Sassuolo (4-2-3-1) 7 

Consigli 6: praticamente inoperoso, non può nulla sul gol di Galabinov.

Toljan 6: dà una mano in fase di spinta e contribuisce anche in fase difensiva.

Chiriches 5,5: bene in fase di impostazione, ma perde Galabinov in occasione del gol e della traversa colpita dal bulgaro nel finale (78’ Ayhan s.v.).

Ferrari 7: impeccabile in difesa e autore di due assist per i gol di Djuricic e Caputo. Prezioso anche sui calci piazzati.

Kyriakopoulos 6: spinge molto nella prima frazione, ma viene sostituito all’intervallo (46’ Muldur: poco in evidenza nella ripresa, attento in fase difensiva).

Locatelli 6,5: preciso in fase di impostazione, colpisce anche un palo su punizione sul finire del primo tempo.

Obiang 5,5: impreciso in fase di costruzione, sostituito all’intervallo. (46’ Bourabia 5,5: partita anonima, fa il suo in fase di rottura del gioco dello Spezia).

Berardi 6,5: bene in fase offensiva, contribuisce alle azioni che permettono al Sassuolo di dilagare nella ripresa. (86‘ Ricci s.v.)).

Defrel 6,5: si vede poco nella prima frazione di gioco, poi nella ripresa va in rete sfruttando al meglio un cross di Caputo con un ottimo tiro al volo.(71’ Traore 6: entra a risultato ormai acquisito, non si mette in evidenza).

Djuricic 7: nella prima frazione di gioco fa impazzire il proprio marcatore Sala con due tunnel, uno in occasione del gol firmato al 12′, con un pregevole tiro sul secondo palo.

Caputo 7: la sua sembra una maledizione: tre gol annullati per fuorigioco, prima di riuscire a segnare la rete del 4-1 su azione da calcio d’angolo. Nel mezzo, un rigore procurato e un assist per Defrel.

Allenatore: Roberto De Zerbi 7: il suo Sassuolo gioca bene, vince e convince. Lo Spezia non è l’avversario più giusto per giudicare il suo lavoro, ma la strada intrapresa dai neroverdi sembra quella buona.