Per la 9^giornata di campionato il Carpi, reduce da due vittorie consecutive contro Cesena e Fermana, torna al “Cabassi”, dove sbarca il Legnago, avversario di turno. Con il sorprendente momentaneo secondo posto in classifica, mister Pochesci e i suoi giovani stanno stupendo tutti, ma è ancora prestissimo per parlare di obiettivi. Il Legnago dell’ex-Modena Armando Perna, invece, arriva in terra emiliana dopo l’1-1 casalingo contro la Feralpi Salò; i veneti sono undicesimi, in piena zona salvezza.

LA CRONACA

3-4-1-2 per mister Pochesci, che tra i pali schiera Rossini, con Gozzi, Venturi e Sabotic a comporre il terzetto difensivo, mentre in mediana Lomolino e Bayeye giocano sulle fasce, con Fofana e Ghion al centro; a supporto dei due attaccanti Biasci e Carletti c’è Giovannini, in posizione di trequartista. Partenza lenta, con una breve fase di studio poi, al 5′ si vedono gli ospiti, che ci provano con Rolfini, la cui conclusione dal limite sfiora il palo. Al 12′ prima opportunità per i biancorossi, con Carletti che trova la deviazione su traversone dalla destra, ma la difesa toglie la sfera dallo specchio della porta, rifugiandosi in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Gozzi salta tutto solo ma non inquadra lo specchio. Qualche minuto più tardi ci prova Fofana, che spara un missile dalla distanza, trovando la respinta di Pizzignacco. La gara scorre via senza troppe emozioni, ma al 41′ arriva l’occasione più ghiotta per il Legnago: Rossini respinge su conclusione di Rolfini, sulla ribattuta Grandolfo calcia altissimo a porta spalancata. All’intervallo è 0-0.

In avvio di ripresa, ancora pericolosi gli ospiti, con Rossini costretto a chiudere su un tiro di Grandolfo. Il Carpi risponde con Ghion, che spara alto. Al 64′ prime manovre dalla panchina per mister Pochesci, che inserisce Ferretti e Maurizi, togliendo Carletti e Lomolino. Qualche istante più tardi, ci prova ancora Rolfini, sulla cui conclusione in diagonale arriva la respinta di Rossini, che salva ancora i suoi. Al 74′ terzo cambio per i Falconi: entra Marcellusi, esce Bayeye. La gara si trascina stancamente verso il finale, con le due squadre letteralmente stremate dallo sforzo fisico. Minuto 80, ultimo cambio effettuato da Pochesci, che toglie un buon Giovannini, inserendo Bellini. Due emozioni negli ultimi scampoli di gara, una per parte. All’86’ sono gli ospiti a sfiorare il gol, con Rossini ancora chiamato in causa, respingendo di piede la conclusione di Morselli. Nei 4′ di recupero è invece il Carpi ad andare vicino al colpaccio, precisamente al 92′: Ferretti calcia dalla sinistra, Biasci tenta la deviazione sottomisura per beffare Pizzignacco, ma non ci arriva per un soffio, con la sfera che sfiora il palo. Arriva il triplice fischio, il match si chiude sullo 0-0: i ragazzi di mister Pochesci salgono a quota 17, agganciando momentaneamente il Padova capolista e proiettandosi così verso il derby con il Modena, in programma mercoledì 11 novembre alle 15:00 al “Braglia”.

TABELLINO

CARPI: (3-4-1-2) Rossini; Gozzi, Venturi, Sabotic; Bayeye (dal 74′ Marcellusi), Fofana, Ghion, Lomolino (dal 64′ Maurizi); Giovannini (dall’80’ Bellini); Carletti (dal 64′ Ferretti), Biasci. A disp.: Pozzi, Rossi, Danovaro, Varga, Varoli, Offidani, Rizdal, Mancini. All.: Pochesci.

LEGNAGO SALUS: (4-3-1-2) Pizzignacco; Zanoli, Bondioli, Perna, Ricciardi; Ranelli (dal 45′ Morselli), Gasperi, Antonelli; Bulevardi; Rolfini, Grandolfo (dall’80’ Chakir). A disp.: Colombo, Pavoni, Ruggero, Pellizzari, Senese, Girgi, Giacobbe, Mazzali. All.: Bagatti.

Arbitro: sig. Filippo Giaccaglia di Jesi.

AMMONITI: Gozzi (C); Ranelli, Ricciardi, Zanoli (L). – RECUPERI: 1′ p.t.; 4′ s.t..

(fonte foto: Vignoli – Carpi F.C. 1908)

Salvatore Fratello