Debutto amaro per Christenson e compagni nei play-off Challenge. Coach Andrea Giani mette in campo la seguente formazione: Christenson in regia, affiancato da uno strepitoso Rinaldi. Al centro il duo inedito Sanguinetti-Bossi. Chiudono il reparto offensivo Lavia-Vettori, Grebennikov libero. Subentrano a gara in corso Porro, Karlitzek e Buchegger.

Coach Bonitta, espulso per proteste, risponde con la seguente formazione. Al palleggio Redwitz è ben supportato da Stefani. Al centro il veterano Mengozzi, insieme ad un altalenante Grozdanov. A completare il reparto offensivo gli scatenati Zonca e Recine, con il secondo autore di un partitone. Libero Kovacic.

Per Modena si mette subito male, con i romagnoli che si portano a casa il primo set, e il primo vero distacco sul 13-18, per demerito di un pasticcio di Lavia in pallonetto. Chiude il set Recine sul 23-25.

Modena non ci sta, e rimonta i ravennati con Porro titolare rispetto al primo set. Fatica ancora Lavia, ma cresce di livello Tommaso Rinaldi, autore di venti tre punti totali nel corso dell’incontro. I padroni di casa controllano costantemente Ravenna, spazio anche per Karliztek e Buchegger, con il secondo decisamente più inspirato del primo. Il set termina 25-23, parti invertite rispetto al primo.

Modena si carica, e nel terzo set sale di livello. Vettori e uno strepitoso Rinaldi trascinano i gialloblu, poco può fare il veterano ospite Mengozzi nel fondamentale del muro. Il set scorre via velocemente, non di certo una brillante pallavolo, ma Modena si aggiudica il set sul 25-14, senza storia.

Sul 2-1 in rimonta la partita sembra in ghiaccio, ma Ravenna non ci sta, e fa un brusco sgambetto agli emiliani. Nel quarto parziale all’insegna dell’equilibrio a fare la differenza sono Recine e Zonca, che trascinano gli ospiti nel finale di set. Risulta fatale un fallo in pipe fischiato a Rinaldi 20-25 Ravenna. La partita non ha fine, e c’è ancora tanto spazio per vedere della buona pallavolo. Il tie-break è fatale a Christenson e compagni, che giocano quasi un “quinto” set, concluso sul 17-19 in favore dei ravennati, 2-3 e amaro in bocca per Modena, che tiene molto a questa pazza competizione, utile in chiave europea.

Foto add. stampa Modena Volley.