Di nuovo a porte chiuse, e non era facile ritornarci per chiunque, a prescindere dall’incontro in questione. Si è giocato oggi alle 15:00 Fermana-Carpi all’impianto “Bruno Recchioni” di Fermo contro un avversario in ripresa, dopo un inizio di stagione complicato.

Mr. Pochesci mette in campo la seguente formazione con Rossini tra i pali supportato da Gozzi, Sabotic e Venturi. A centrocampo invece Bayeye, Fofana, Ghion e Lomolino. Conclude l’undici titolare il reparto offensivo con Maurizi dietro a Giovannini e Biasci. Subentrano in corso d’opera Carletti, autore del goal, Bellini, Valori, e Marcellusi.

Il Carpi controlla sin dalle prime battute, con la difesa ben messa in campo in una soleggiata giornata, che pare di fine estate, clima perfetto per giocare a calcio. I biancorossi sportellano con Biasci e Giovannini grazie alla complicità di un ottimo centrocampo. La difesa è attenta, con Rossini che a fine primo tempo miracola su Boateng, 0-0 e squadre negli spogliatoi.

I tanti cambi dei due mr. giovano maggiormente quello del Carpi, che getta nella mischia Carletti al posto di Maurizi e il subentrato segna di testa al ventesimo della ripresa, festa biancorossa. La Fermana fino allo svantaggio si era fatta vedere nell’area emiliana quasi esclusivamente solo con Boateng. Passano i minuti e cresce il nervosismo marchigiano, ma allo stesso tempo cresce il Carpi ha fretta. Biasci e Carletti cercano a più riprese il goal della tranquillità, tranquillità che dura fino ai tre fischi, al 95° di gara. Ad essere un agguerrita protagonista, è la Fermana con il più classico degli assedi. Una gran rovesciata da parte di Raffini per poco non trafigge Rossini, sospiro di sollievo emiliano. Dopo cinque minuti di recupero il signor. Calzavara fischia la fine dell’incontro 0-1 Carpi che torna a casa con i tre punti in mano, ottima giornata nel segno delle intuizioni di mr. Pochesci.

Foto sito Carpi.