Prova di carattere per la Leo Shoes Modena, continuando così un 2020 da sogno. Domenica sedici febbraio alle 20:30, in scena a Trento, il grande classico del volley italiano, in un orario insolito per la pallavolo.

Un piccolo problemino di formazione per Andrea Giani, che perde Mazzone causa influenza. Le alternative naturalmente non mancano : Christenson in regia Zaytsev, Bednorz, Anderson schiacciatori. Bossi e Holt al centro, chiudendo con Rossini libero. Entrano in corso Salsi e Kaliberda.

L’ex di turno Angelo Lorenzetti per Trento mette anch’egli la formazione tipo, con Kovacevic non al meglio, impiegato a tratti. Di fatto Giannelli al centro, con schiacciatori Vettori, Russell e Cebulj. Al centro Lisinac e Candellaro, chiudendo con Grebennikov come libero.

Modena ha la meglio su i padroni di casa vince la gara da tre punti 3-1 per la precisione. Si parte forte con il primo parziale modenese 25-20, senza troppi problemi, ma Trento, come sempre non molla un colpo. Giannelli e compagni alla fine del primo set sono incoraggiati da Lorenzetti, con Russell e Vettori in grande spolvero, ma la squadra in se gira bene grazie al palleggiatore della nostra nazionale. Il set si chiude sul 25-21 per Trento.

Modena non ci sta e vuole evitare il tie-break. Zaytsev e Bednorz macinano punti, Anderson a fasi alterne. Christenson e Rossini puntuali e precisi, il regista in gran spolvero in vari settori. I giallo blu vincono ai vantaggi 27-25, annullando un paio di set point a Trento.

Il quarto e ultimo set invece parte un po’ a rilento, con tanti errori a servizio da ambo le parti, ma Modena è trascinata da un super Zaytsev in formato Final Four, e Bednorz molto in palla. Il set e la gara si chiudono con un deciso 25-22 per Modena, che espugna Trento da tre punti, e si carica per il prossimo week end bolognese !

Foto add. stampa Modena.