i tanti tifosi giallo blu giunti a sostenere la squadra.

Grande continuità gestita al meglio da Andrea Giani. Sestetto base composto da Christenson, Zaytsev, Bednorz, Anderson, Mazzone, Holt e Rossini. Giangio da qualche partita a questa parte concede un po’ di spazio a tutti. Oggi sono entrati in corso d’opera Kaliberda, autore di un’ottima prestazione, così come Salsi, il secondo palleggiatore. Spazio anche per Pinali e Elia Bossi.

Partita condotta con un bel margine di distanza da Modena. Bednorz in gran serata, così come Anderson, decisivo in partita, Zaytsev invece parte un po’ a rilento. Ravenna bella rimonta nel primo set, ma cede, e Modena vince il primo set 20-25.

Secondo set Modena domina Ravenna, fino a un clamoroso 11-2, padroni di casa annichiliti, ma il pubblico non molla. Un po’ di turn-over, con Kaliberda che entra al posto di Anderson, giocando un’ottima partita, convincendo l’ambiente Modena Volley. Zaytsev inizia a macinare punti e si va verso un 2-0 senza storia ! Entrano in campo anche Pinali e Salsi, occasione colta al volo, soprattutto dal secondo palleggiatore di Modena, apparso sicuro di sè. Finale di set 17-25.

Nel terzo set e ultimo set Kaliberda scende in campo dall’inizio, insieme a un grande Bednorz e un’immenso Zaytsev conducono il senza troppi problemi, arrivando a ” doppiare ” Ravenna sul 14-7. Modena gran potenziale nel singolo, ma anche nel collettivo : il tempo scorre ed entra anche Elia Bossi, che conclude il match con il 15-25 e un 3-0 in trasferta.

Ravenna avversario abbordabile, ma un applauso va fatto a Evans, dotato di gran fisico e volontà, ma ancora giovane. Convincono Lavia e Cortesia, ma il divario tecnico con Modena è troppo largo.

Foto add. stampa Modena Volley.