Tra infortuni ed espulsioni, il Modena cade in terra marchigiana. Allo stadio “Helvia Recina” di Macerata, i Gialli escono battuti per 2-1 dal Matelica padrone di casa: non basta il vantaggio siglato da Scappini, i biancorossi conquistano i tre punti grazie alle reti di Balestrero e Volpicelli.

Confermato il 4-3-1-2, mister Mignani ritrova Gagno tra i pali, con Bearzotti, Milesi, Pergreffi e Mignanelli a comporre il pacchetto difensivo; in mediana Muroni e Castiglia affiancano Gerli, mentre Tulissi gioca da trequartista, alle spalle di Spagnoli e Scappini. Il Modena parte forte e prova a mettere in difficoltà Cardinali per ben due volte nel giro di 3’, con Tulissi e Castiglia che peccano di mira, mancando di poco il bersaglio. Al 5’ Gialli in vantaggio: corner di Tulissi, svetta Scappini e palla in rete per il momentaneo 0-1. Il Matelica, colpito da una partenza difficile, riesce però a rimettere in piedi il match all’11’, quando Balestrero anticipa tutti su calcio d’angolo e batte Gagno, riportando la gara in parità. Al 19’ la svolta negativa per gli ospiti: contatto tra Pergreffi e Moretti a palla lontana, con il difensore gialloblu che colpisce l’avversario con una gomitata. Per il direttore di gara ci sono gli estremi per il rosso, con Pergreffi che abbandona anzitempo la sfida. Per rimediare, mister Mignani opera il primo cambio: fuori Scappini, dentro Zaro. Qualche istante più tardi, il Modena perde anche Tulissi, costretto ad uscire per un problema fisico, sostituito da Costantino. I Gialli reagiscono bene all’inferiorità numerica, ma cedono nel finale di frazione: al 42’ Volpicelli calcia e trova la deviazione di un difensore, con Gagno che non può nulla e la sfera in fondo al sacco. Poco prima dell’intervallo, la reazione ospite, con Spagnoli che tenta una rovesciata quasi perfetta, mandando la sfera alta di un soffio. Si va a riposo sul 2-1.

In avvio di ripresa, mister Mignani tenta la carta Davì, inserito al posto di Muroni. Al 53’ opportunità per gli ospiti, Spagnoli colpisce di testa su traversone di Bearzotti, palla alta. Si fa male anche Costantino, sostituito da Monachello, e si rivede Sodinha, che entra in campo al posto di Castiglia. Minuto 73, grossa opportunità per il Modena, con Spagnoli che riesce a servire Mignanelli, la cui conclusione da pochi passi è sporcata da un difensore e scheggia il palo. Qualche istante più tardi, ci prova anche Monachello, che prova la girata in area, ma trova i guantoni di Cardinali. All’88’ i Gialli restano in nove: Mignanelli commette un fallo abbastanza duro ai danni di Franchi, rimediando il rosso diretto. Nel lungo recupero (oltre 6’), l’unica opportunità arriva dai piedi di Monachello, che calcia dalla lunga distanza, sfiorando la porta di Cardinali. Non accade altro: al triplice fischio, il Modena cede per 2-1 al Matelica, che lo scavalca in graduatoria salendo a quota 10. Prossimo appuntamento, per i ragazzi di mister Mignani, sarà nel turno infrasettimanale, che li vedrà affrontare la Feralpisalò.

TABELLINO

MATELICA: (4-3-3) Cardinali; Fracassini, De Santis, Cason, Seminara; Pizzutelli (dal 56’ Barbarossa), Bordo, Balestrero (dal 74’ Franchi); Volpicelli (dal 74’ Peroni), Moretti, Leonetti (dal 63’ Rossetti). A disp.: Martorel, Puddu, Santamarinanova, Baraboglia, Magri, Masini, Ruani, Maurizii. All.: Colavito.

MODENA: (4-3-1-2) Gagno; Bearzotti, Milesi, Pergreffi, Mignanelli; Muroni (dal 46’ Davì), Gerli, Castiglia (dal 63’ Sodinha); Tulissi (dal 27’ Costantino poi, dal 63’ Monachello); Spagnoli, Scappini (dal 20’ Zaro). A disp.: Narciso, Chiossi, Ingegneri, Laurenti, Varutti, Abiuso, Prezioso. All.: Mignani.

Arbitro: sig. Saimir Kumara di Verona.

Assistenti arbitrali: Francesco Arena di Roma 1 ed Antonio Boggiani di Monza.

4^ufficiale: sig. Gilberto Gregoris di Pescara.

MARCATORI: 6’ Scappini (MO), 11’ Balestrero (MA), 42’ Volpicelli (MA).

AMMONITI: Pizzutelli (MA); Castiglia (MO): – RECUPERI: 3’ p.t.; 6’ s.t..

NOTE: Espulsi al 19’ Pergreffi (MO) per condotta antisportiva ed all’88’ Mignanelli (MO) per fallo di gioco.

(fonte foto: modenacalcio.com)

Salvatore Fratello