Ennesimo finale amaro per i nero verdi, che escono sconfitti nella prima gara dell’ anno a Marassi contro il Genoa. Un grifone risollevato con l’arrivo di Nicola in panchina ha convinto l’ambiente, demoralizzato. Il Sassuolo la prossima giornata giocherà ancora fuori, a Udine, cercando ancora i tre punti.

Il Sassuolo scende in campo così : Consigli tra i pali, con la difesa a quattro formata da Toljan, Romagna, Ferrari e Kyriakopoulos. Centro campo a tre con Obiang, autore del goal del pari, supportato da Locatelli e Traorè. In attacco Caputo, Duncan e Boga. Entrano in corso d’opera Djuricic, Berardi e Raspadori.

Partita molto vivace, al trentesimo il primo squillo, con Criscito che segna dal dischetto a Consigli, esperto para rigori in serie A, questa volta non ha potuto fare niente. Dura poco il vantaggio rosso blu, Obiang è abile e sigla il pari.

Il Sassuolo prende coraggio con Duncan, Traorè e Caputo, quest’ultimo un po’ sfortunato ma sul pezzo, invece serata storta per Berardi. L’esperto attaccante macedone sfrutta la sua esperienza segnano da terra di testa, la rete del 2-1 definitivo a cinque dalla fine.

Il Sassuolo cerca in lungo e in largo il goal del pari nell’ampio recupero, ma la prima partita dell’anno vede vincere il Genoa. Domenica dodici si gioca all’ora di pranzo in casa dell’Udinese, si punta ai tre punti per mantenere le distanze dalle zone calde.

Foto sito Sassuolo.