Archiviata l’eliminazione in Coppa Italia (sconfitta interna con il Casarano per 1-3), per il Carpi anche il campionato di Serie C 2020/21 si apre al “Cabassi”, dove arriva la Sambenedettese, squadra dalle grandi ambizioni, con Maxi Lopez come punta di diamante, ma anch’essa eliminata dalla Coppa e con diverse assenze pesanti. Per mister Sandro Pochesci, ancora in tribuna per squalifica, è un esordio in campionato caratterizzato dall’organico ancora giovanissimo ed incompleto, problemi colmabili solo con un’ottima organizzazione di gioco e dalla grinta dei talenti in maglia biancorossa.

LA CRONACA

Conferma quasi totale per il 3-5-2 visto in Coppa Italia contro il Casarano, con Rossini tra i pali ed il trio difensivo composto da Sabotic, Venturi e Varoli; in mediana, Fofana e Bellini fanno da schermo alla difesa, Danovaro e Lomolino agiscono larghi, mentre Maurizi gioca alle spalle delle punte Giovannini e Carletti. Buona partenza del Carpi, al 4′ Lomolino cerca Danovaro, che calcia debolmente. La Sambenedettese, nonostante la maggiore esperienza, fatica a farsi vedere dalle parti di Rossini, trovando la prima conclusione soltanto al 16′, con Maxi Lopez che mette alto in girata. Al 22′ la svolta del match: Giovannini riceve al limite e va via a D’Ambrosio, che non può far altro che stenderlo: per il direttore di gara è fallo da ultimo uomo, rosso al difensore e Samb in dieci. I biancorossi provano a capitalizzare il vantaggio numerico, al 27′ Carletti calcia al volo in scivolata, Nobile blocca in due tempi. Minuto 31, il Carpi passa: lancio perfetto di Fofana per Carletti che, tutto solo davanti a Nobile, non sbaglia, insaccando in rete. I Falconi continuano a spingere, ma nella prima frazione non accade altro: si va a riposo sull’1-0.

La ripresa vede ancora un Carpi arrembante, al 47′ Venturi impatta la sfera di testa, con Nobile che blocca sulla linea. Al 51′ si rivede la Samb, con Angiulli che calcia dal limite ma spara alto. Minuto 67, percussione strepitosa del 2001 Giovannini, che va via a tre uomini e conclude a rete, costringendo Nobile a togliere la sfera dall’angolino basso. Qualche istante più tardi i biancorossi raddoppiano: traversone di Giovannini, Maurizi viene anticipato da Nobile, sulla sfera si avventa Carletti, che può mettere in rete per il 2-0 e la doppietta personale, superando già il proprio bottino di gol della scorsa stagione. Dopo il secondo gol, i Falconi lasciano campo alla Sambenedettese, che prova a rendersi pericolosa al 75′, con Lescano che di testa mette a lato di un soffio. Nel finale il risultato non cambia, dopo 3′ di recupero arriva il triplice fischio del signor Marcenaro di Genova: il Carpi batte 2-0 la Sambenedettese, conquistando un importantissimo successo all’esordio in campionato ed incamerando i primi 3 punti, segnale molto rassicurante per mister Pochesci.

TABELLINO

CARPI: (3-5-2) Rossini; Sabotic, Venturi, Varoli; Danovaro (dal 68′ Martorelli), Bellini, Maurizi, Fofana, Lomolino; Giovannini (dall’84’ Marcellusi), Carletti (dal 91′ Sassi). A disp.: Rossi, Varga, Ferri, Vano, Biasci. All.: Coraggio.

SAMBENEDETTESE: (4-4-2) Nobile; Scrugli, Cristini, Enrici, Liporace (dal 61′ Goicoechea); Rocchi, Angiulli, Masini (dal 61′ Lescano), D’Ambrosio; Maxi Lopez, Nocciolini (dal 72′ Chacon). A disp.: Laborda, Fusco, Mehmetaj, Lavilla. All.: Montero.

Arbitro: sig. Matteo Marcenaro di Genova.

Assistenti arbitrali: Salvatore Enrico Buonocore di Marsala e Federico Pragliola di Terni.

MARCATORI: 31′ e 70′ Carletti (C).

AMMONITI: Sabotic, Fofana (C); Scrugli, Lescano, Angiulli (S). – ANGOLI: 1-4 per la Samb. – RECUPERI: 1′ p.t.; 3′ s.t..NOTE: Espulso al 22′ D’Ambrosio (S) per fallo da ultimo uomo.

Foto sito Carpi.

Salvatore Fratello