Per la seconda gara della Serie A 2020-2021, contro il neopromosso Spezia, mister De Zerbi conferma il consueto 4-2-3-1, proponendo solo due novità rispetto all’1-1 casalingo contro il Cagliari. Al posto dell’infortunato Rogerio, spazio a Kyriakopoulos sulla corsia difensiva di sinistra. Nella linea dei trequartisti, invece, Defrel viene preferito ad Haraslin, con Djuricic che si sposta sulla sinistra. Lo Spezia, all’esordio assoluto in Serie A, risponde con un 4-3-3, in cui il tridente è formato dalla punta Galabinov sostenuta dagli esterni Agudelo e Gyasi. 

Allo stadio Manuzzi di Cesena, che ospita le partite casalinghe dello Spezia in attesa della messa a norma del Picco, parte forte lo Spezia, ma a passare in vantaggio alla prima occasione è il Sassuolo. Al 12’, numero di Djuricic, che, su lancio di Ferrari, supera con un tunnel Sala e calcia sul secondo palo, battendo un incolpevole Zoet. Al 20’, Caputo troverebbe anche il 2-0, ma, dopo un lungo consulto, il Var annulla la sua rete per fuorigioco. Dopo la rete annullata ai neroverdi, la gara ha una svolta: al 30’, infatti, arriva il pareggio di Galabinov, bravo ad insaccare di testa su cross di Ricci, sfruttando una marcatura “leggera” di Chiriches. Nel recupero, il Sassuolo sfiora il 2-1: direttamente da calcio di punizione, Locatelli con l’aiuto di una deviazione di Gyasi centra il palo alla destra di Zoet. 

Nella ripresa, De Zerbi inserisce subito Bourabia e Muldur per Kyriakopoulos e Obiang. I neroverdi spingono alla ricerca del vantaggio e al 57’ Caputo si vede annullare un’altra rete per fuorigioco. Da quel momento, è solo Sassuolo. Al 63’ lo stesso numero 9 neroverde conquista un rigore venendo atterrato da Zoet e Berardi trasforma, impeccabile dal dischetto. Tre minuti più tardi tocca a Defrel trovare la via del gol, con un preciso tiro al volo di sinistro su cross dalla destra di Caputo. Al 69’, dopo che Defrel ha lasciato il posto a Traorè, terza rete annullata al bomber del Sassuolo, ancora per posizione di offside. Cinque minuti più tardi, lo Spezia potrebbe rimettere in carreggiata il proprio match, ma il colpo di testa di Galabinov su cross di Gyasi finisce sulla traversa. Al 76’ la costanza di Caputo viene premiata: la sua gitara di destro su sponda di Ferrari in seguito un calcio d’angolo termina alle spalle di Zoet per il definitivo 1-4. Nel finale c’è spazio anche per Ayhan e Ricci per Chiriches e Berardi, ma il risultato non cambia e il Sassuolo porta, così, a casa il primo successo stagionale, dopo il pareggio all’esordio contro il Cagliari. 

Il tabellino: 

Spezia-Sassuolo 14 

Reti: 12’ Djuricic (Sa), 30’ Galabinov (Sp), 64’ rig. Berardi (Sa), 66’ Defrel (Sa), 76’ Caputo (Sa). 

Spezia (4-3-3): Zoet; Sala (78’ Ferrer), Erlic, Dell’Orco (86’ Chabot), Ramos; Bartolomei (71’ Deiola), Ricci, Pobega (71’ Mora); Agudelo (71’ Farias), Galabinov, Gyasi. A disposizione: Agoume, Bastoni, Chabot, Krapikas, Piccoli, Rafael, Verde, Vignali. Allenatore: Vincenzo Italiano. 

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Chiriches (78’ Ayhan), Ferrari, Kyriakopoulos (46’ Muldur); Locatelli, Obiang (46’ Bourabia); Berardi (86’ Ricci), Defrel (69’ Traore), Djuricic; Caputo. A disposizione: Ghion, Haraslin, Pegolo, Peluso, Scamacca, Turati. Allenatore: Roberto De Zerbi. 

Arbitro: Sig. Ghersini di Genova (Assistenti: Sig. Del Giovane-Sig. Miele). Quarto ufficiale: Sig. Piccinini. VAR: Sig. Banti-Sig. Valeriani. 

Note: Ammoniti: Sala (Sp), Djuricic (Sa), Zoet (Sp). 

Simone Guandalini 

Foto: sassuolocalcio.it